Marcianopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcianopoli
Dioecesis Thraciae 400 AD.png
La Tracia nel 400 d.C.
CiviltàCiviltà romana
UtilizzoCittà
Localizzazione
StatoBulgaria Bulgaria
DistrettoVarna
Mappa di localizzazione

Coordinate: 43°13′30″N 27°35′06″E / 43.225°N 27.585°E43.225; 27.585

Moneta di Marcianopoli (Mesia inferiore) coniata dal governatore Tullio Menofilo (238-241) a nome dell'imperatore Gordiano III.

Marcianopoli fu una città fondata dall'imperatore Traiano in Tracia, in onore della sorella Ulpia Marciana.

Assurse rapidamente a città di rilevante importanza, e Diocleziano la volle capitale della Mesia Seconda. Fu in seguito Giustiniano a restaurarla e donarle una fortificazione.

Attualmente ne restano solo alcune rovine a Preslav nei pressi della città di Devnja, in Bulgaria dell'est. Ci furono molto battaglie vicino a Marcianopoli. Molti furono gli assassinati tra i capi-banda catturati, molte nobildonne di diverse tribù furono fatte prigioniere, e le provincie romane furono riempite con schiavi o lavoratori sciti.

Tra l'893 ed il 972 d.C. fu una delle più importanti città medioevali nel sud-est europeo. Oggi le rovine sono situate a 20 km a sud-ovest della città di capoluogo di regione Šumen e ad ovest della città Veliki Preslav circa 10100 ab.

Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia