Palle al balzo - Dodgeball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palle al balzo - Dodgeball
Palle al balzo - Dodgeball.jpg
Una scena del film
Titolo originaleDodgeBall: A True Underdog Story
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2004
Durata92 min
Generecommedia, sportivo
RegiaRawson Marshall Thurber
SoggettoRawson Marshall Thurber
SceneggiaturaRawson Marshall Thurber
ProduttoreStuart Cornfeld, Ben Stiller
FotografiaJerzy Zielinski
MontaggioAlan Baumgarten, Peter Teschner
MusicheTheodore Shapiro
ScenografiaMaher Ahmad
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Palle al balzo - Dodgeball (DodgeBall: A True Underdog Story) è un film commedia americano del 2004 scritto e diretto da Rawson Marshall Thurber.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

White Goodman è il ricco e ottuso proprietario di una palestra alla moda, la Globo-Gym, specializzata in cure dimagranti. Nella stessa strada si trova la Pinco Pallino Joe (Average Joe's), palestra gestita da Peter LaFleur, simpatico ma indolente. La sua palestra infatti è in bancarotta e conta solo alcuni eccentrici iscritti: Gordon, un uomo esperto di sport e succube della moglie; Steve, convinto di essere un pirata; Justin, liceale imbranato e vessato dai compagni. A loro si aggiungono due impiegati, Owen e Dwight. Un giorno LaFleur riceve la visita di Kate Veatch, brillante avvocatessa della banca di White Goodman, allo scopo di controllare la contabilità e verificare le inadempienze. Goodman infatti vuole rilevarla per abbatterla e realizzare al suo posto il parcheggio della Globo-Gym. L'unico modo per salvare la Pinco Pallino Joe sarebbe procurarsi 50.000 dollari in 30 giorni, missione che gli affezionati clienti della palestra tentano di compiere.

Dopo il fallimentare esperimento di un autolavaggio, decidono di iscriversi a un torneo di dodgeball, uno sport scoperto da Gordon. Dopo essersi faticosamente qualificati, scoprono di doversi battere contro la fortissima squadra dei Cobra Viola della Globo-Gym, creata e capitanata proprio da Goodman reclutando i migliori giocatori sul mercato, con l'obiettivo di impedire a LaFleur di racimolare la somma.

Vengono aiutati da Patches O'Houlihan, già sette volte campione di dodgeball, che li allena con metodi da sergente di ferro, e Kate Veatch, ex-giocatrice di softball, stufa e disgustata del corteggiamento di White Goodman e affascinata invece da LaFleur, che si rivela un ottimo giocatore.

Le due squadre vincono i rispettivi gironi e si ritrovano in finale. La sera prima della partita White Goodman cerca di corrompere La Fleur, comprandogli la palestra; Peter sembra accettare, tanto che il giorno dopo non si presenta negli spogliatoi. Al bar dell'aeroporto incontra però Lance Armstrong, che si dichiara un suo fan, e le cui affermazioni lo convincono a giocare la finale. Arriva però fuori tempo massimo, il trofeo sta per essere assegnato ai Cobra a tavolino: ma Gordon trova un articolo del regolamento che permetterebbe alla squadra, grazie ad una votazione della giuria, di rientrare in gioco. È il voto del giurato Chuck Norris a risultare decisivo, e la finale viene giocata. Goodman si dimostra molto scorretto, ma la partita sta comunque "girando" in favore della Pinco Pallino quando LaFleur si distrae e, ultimo giocatore in campo, viene colpito da Goodman. Sembra tutto perduto, ma l'arbitro vede in replay un fallo di invasione di Goodman: secondo regolamento la gara sarà decisa dal "colpo mortale". I due capitani, fermi l'uno davanti all'altro, si devono sfidare come in un duello, avendo un solo colpo a disposizione. LaFleur ha una visione di O'Houlihan che gli fa i complimenti, e decide di bendarsi con la sciarpa che il suo allenatore gli ha regalato, affrontando quindi Goodman fidandosi solo del suo istinto. E infatti schiva la palla lanciata da White e lo colpisce a sua volta, vincendo il torneo.

Goodman gli rinfaccia subito di avergli venduto la palestra, e di aver così in qualche modo tradito la fiducia dei suoi allievi: ma in quel momento entrano delle persone portando un enorme baule, che si rivela pieno di banconote. LaFleur, dopo aver parlato con Lance Armstrong, ha infatti utilizzato i soldi datigli da White per scommettere sulla Pinco Pallino Joe, data nettamente sfavorita dai bookmakers, vincendo così un sacco di soldi. Soldi che userà per comprare le azioni della Globo-Gym, estromettendo White dalla palestra.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua settimana di apertura negli Stati Uniti, Dodgeball risulta subito al primo posto con un incasso di $48.670.726, coprendo così il costo di produzione della pellicola: $20 milioni. La settimana successiva è scesa al quarto posto, prima di risalire in terza posizione la settimana successiva, dopo aver accumulato $92.155.782. Pur scendendo parecchio (24º posto per due settimane consecutive), Dodgeball continua a raccogliere un buon incasso, per terminare il suo ciclo dopo 20 settimane nelle sale e guadagnando un totale di $114.326.736 negli Stati Uniti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

In seguito a questo film, Rip Torn diventò il commissario speciale della lega nella terza edizione della trasmissione Extreme Dodgeball, da cui peraltro proviene Tobias McKinney, che nel film interpreta uno dei giocatori tedeschi. In questo film compaiono anche in alcuni camei Chuck Norris, David Hasselhoff, Lance Armstrong, Curtis Armstrong e William Shatner.

Nella versione originale, la "Pinco Pallino Joe" è denominata "Average Joe's". In inglese infatti l'equivalente dell'italiano Pinco Pallino, viene appunto definito "Average Joe" (lett. tradotto "Joe medio"). Le due squadre protagoniste, e antagoniste, sono quindi Joe e Cobra: un riferimento al cartone americano (e action figure) G.I. Joe (i cui antagonisti sono proprio i Cobra).

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]