Claudio Asciuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Claudio Asciuti (Genova, 1956) è uno scrittore italiano, particolarmente attivo nel genere della fantascienza e del noir, vincitore del Premio Urania.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in lettere con una tesi di psicologia presso l'Università degli Studi di Genova, è stato tra gli appassionati più impegnati del mondo della fantascienza italiana pubblicando diversi racconti e facendosi promotore di importanti iniziative editoriali autonome (Crash e Intercom). Negli anni settanta è stato collaboratore di riviste underground come Re Nudo e Gong, ed è stato attivista di Un'Ambigua Utopia, importante iniziativa di critica marxiana della fantascienza.

Nel 1988 pubblicò il suo primo romanzo, Il Signore della morte. A quest'opera fece seguito La notte dei pitagorici, romanzo vincitore del premio Urania 1999.

Nel 2006 scrive il noir politico I semi di Marizai ambientato durante i fatti del G8 di Genova, pubblicato dall'editore romano Fanucci.

Nel 2010 Mondadori pubblica su Urania il suo romanzo di fantascienza La valle dello Zodiaco.

Nel 2013 ha curato per l'editore Cordero di Genova l'antologia di fantascienza Sognavamo macchine volanti.

Autore di molti racconti, i suoi testi sono sparsi in decine di raccolte e riviste, come: La Bancarella, Un'Ambigua Utopia, Le ali della fantasia, Dimensione Cosmica, Futuro Aosta, Avvisi ai naviganti, Spade e incantesimi, Magie e stregoni, Eroi e sortilegi, L'Eternauta, Gli eredi di Cthulhu, Il futuro nel sangue, NeroNovecento.

Insegna filosofia all'Istituto linguistico, economico, informatico e turistico Eugenio Montale di Genova.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN284427977 · LCCN: (ENn79071607 · SBN: IT\ICCU\CFIV\128246 · ISNI: (EN0000 0003 9076 6722 · GND: (DE1050941535