Chuck Norris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chuck Norris
Chuck Norris May 2015.jpg
Chuck Norris nel 2015
Nome Carlos Ray "Chuck" Norris
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Taekwondo Taekwondo pictogram.svg
Ranking   Cintura nera 8° Dan di Taekwondo WTFº
Karate Karate icon.svg
Ranking   Cintura nera 7° Dan di Karate Shotokanº
Best ranking 7 volte campione mondiale di Karate Shotokanº
Chun Kuk Do Transparent.png
Ranking  Cintura nera 10° Dan di Chun Kuk Doº
 

Carlos Ray "Chuck" Norris (Ryan, 10 marzo 1940) è un attore, artista marziale, produttore cinematografico e scrittore statunitense[1].

Adolescente timido e con scarsi risultati scolastici, Carlos Ray si avvicina al mondo delle arti marziali durante il servizio militare nella base aeronautica di Osan, in Corea del Sud, dove prende anche il nomignolo di Chuck con cui diviene noto in seguito. A partire dalla seconda metà degli anni sessanta conquista diverse vittorie e titoli, prima in tornei californiani di karate professionistico,[2] poi a livello statunitense.[3]

Ottiene la sua prima parte cinematografica come comparsa in Missione compiuta stop. Bacioni Matt Helm del 1969, ma è L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente, dove combatte contro Bruce Lee al Colosseo, a dare l'avvio alla sua carriera. Dopo alcuni film di arti marziali, a partire dagli anni ottanta è protagonista di numerosi film d'azione che lo rendono noto al grande pubblico, come Rombo di tuono, Delta Force, Una magnum per McQuade e Il codice del silenzio.

Nel 1988 pubblica la sua autobiografia "The Secret of Inner Strength" (Il segreto della forza interiore), che diviene in breve un best seller. Dopo pochi anni seguirà il secondo libro, "The Secret Power Within: Zen Solutions to Real Problems.

Nel 1990 sarà (secondo una sua testimonianza) il primo occidentale nella storia del Tae Kwon Do a ottenere la cintura nera di ottavo grado.[4] Nello stesso anno fonda anche una nuova arte marziale ibrida, il Chun Kuk Do, derivata dal Tangsudo, a sua volta progenitore del Tae Kwon Do.

Dal 1993 al 2001 ha recitato nella serie televisiva Walker Texas Ranger, nel ruolo del protagonista Cordell Walker, che gli ha dato la fama e la maggior popolarità in tutto il mondo. Oltre a una lunga carriera cinematografica, svolge numerose attività filantropiche. Dal 2006 è inoltre protagonista del fenomeno del web denominato Chuck Norris Facts.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Norris è nato a Ryan nell'Oklahoma, figlio della diciottenne Wilma Scarberry e di Ray Norris (camionista e meccanico). Il nonno materno come la nonna paterna erano nativi americani cherokee, mentre la nonna materna e il nonno paterno erano emigrati irlandesi. Chuck ha due fratelli più giovani, Weiland (deceduto in Vietnam nel 1970[5]) e Aaron (un produttore di Hollywood). I genitori divorziarono quando aveva 10 anni e andò a vivere con la madre e i fratelli prima a Prairie Village (Kansas) e in seguito a Torrance (California).

Descrisse la sua infanzia come infelice ("Un brutto colpo"[senza fonte]): non era fisicamente dotato, era timido e scolasticamente mediocre. Gli altri ragazzi lo prendevano in giro per la sua mista etnicità e Chuck sognava di trovare un giorno i mezzi per difendersi dai bulli che lo tormentavano.

Nella sua autobiografia, Chuck Norris accenna al fatto che suo padre aveva un problema di alcolismo. Era molto legato a suo padre e dichiarò di essere l'unico a provare compassione per quell'uomo, perché «Era giusto com'era, e gli mancava molto»[senza fonte]. Dopo la fine delle scuole superiori sposò la fidanzata, Kim Durnthaler. Nel 1958 entrò nella United States Air Force come poliziotto di sicurezza e fu trasferito all'Osan Air Base, in Corea del Sud.

Fu proprio in Corea del Sud che Norris acquisì il soprannome di "Chuck" e iniziò il suo allenamento di Tangsudo, un interesse che lo avrebbe portato a diventare cintura nera e, dopo anni di studio e pratica di varie arti marziali, a fondare il Chun Kuk Do ("La via universale").

