Petit-Pont

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Petit-Pont
Petit-Pont vu du pont au Double-closeup-20050628.jpg
Stato Francia Francia
Città Parigi
Attraversa Senna
Coordinate 48°51′12″N 2°20′49″E / 48.853333°N 2.346944°E48.853333; 2.346944Coordinate: 48°51′12″N 2°20′49″E / 48.853333°N 2.346944°E48.853333; 2.346944
Mappa di localizzazione: Parigi
Petit-Pont
Tipo ponte ad arco
Materiale pietra
Lunghezza 32 m
Larghezza 20 m
Costruzione ...-1853
 

Lo Petit-Pont-Cardinal-Lustiger è un ponte di Parigi che attraversa la Senna.[1]

Esso collega la rue de la Cité e il quai du Marché-Neuf, sull'île de la Cité, alla place du Petit-Pont sulla riva sinistra della Senna, e il quai Saint-Michel, prolungato dalla rue du Petit-Pont e poi dalla rue Saint-Jacques.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Grand Châtelet.

Fu costruito undici volte:

  • Nel 1718, dopo alcuni crolli, lo Petit-Pont e tutte le case costruitegli sopra furono totalmente distrutti da un incendio, provocato dalla presenza di due battelli carichi di fieno e in fiamme, che erano andati alla deriva.[4] Esso venne rimpiazzato un anno dopo da un altro ponte in pietra a tre archi centinati, finanziato grazie ad una questua generale fra tutte le parrocchie della città. La sua larghezza fu aumentata di 6 metri e si presentava a forma di schiena d'asino. Questa volta la costruzione di case sopra di lui venne vietata;[3]
  • Dal 1850 al 1853, fu costruito, in sostituzione del precedente, un ponte a una sola arcata in cemento e pietra molare su progetto di Paul-Martin Gallocher de Lagalisserie e Darcel ed eseguito da Alexandre Michal, ingegnere-capo. Lungo 38 m e largo 20, fu realizzato su una volta ad arco di cerchio da 31 a 32,5 metri di corda e dotato di due marciapiedi.[3] Posto in servizio nel dicembre 1853, è ancora in funzione ai nostri giorni. È stato rinominato Petit-Pont-Cardinal-Lustiger dal Consiglio di Parigi l'11 giugno 2013 in memoria dell'ex arcivescovo di Parigi dal 1981 al 2005, cardinale Jean-Marie Lustiger.[1]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lo Petit-Pont è diventato Petit-Pont-Cardinal-Lustiger per delibera (2013 DU 156) del Consiglio di Parigi dell'11 giugno 2013.
  2. ^ a b (FR) Philippe Lorentz e Dany Sandron, Atlas de Paris au Moyen Âge, Parigi, Éditions Parigramme, 2006, pp. 23-24, ISBN 978-2-84096-402-5.
  3. ^ a b c (FR) Félix et Louis Lazare, Dictionnaire historique des rues et monuments de Paris en 1855 avec les plans des 48 quartiers, Maisonneuve & Larose, pp. 560-561, ISBN 2-86877-184-X.
  4. ^ (FR) Pierre Thomas Nicolas Hurtaut e L. de Magny, Dictionnaire historique de la Ville de Paris et de ses environs, IV, 1779, p. 105.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]