Pont de Grenelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pont de Grenelle
PontDeGrenelle.jpg
Localizzazione
Stato Francia Francia
Città Parigi
Attraversa Senna
Coordinate 48°51′00.01″N 2°15′46.89″E / 48.850003°N 2.279691°E48.850003; 2.279691Coordinate: 48°51′00.01″N 2°15′46.89″E / 48.850003°N 2.279691°E48.850003; 2.279691
Dati tecnici
Tipo ponte ad arco
Materiale acciaio
Lunghezza 220 m
Larghezza 30 m
Realizzazione
Costruzione 1827-1827
Mappa di localizzazione

Il pont de Grenelle-Cadets-de-Saumur (già Pont de Grenelle) è un ponte di Parigi costruito tra il 1966 e il 1968 sul luogo di un precedente ponte eretto nel 1827.

Il ponte attraversa la Senna da rue Linois (XV arrondissement, sulla riva sinistra del fiume) a rue Maurice-Bourdet (XVI arrondissement, sulla riva destra), con un appoggio sull'île aux Cygnes e sulla cui estremità sud-ovest vi è una copia della Statua della Libertà.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'origine, è stato costruito come tre ponti successivi.

Il ponte di Grenelle (1827)[modifica | modifica wikitesto]

Il primo ponte di Grenelle fu progettato dall'architetto Mallet, su iniziativa di promotori del quartiere di Beaugrenelle. Esso fu aperto ai pedoni ed alle vetture ippotrainate il 1º maggio 1827, con un diritto di pedaggio variante da 5 centesimi di franco per ogni pedone a 25 per una carrozza a due cavalli; per quanto concerne gli animali il pedaggio era: [2]

  • 1 centesimo per un maiale, un montone o una capra
  • 2 centesimi per un asino
  • 5 centesimi per un cavallo, bue o mucca

Nel 1873 il ponte sprofondò completamente.

2º ponte di Grenelle (1874)[modifica | modifica wikitesto]

Un anno dopo venne presa la decisione di costruire un ponte in ghisa a sei arcate progettato dagli ingegneri Vaudrey e Pesson.

Il 3º ponte di Grenelle (1968)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1966 al 1968 tre ingegneri, Thenault, Grattesat e Pilon, costruirono l'attuale ponte.

Cambio di nome[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 giugno del 2016 il ponte di Grenelle prese il nome di Pont de Grenelle-Cadets-de-Saumur in omaggio agli allievi aspiranti di riserva (EAR) difensori dei ponti della Loira nel giugno 1940[3].

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte di Grenelle e la statua della Libertà nel 2011.

Il ponte è costituito da due travi metalliche principali di 85 metri, che attraversano i due rami della Senna, una campata di 20 metri al di sopra dell'île aux Cygnes e due campate di 15 metri in cemento, che attraversano i quai sulle rive destra e sinistra. La lunghezza totale del ponte è di 220 metri e la larghezza di 30 metri (22 metri per la carreggiata e 8 metri per i due marciapiedi).

Attualmente la sua larghezza non è del tutto utilizzabile poiché un immobile ne restringe l'accesso dal lato del XVI arrondissement, a valle.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte è servito dalle stazioni del Métro Mirabeau e Charles Michels.

Il ponte nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Copie de la statue de la Liberté, su http://www.statue-de-la-liberte.com. URL consultato il 20 novembre 2016..
  2. ^ Vedi il manifesto del 1827 « indicante i diritti di passaggio sul nuovo ponte di Grenelle aperto ai pedoni il 1º maggio 1827 con l'indicazione della pianta delle vie da seguire per arrivarci». Sulla pianta di questo manifesto si vede da una parte e dall'altra del ponte il «nuovo villeggio di Grenelle» e il comune di Passy. Gallica.
  3. ^ (FR) Pont désormais appelé Pont de Grenelle-Cadets-de-Saumur su www.leparisien.fr (consulté le 15 juillet 2016)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]