Peter Bryan Wells

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Bryan Wells
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
Titolo Marcianopoli
Incarichi attuali Nunzio apostolico in Sudafrica, Botswana, Lesotho, Namibia e Swaziland
Incarichi ricoperti Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato
Segretario della Pontificia commissione referente sull'Istituto per le opere di religione
Nato 12 maggio 1963 (54 anni) a Tulsa
Ordinato presbitero 12 luglio 1991
Nominato arcivescovo 9 febbraio 2016 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo 19 marzo 2016 da papa Francesco

Peter Bryan Wells (Tulsa, 12 maggio 1963) è un arcivescovo cattolico e diplomatico statunitense, dal 2016 nunzio apostolico in Sudafrica e Botswana, Lesotho, Namibia e Swaziland.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Tulsa, sede vescovile in Oklahoma, il 12 maggio 1963.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 1991 è ordinato presbitero per la diocesi di Tulsa.

Completa i suoi studi in filosofia presso San Meinrado Seminary College in Indiana e quelli in teologia come studente del Pontificio collegio americano del Nord a Roma. Nel 1990 consegue il baccalaureato in teologia alla Pontificia Università Gregoriana, ottenendo successivamente la licenza in teologia presso il Pontificio istituto Giovanni Paolo II nel 1992. Consegue la licenza e un dottorato in diritto canonico dalla Pontificia Università Gregoriana nel 1998 e 1999. Allo stesso tempo frequenta la Pontificia accademia ecclesiastica.

In seguito ricopre i seguenti incarichi: vicario parrocchiale presso la cattedrale della Sacra Famiglia di Tulsa, segretario particolare del vescovo e vicario per l'educazione religiosa della diocesi.

Entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede il 1º luglio 1999, lavora nella nunziatura apostolica in Nigeria e, dal 2002, presso la Sezione per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.

Il 16 luglio 2009 papa Benedetto XVI lo nomina assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato[1]; succede a Gabriele Giordano Caccia, nominato nunzio apostolico in Libano. Il 31 agosto 2013 papa Francesco lo conferma nel suo incarico[2].

Il 24 giugno 2013 papa Francesco lo nomina segretario della Pontificia commissione referente sull'Istituto per le opere di religione.[3]

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 febbraio 2016 papa Francesco lo nomina arcivescovo titolare di Marcianopoli e nunzio apostolico in Sudafrica e Botswana[4], e il successivo 13 febbraio anche nunzio apostolico in Lesotho e Namibia[5]; succede a Mario Roberto Cassari, precedentemente nominato nunzio apostolico a Malta. Il 19 marzo riceve l'ordinazione episcopale, nella basilica di San Pietro in Vaticano, con il vescovo Miguel Ángel Ayuso Guixot, per imposizione delle mani dello stesso pontefice, coconsacranti l'arcivescovo Giovanni Angelo Becciu, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato e il cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli[6].

Il 13 giugno 2016 papa Francesco lo nomina anche nunzio apostolico in Swaziland[7].

Oltre all'inglese parla italiano, francese, tedesco e spagnolo.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 5 febbraio 2007[8]
Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 18 aprile 2015[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rinunce e nomine. Nomina dell'Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, press.vatican.va, 16 luglio 2009. URL consultato il 10 febbraio 2016.
  2. ^ Rinunce e nomine. Conferma dei superiori della Segreteria di Stato e della Casa Pontificia, press.vatican.va, 31 agosto 2013. URL consultato il 10 febbraio 2016.
  3. ^ Un salesiano per riformare lo Ior: papa Francesco sceglie il cardinal Farina, la Repubblica, 26 giugno 2013
  4. ^ Rinunce e nomine. Nomina del nunzio apostolico in Sud Africa e Botswana, press.vatican.va, 9 febbraio 2016. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  5. ^ Rinunce e nomine. Nomina del nunzio apostolico in Lesotho e Namibia, press.vatican.va, 13 febbraio 2016. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  6. ^ Ordinazione Episcopale conferita dal Santo Padre Francesco, press.vatican.va, 19 marzo 2016. URL consultato il 28 maggio 2016.
  7. ^ Rinunce e nomine. Nomina del nunzio apostolico in Swaziland, press.vatican.va, 13 giugno 2016. URL consultato il 13 giugno 2016.
  8. ^ a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato; erroneamente il secondo nome è scritto con i.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Successore Emblem Holy See.svg
Gabriele Giordano Caccia 16 luglio 2009 - 9 febbraio 2016 Paolo Borgia
Predecessore Presidente del Comitato di Sicurezza Finanziaria Successore Emblem Holy See.svg
- 8 agosto 2013 - 9 febbraio 2016 Paolo Borgia
Predecessore Arcivescovo titolare di Marcianopoli Successore Archbishop CoA PioM.svg
Volodymyr Sternjuk dal 9 febbraio 2016 in carica
Predecessore Nunzio apostolico in Sudafrica e Botswana Successore Emblem Holy See.svg
Mario Roberto Cassari dal 9 febbraio 2016 in carica
Predecessore Nunzio apostolico in Lesotho e Namibia Successore Emblem Holy See.svg
Mario Roberto Cassari dal 13 febbraio 2016 in carica
Predecessore Nunzio apostolico in Swaziland Successore Emblem Holy See.svg
Mario Roberto Cassari dal 13 giugno 2016 in carica