Ascesa e affermazione[modifica | modifica wikitesto]

Quando ritornò negli Stati Uniti, continuò a svolgere le funzioni di AP nella March Air Force Base in California. Fu congedato nell'agosto del 1962. In seguito lavorò per la Northrop Corporation e aprì una catena di scuole di karate e di taekwondo stile WTF . Tra gli allievi di tali scuole figurano vari personaggi famosi, tra cui Chad McQueen, il figlio di Steve McQueen.[6]

Norris creò anche un'associazione istruttiva, la United Fighting Arts Federation, e la KickStart (formalmente "Kick Drugs Out of America"), una scuola fondata per lo scopo di migliorare la propria vita e trovarvi uno scopo, attraverso le arti marziali.

Norris fu sconfitto nei suoi primi due tornei di karate e di taekwondo WTF, cadendo al tappeto contro Joe Lewis, Allan Steen e, in due match al campionato internazionale di karate, contro Tony Tulleners; nel campionato di Taekwondo WTF perse contro Joe Pa Son. Dal 1967, Norris iniziò a dimostrare le sue abilità iniziando a vincere incontri importanti di taekwondo e karate contro Skipper Mullins, Arnold Urquidez, Victor Moore, Ron Marchini, Won Su e Steve Sanders.

Nel 1968, Norris subì la quinta ed ultima sconfitta della sua carriera, perdendo un difficile incontro di karate con Adel Saidi. Successivamente; il 24 novembre 1968 ebbe la rivincita su Saidi, vincendo il titolo di campione mondiale dei pesi medi di karate, che conservò per sette anni consecutivi e il titolo di campione del mondo di taekwondo. Nel 1969, vinse la tripla corona di karate per il maggior numero di tornei vinti nell'anno e il premio di combattente dell'anno dalla prestigiosa rivista di taekwondo Black Belt Magazine.

Nel 1970 suo fratello minore Weiland venne ucciso in Vietnam. Dopo molti anni Norris dedicò il suo film Rombo di tuono (Missing in Action - 1984) alla sua memoria.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Norris riceve il Veteran of Year dalla United States Air Force nel 2001

Norris si sposò con Dianne Holechek nel 1958. Nel 1963 ebbe il suo primo figlio, chiamato Mike, l'anno dopo nacque una bambina chiamata Dina, e l'anno successivo ebbe un terzo figlio, Eric, regista e sceneggiatore. Nel 1988, dopo trent'anni di matrimonio, Norris e Holechek divorziarono. Si sposò di nuovo il 28 Novembre 1998 vicino a Dallas con la modella, Gena O'Kelley, che conobbe nel 1997 ed ebbero due gemelli nel 2001: Dakota Alan Norris, un maschio, e Danilee Kelly Norris, una femmina. Norris fu sempre un padre di famiglia molto affettuoso; fu notato dalle persone quando i suoi figli, ormai adulti, per salutarlo lo baciavano e lo abbracciavano. «È fantastico, i miei figli non hanno paura di dimostrare il loro amore»", Norris disse, «Nessuno può comprare amore». Il figlio di Norris, Mike, disse: «Papà non ha ricevuto molto amore crescendo, ma ha dato a me e a mio fratello tutto l'amore che lui non ha avuto, al quadrato». I figli di Norris si sposarono tutti e due ed ebbero 6 figli, tra i quali l'attrice americana Gabby Di Ciolli.

Il 22 settembre 2004 all'Enternainment Tonight Norris ha rivelato che sua figlia Dina è frutto di una relazione extraconiugale. Lui l'ha incontrata soltanto quando lei aveva 26 anni, anche se lei stessa sapeva che Norris era suo padre dall'età di 16 anni. Dina informò il padre inviandogli una lettera a casa sua per dirgli la verità[7].

Verso la fine degli anni ottanta fu coinvolto marginalmente nel caso McMartin riguardante abusi su minori, che in seguito si rivelò essere una montatura.[8]

Chuck Norris discute con il comandante J. R. Haley il 24 giugno 2005

Attualmente, Norris vive nel nord di Dallas e ha un ranch in Texas tra Navasota e Anderson. Ha anche un piccolo residence a Los Angeles per quando gira film o show televisivi. Lavora per la KickStart, situata a Dallas e Houston.

Ora è un cristiano fuori dal coro ed è l'autore di molti libri sul Cristianesimo, come The Justice Riders. È stato anche in alcune pubblicità televisive per promuovere lo studio della Bibbia e la preghiera nelle scuole pubbliche, oltre agli sforzi per ridurre l'uso della droga. Nel 2006 iniziò a scrivere articoli per il sito web WorldNetDaily. Nei suoi articoli si dice che l'evoluzione non esiste, quelli che hanno problemi dovrebbero rivolgersi a Gesù, e dire «vero patriota» non si può chiaramente ricondurre a discussioni di religione o di politica.

Norris entrò a far parte del consiglio di amministrazione dei direttori della NCBCPS, un'organizzazione che promuove l'uso della Bibbia e la preghiera nelle scuole pubbliche.

Norris è un conservatore politico, spesso difende opinioni condivise dal partito repubblicano. Norris dal 1988 donò oltre 32000 $ ai candidati repubblicani e alle organizzazioni. Il 26 gennaio 2006, Norris firmò un contratto per la Sean Hannity come co-presentatore del canale Fox News Channel e del talk show Hannity & Colmes al fianco di Alan Colmes.

Norris fece storia nel 1997 in quanto fu il primo occidentale ad apparire in un documentario sulla storia del taekwondo WTF ,essendo cintura nera ottavo dan. Il 1º giugno 2000 fu premiato dalla Golden Lifetime Achievement della World Taekwondo Union.

Nel mese di luglio 2013 Norris annuncia di voler vendere il suo ranch a Dallas per la cifra di 1.200.000 $[9].

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Anni sessanta: gli esordi sul grande schermo[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua carriera, ha preso parte ad oltre trenta film nel ruolo di protagonista, tra cui Una magnum per McQuade, Il codice del silenzio, Invasion U.S.A., Rombo di tuono e Delta Force.

Norris mosse i primi passi nel mondo del cinema verso la fine degli anni sessanta.[10] Nel 1965 cominciò ad essere avvicinato nel mondo del cinema da Steve McQueen, allora suo allievo di arti marziali, che riuscì a convincerlo a esordire inizialmente in piccoli ruoli, parallelamente alla sua carriera di artista marziale.[11] La prima apparizione di Norris fu nel film Quella sporca dozzina diretto da Robert Aldrich, ma negli anni la sua brevissima comparsata sarà eliminta dal montaggio del film.[12][13] L'anno successivo fece di nuovo una comparsa nel film di John Wayne Berretti verdi, ma anche stavolta le sue scene vennero eliminate dal montaggio finale.[14][15]

Intanto nel 1969 Norris incontrò, durante una dimostrazione di karate a Long Beach, il celebre artista marziale Bruce Lee, e i due di lì a breve divennero grandi amici. Sarà Lee ad offrirgli il primo ruolo cinematograficamente rilevante nel 1972 con il celebre L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente. Lo stesso anno prese parte, sempre nel ruolo di comparsa, al film Missione compiuta stop. Bacioni Matt Helm, con Dean Martin e Sharon Tate, in una scena di combattimento nella quale, nonostante sia inquadrato sempre di spalle, è riconoscibile il suo volto all'epoca. È proprio in questo periodo che Bruce Lee decide di chiamarlo per il suo nuovo film.

L'arrivo nello star system[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Norris nel 1976

Nel 1972 recitò in L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente (Way of Dragon), diretto ed interpretato da Bruce Lee. Nel film interpreta il campione americano di arti marziali, ingaggiato per uccidere Yen Chen (Lee). Lo scontro finale tra i due nel Colosseo è una scena rimasta nella storia del cinema, che ebbe un grande successo e gli permise di iniziare la sua carriera nello star-system. Quella scena richiese 4 giorni di riprese, e oltre 20 pagine di copione scritte e disegnate dallo stesso Lee, che insegnò anche al neo-attore Norris diversi espedienti per dimenarsi nel cinema durante le scene di combattimento. In Asia fu conosciuto principalmente per il suo ruolo in quel film. Nel 1974, il suo allievo, Chad McQueen lo incoraggiò nuovamente a prendere lezioni di recitazione alla MGM. Chuck Norris si ritirò dall'agonismo con un record di 75 vittorie e 5 sconfitte di karate e 45 vittorie e 8 sconfitte di Taekwondo stile WTF .

Negli anni settanta Norris inizia così a dedicarsi completamente al cinema. Il primo film interpretato da protagonista assoluto è Massacro a San Francisco nel 1974, diretto da Lo Wei.[16] La pellicola inizialmente doveva essere interpretata da Bruce Lee e sarebbe dovuta essere la terza collaborazione con Lo Wei, ma i rapporti tra i due si erano da tempo incrinati e quindi Wei optò per Norris, il pupillo di Lee all'epoca, come protagonista. In questo film l'attore interpreta per la seconda e ultima volta nella sua carriera il ruolo del cattivo, un boss della malavita americana alle prese con un poliziotto cinese che tenta in tutti i modi di arrestarlo. Nonostante non ottenga lo stesso risultato dei precedenti successi di Bruce Lee, l'interpretazione di Norris viene ben vista dalla critica cinematografica. In questo periodo Lee lo chiama nuovamente per recitare assieme a lui nella sua pellicola successiva, L'ultimo combattimento di Chen, ma Norris rifiuta il ruolo, volendo elevarsi ora in pellicole da protagonista. Il 20 luglio 1973 Norris partecipò al funerale di Lee, trasportando la bara insieme ad altri cari amici dell'attore.

Dopo aver preso parte nel 1976 al documentario The Warrior Within (realizzato in memoria di Lee),[17] ritornò sugli schermi cinematografici nel 1977 interpretando il film d'azione Breaker! Breaker!, uno dei suoi film meno ricordati in cui interpreta un camionista campione di arti marziali. A questo successero poi altre pellicole come il film d'avventura Commando Black Tigers (1978), in cui interpreta il capo di uno squadrone speciale per le missioni in Vietnam, e il poliziesco La polvere degli angeli (1979), dove stavolta è un agente della Narcotici, in un ruolo secondario con Jennifer O'Neil. Tutti questi film ebbero un discreto successo e Norris cominciò ad entrare nello star-system dei film d'azione.[18]

Anni ottanta: Rombo di tuono, Delta Force e il flop de Il tempio di fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Inizia così la sua carriera nei film d'azione. Nel 1980 recitò in The Octagon (1980) insieme al veterano dei film western Lee Van Cleef, mentre collaborò con Christopher Lee e Richard Roundtree in Triade chiama Canale 6 (1981), per poi interpretare Vendetta a Hong Kong (1982) di James Fargo; tutti questi film, che avevano all'incirca lo stesso filo conduttore a livello di trama, furono dei grandi successi al botteghino e Norris cominciò ad essere notato da numerosi registi oltre che dal pubblico di Hollywood[19]. Un successo ancora maggiore lo raggiunse nel 1983 quando interpretò Una magnum per McQuade insieme a David Carradine e Barbara Carrera, film che ottenne grandi lodi dalla critica, incassando oltre 60 milioni di dollari.[20][21][22] Questo è più volte citato come il miglior prodotto della filmografia di Norris, sia a livello recitativo che a livello di azione. In questa pellicola fece conoscenza con David Carradine, che diventerà un altro grande amico di sempre.

Chuck Norris sul set di Delta Force (1986)

Nel 1984, Norris interpretò quello che che è considerato dai fan il suo miglior film: Rombo di tuono,[23] che lo consacra come star mondiale nel cinema d'azione, oltre ad incassare 120,4 milioni di dollari[24]. Si tratta del primo film di una serie prodotta dai cugini israeliani Menahem Golan e Yoram Globus, dove Chuck Norris è il colonnello James Braddock, ex-capo dei Berretti verdi durante la guerra del Vietnam (questo in onore del fratello di Norris, Weiland, morto nel 1970 durante tale guerra). Il film fu stroncato dalla critica[24], la quale riteneva la trama un plagio di Rambo II - La vendetta[25], ma viene comunque considerato dai fan come una delle migliori pellicole della sua filmografia.[26] Rombo di tuono è il suo maggior successo dal punto di vista commerciale.

Nei successivi anni, Norris diventò una star prominente nella Cannon Films, comparendo in quattro film che ottengono uno straordinario successo di pubblico. Nel 1985 è il poliziotto Eddie Cusack nel poliziesco Il codice del silenzio[27], recitato al fianco di Henry Silva, che si trova a dover fare i conti con una Chicago corrotta e mal governata; la pellicola sfonda il botteghino americano[28]. Sempre nello stesso anno interpreta Matt Hunter in Invasion U.S.A.[29], diretto nuovamente da Joseph Zito, che ritorna sullo stile di Rombo di tuono con un Chuck Norris stavolta ex agente della CIA alle prese con un criminale russo.

Il 1986 è l'anno di Delta Force, interpretato con Lee Marvin e Martin Balsam.[30] Il film riesce a superare molti fenomeni dell'epoca, come Cobra, e dal punto di vista della critica è il punto massimo della sua filmografia. Nello stesso anno presta la sua immagine per Karate Kommandos, cartone animato della Ruby Spears in cui Norris veste i panni di un supereore. Sempre nel 1986 è protagonista di Il tempio di fuoco con Louis Gossett Jr.[31], nel quale tenta di distaccarsi dal ruolo di action hero, puntando più sul lato comico. Norris produsse la sua pellicola utilizzando cifre folli (budget di circa 80 milioni di dollari)[32], ma il film risultò un flop memorabile al botteghino (incasserà poco più di 20 milioni di dollari)[33] e fu duramente stroncato dalla critica. Ne seguirà poi una battaglia legale tra la Cannon e l'attore.[34]

Nel 1985 girò il sequel di Rombo di Tuono Missing in Action, che ottenne critiche tiepide, ma fu comunque un successo al botteghino[35]. Il terzo e ultimo capitolo della serie, Braddock: Missing in Action III (1988) ottiene scarsi risultati e non raggiunse un incasso paragonabile a quello dei capitoli precedenti[36]. Dopo la tremenda disfatta de Il tempio di fuoco, Norris gira (solo perché obbligato per contratto) Un eroe per il terrore, rivelatosi poi un quasi fallimento al botteghino americano (incasserà 16 milioni di dollari a fronte di un budget di 30 milioni).[37] Alla fine degli anni ottanta, la Cannon Films fallì e con essa svanirono gli appelli nel ruolo di attore di Norris. Riprese quindi il suo film Delta Force per la MGM, che acquisì la Cannon Library per bancarotta.

Anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Norris il 15 settembre 2007

Nel 1990 uscì Colombia Connection - Il massacro, seguito del più famoso Delta Force, diretto dal fratello Aaron Norris, sul cui successo la Cannon Films progettava di recupaerare i finanziamenti, dopo l'enorme perdita causata dall'insuccesso di Il tempio di fuoco. Alla sua uscita la pellicola si rivelò un insuccesso di pubblico e critica e non raccolse neanche la metà delle spese di produzione.[38] Inoltre la produzione del film fu travagliata e segnata dalla tragica morte di 5 stuntman durante la ripresa di una scena con l'elicottero. La Cannon, oltre ai problemi finanziari, dovette così affrontare anche le denunce da parte delle famiglie degli stuntman. Nei successivi anni Norris interpretò una serie di film diretti dal fratello Aaron. Il 6 agosto 1991 fu invitato come ospite al The Arsenio Hall Show.

Nel 1991 fu protagonista del thriller Omicidio incrociato in cui recitava insieme a Michael Parks, nel ruolo di un poliziotto alle prese con una vecchia conoscenza. I freddi consensi sia della critica che del pubblico però continuano, e la situazione non migliora con il successivo Pugno d'acciaio (1992) nel quale interpreta se stesso in un ruolo secondario riscuotendo un discreto successo al botteghino, e che ad oggi rimane il suo ultimo grande successo commerciale.[39] Nel 1994 con Hellbound - All'inferno e ritorno si affaccia per la prima volta sul genere horror: Norris è un poliziotto di Chicago che insieme al collega deve fermare un inviato di Satana che sta compiendo numerosi omicidi. Il film viene quasi ignorato dalla critica cinematografica, nonostante in seguito divenga il suo film più ricordato di questo periodo. In questa pellicola inoltre recita insieme a lui Sheree J. Wilson, sua futura partner in Walker Texas Ranger.

Nel 1995 Norris è nuovamente nelle sale con il comedy-action Il cane e il poliziotto. Anche stavolta decide di tuffarsi in una nuova avventura, quella dell'action comedy affrontato già con successo dieci anni prima da Eddy Murphy con Beverly Hills Cop - Un piedipiatti a Beverly Hills. Il film non ebbe fortuna al botteghino americano, a causa anche del contemporaneo Attentato di Oklahoma City, e quello che doveva essere il film di rilancio di Norris sul grande schermo finì per sortire la stessa sorte dei precedenti film, chiudendo con incassi sconfortanti e critiche universalmente negative. Dopo questa pellicola, Norris interpretò solo un altro film, L'ultimo guerriero (1996), uscito direttamente in DVD, prima di allontanarsi per alcuni anni dal grande schermo.

Walker Texas Ranger[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 è considerato l'anno della rinascita di Chuck Norris: sulla CBS infatti va in onda la serie televisiva Walker Texas Ranger, che lo vede impegnato nel ruolo del ranger Cordell Walker, incentrata sulle avventure dei tutori della legge a Dallas. Il ranger Walker, insieme a colleghi e amici come James Trivette (Clarence Gilyard), il procuratore Alex Cahill (Sheree J. Wilson) e il capitano dei ranger C.D. Parker (Noble Willingham), è intento a mantenere l'ordine nella città texana, liberandola dai vari criminali che si susseguono nelle varie puntate. I temi della serie sono incentrati sui valori fondamentali dell'amicizia come l'amicizia, l'aiuto reciproco, la lotta alla violenza, in particolare tra le gang giovanili. Il Ranger Walker e i suoi colleghi hanno il ruolo di funzionari onesti e specchiati, rispettosi della legge e non estremisti.

La serie, nata da un'idea di Paul Haggis e Albert S. Ruddy, ottiene un clamoroso successo sulla CBS, diventando una delle fiction più viste degli anni novanta. Ottiene anche numerosi riconoscimenti, tra cui molti Emmy Award. Per Norris grazie alla serie ottiene una seconda giovinezza e le sue sorti recitative, sempre più in calo, cambiano radicalmente. A partire dalla terza stagione ha anche cantato la sigla iniziale. Il successo porta alla produzione di altre tre stagioni, andate in onda con strepitosi ascolti televisivi fino al 1996. La sesta e la settima stagione, andate in onda tra il 1996 e il 1998, fanno balzare la serie al primo posto delle fiction più viste, superando anche La signora in giallo. Il successo è papabile anche all'estero, dove la serie viene trasmessa in più di 100 paesi al mondo.

Numerosi episodi sono inoltre ambientati nel far west, con Norris nel ruolo del ranger Cooper impegnato a difendere il malcapitato di turno dal sadico sindaco/governatore della città. Il continuo successo della serie porta alla realizzazione di altri media, tra cui un film per la tv Walker Texas Ranger - Riunione Mortale (1994) e uno spin-off Sons of Thunder (1999), oltre a un numero considerevole di imitazioni che si protrarranno negli anni a venire, prime fra tutti quelle del comico Conan O'Brien durante il suo omonimo show. La serie prosegue ininterrottamente fino al 2001, realizzanto in tutto nove stagioni e 231 episodi e vedendo anche l'introduzione, in alcune puntate, di numerose guest star internazionali. A partire dal 2002 la notorietà della serie è cresciuta ulteriormente grazie alle numerose riproposizioni sul canale americano CBS, e per oltre 10 anni è stata una delle fiction più replicate della televisione italiana.

Nonostante l'allontanamento, seppur temporaneo, dal cinema, Chuck Norris continua a recitare in altre produzioni oltre a Walker Texas Ranger. Nel 1998 scrive, produce e dirige il film-tv La vendetta di Logan avente con protagonista Eddie Cibrian, mentre nel 2000 compare in un episodio della serie americana Più forte ragazzi. Precedentemente, nello specifico nel 1993, Norris ha recitato in un film-tv chiamato Wind in the Wire che ad oggi è difficilmente reperibile, tanto che alcuni siti che riportano la filmografia dell'attore negano persino l'esistenza di tale pellicola.

Anni duemila[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2000 e il 2005 Norris recita solo in cinque film. Nel 2000 è protagonista del film per la televisione The President's Man, nel ruolo di un agente dei serivizi segreti scelto dal presidente per una missione ad alto rischio. Il film ottiene un discreto successo di ascolti, e nel 2002 viene realizzato un sequel, sempre per la televisione, The President's Man 2 - Attacco al centro del potere interpretato insieme al collega di Walker Texas Ranger Judson Mills.

Dopo la chiura di Walker Texas Ranger, nel 2001 inizia la lavorazione di un nuovo film Birdie & Bogey, di cui firma la produzione, interpretato dal figlio Mike Norris e le amiche attrici Janine Turner e Sheree J. Wilson. Il film racconta la storia di un padre che dovra fare i conti con una malattia mortale che colpirà sua figlia. Pellicola molto diversa dai soliti canoni di Norris, il film viene riscoperto nel 2009 dopo la sua uscita in DVD e ottiene un discreto successo.

Il 17 ottobre 2005 la CBS premiò come "Film della settimana" del sabato sera Walker, Texas Ranger: Processo infuocato, film TV basato sulla serie terminata 4 anni prima. Inizialmente, era stato scritto per essere un seguito della suddetta serie televisiva, strutturato in più episodi, ma in via definitiva venne realizzato per essere un film riassuntivo destinato alla televisione, in cui Norris ha ripreso l'interpretazione del ranger Cordell Walker. La pellicola è diretta da Aaron Norris e vede la riconferma di gran parte del cast della serie originale.

Il ritorno al cinema e il nuovo film[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Norris nel 2006

Nel 2003, dopo sette anni di assenza, Norris ritorna sul grande schermo con la pellicola Bells of Innocence, film fantasy in cui è protagonista il figlio Mike Norris mentre Chuck ricopre il ruolo secondario di guida spiriturale del figlio. Il film viene distribuito direttamente in DVD negli USA, e qualche tempo dopo anche nel resto del mondo. Sempre nel 2003 fa un apparizione nei panni di se stesso in un episodio della quarta stagione della serie Prima o poi divorzio intitolato Una guardia speciale. L'anno successivo compare di nuovo nei panni di se stesso nel film comico Palle al balzo - Dodgeball diretto da Rawson Marshall Turber.

A settembre 2005 produce, scrive e interpreta il thriller The Cutter - Il trafficante di diamanti, che segna il suo definitivo ritorno sugli schermi da protagonsita. Il film, nel quale interpreta un investigatore privato che dovrà aiutare una donna a ritrovare lo zio rapito, esce ufficialmente in DVD il 23 novembre 2005, prodotto da Avi Lerner e interpretato assieme all'artista marziale Daniel Bernhardt. Grazie al successo del film, la carriera di Norris riceve un nuovo impulso. Subito dopo decide di lasciare gli schermi cinematografici: The Cutter sarà il suo ultimo film fino al 2012.

I mercenari 2[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2011 cominciano a sollevarsi numerose indiscrezioni che vorrebbero Chuck Norris aggiungersi al cast del sequel de I mercenari - The Expendables diretto da Sylvester Stallone, insieme ad altre stelle dell'action.[40]Il 6 settembre 2011 la Millennium Films, casa produttrice del film, ufficializza l'entrata nel cast di Norris.[41] Il 3 ottobre sono quindi iniziate a Sofia le riprese de I mercenari 2, in cui Norris è stato ingaggiato per un ruolo secondario, Booker un ex mercenario creduto morto, ed ha avuto la possibilità di recitare in un cast costituito prevalentemente da tutte le stelle del cinema d'azione hollywoodiano: Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger, Bruce Willis, Jean-Claude Van Damme, Dolph Lundgren, Jason Statham, Jet Li, Terry Crews e Randy Couture[42].

Il 18 gennaio 2012, poco prima della fine delle riprese del film, viene diffusa la notizia che la pellicola avrà ratin PG-13, anziché 17 come il primo capitolo, a causa di Norris, il quale avrebbe posto alla produzione di modificare buona parte della sceneggiatura, in particolare di eliminare molte delle scurrilità e volgarità presenti nella pellicola, che a suo dire "avrebbero impedito a molti giovani di vederlo. [...] I produttori hanno accettato le mie condizioni e il film sarà classificato nella categoria PG-13".[43] La notizia viene confermata poche ore dopo dallo stesso Stallone, che però ribatte che sarà un film pieno d'azione. Molti fan però contestano questa decisione della produzione, e dopo circa due mesi, il 19 marzo 2012 Stallone riconferma il PG-17 come il film precedente, ufficializzato anche dalla produzione il 30 marzo.[44][45]

Il film è uscito sia nelle sale statunitensi che in quelle italiane il 17 agosto 2012.[46] Si tratta del ritorno sul grande schermo di Norris dopo sette anni dall'ultimo film The Cutter. Durante la première del film tenutasi a Los Angeles, in un'intervista ha dichiarato che sarebbe stato l'unico film della saga in cui avrebbe preso parte, riconoscendo di essersi trovato molto bene a lavorare con tutte quelle icone che hanno aderito al progetto[47].

Progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 la Metro-Goldwyn-Mayer ha annunciato di aver stipulato un contratto con la WWE Studios per la realizzazione di una serie-tv sulla saga di Missing in action, ambientata anni dopo l'ultimo film, con Norris nella veste di supervisore e sceneggiatore della storia.[48] La stesura della sceneggiatura è cominciata nei primi mesi del 2010, e la serie sarebbe dovuta andare in onda nell'autunno 2011 sulla CBS, ma nel dicembre 2010 la MGM non ha ufficializzato la messa in onda della serie, e nell'estate 2011 ha annunciato che l'idea è stata praticamente accantonata.[49]

Chuck Norris era destinato a ritornare sul grande schermo nel 2013 con The Novice. Una pellicola di cui non si è più avuta una conferma definitiva per quanto riguarda l'inizio della sua produzione.[50].

In un'intervista del 6 novembre 2014 all'emittente brasiliana Estadao TV, Norris afferma che avrebbe recitato in un nuovo film intitolato "The Finisher", le cui riprese sarebbero dovute partire a marzo 2015.[51][52] Il progetto, che avrebbe segnato il suo ritorno sugli schermi da protagonista dopo dieci anni da The Cutter - Il trafficante di diamanti, non ha avuto però altre conferme.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Arti marziali e la creazione del Chun Kuk Do[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Chun Kuk Do.

Trasferitosi all'età di 16 anni con la madre e i fratelli in California, si arruola nell'Aviazione Militare Statunitense che lo porta in Corea; qui ha i primi contatti con le arti marziali e si specializza nell'arte autoctona del Tangsudo.

Tornato in California nel 1962, si dedica all'insegnamento delle arti marziali, aprendo diverse scuole e diventando atleta agonista. Vince per 7 anni consecutivi, dal 1968 al 1974, il titolo di campione del mondo di karate e nel 1968 viene inserito nella Hall of Fame riservata alle cinture nere per il conseguimento nell'anno 1996 dell'ottavo Dan nel Taekwondo stile WTF . Nel 1975 viene nominato Istruttore dell'anno, mentre nel 1977 diventa "Uomo dell'anno".

Norris creò l'arte marziale Chun Kuk Do, che era basata sul tangsudo e includeva altre cose da ogni stile di combattimento che conosceva. Come molte altre arti marziali il Chun Kuk Do comprende un codice d'onore e delle regole di vita. Queste regole sono tratte dal codice personale di Chuck Norris, sono le seguenti:

  1. Svilupperò al massimo le mie potenzialità in ogni modo.
  2. Dimenticherò gli errori del passato e farò pressione sulle ambizioni più grandi.
  3. Sarò sempre in uno stato mentale positivo e comunicherò questa sensazione a tutte le persone che incontro.
  4. Lavorerò continuamente per lo sviluppo dell'amore, felicità, lealtà nella mia famiglia e riconoscerò che altro successo non potrà compensare il fallimento nella mia casa.
  5. Cercherò la parte buona in tutte le persone e farò diventare utile questo sentimento.
  6. Se non ho niente di buono da dire riguardo ad una persona, non dirò niente.
  7. Dedicherò così tanto tempo al miglioramento di me stesso che non avrò tempo per criticare gli altri.
  8. Sarò sempre entusiasta per il successo degli altri come lo sono per il mio.
  9. Terrò un atteggiamento di mente aperta verso un punto di vista di un'altra persona, mantenendo come punto fermo quello che so essere veritiero e onesto.
  10. Manterrò rispetto per le autorità e manifesterò questo rispetto sempre.
  11. Rimarrò sempre leale a Dio, il mio Paese, la famiglia e i miei amici.
  12. Rimarrò molto orientato per i miei obiettivi in tutta la mia vita perché questo atteggiamento positivo aiuta la mia famiglia, il mio paese e me stesso.

Il riconoscimento più importante lo riceve però nel 1997 quando viene nominato gran maestro cintura nera di ottavo grado (dan) di taekwondo. Questa rappresenta una delle onorificenze più importanti in questa arte marziale, e Chuck Norris è stato il primo occidentale ad ottenerla.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

La Stella dedicata a Chuck Norris sulla Hollywood Walk of Fame

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Impronta e autografo di Chuck Norris sul marciapiede del Palais des Festivals a Cannes

Soggetto e Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore esecutivo[modifica | modifica wikitesto]

Coreografo[modifica | modifica wikitesto]

I "Chuck Norris facts"[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Chuck Norris facts.

Chuck Norris è stato coinvolto negli ultimi anni da un fenomeno di Internet noto in inglese come Chuck Norris facts; attraverso numerosi media legati a Internet (e-mail, newsgroup, siti web) vengono continuamente diffuse, a scopo goliardico, notizie inventate e inverosimili su di lui.

Molte di esse hanno a che vedere con la forza, la mascolinità e l'abilità nelle arti marziali dell'attore, esagerate con intenti umoristici. Altre esaltano la figura di Chuck Norris come ad un gradino più alto di ogni divinità esistente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Chuck Norris è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chuck Norris, Joe Hyams, 1, in The Secret of Inner Strength; My Story, 1a, Boston, Little, Brown and Co., 1988, p. 6, ISBN 0-316-61191-3.
  2. ^ benché fossero tornei statunitensi erano contraddistinti da tipiche diciture quali "International" o "World Champion", World Karate Federation del resto verrà fondata solo nel 1990
  3. ^ JUDY KLEMESRUD, CHUCK NORRIS -- STRONG, SILENT AND POPULAR, in The NewYork Times, 1º settembre 1985.
  4. ^ Chuck Norris, Questions I am asked most about martial arts, wnd.com, 9 luglio 2007. URL consultato il 21 settembre 2015.
  5. ^ (EN) Chuck Norris Biography, Bio. URL consultato il 28 marzo 2010.
  6. ^ en. At Dinner with: Chuck Norris, The New York Times, 12 maggio 1993.
  7. ^ Mary Hart, At Home and Up-Close with Chuck Norris, su etonline.com, 22 settembre 2004. (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2006).
  8. ^ (EN) The McMartin Daycare Case, www.crimelibrary.com. URL consultato il 29 aprile 2007.
  9. ^ In vendita la casa di Chuck Norris a Dallas
  10. ^ PFC Wieland Clyde Norris, su The Virtual Wall.
  11. ^ PFC Wieland Clyde Norris, su The Virtual Wall.
  12. ^ Associated Press, April 11, 2010
  13. ^ The Filthy Thirteen: The U.S. Army's Real "Dirty Dozen" American Valor Quarterly online, Winter 2008-09. Retrieved April 10, 2010
  14. ^ Laurence H. Suid, Guts and Glory: The Making of the American Military Image in Film, Rev. and expanded, Lexington, University of Kentucky Press, 2002, p. 247, ISBN 0-8131-2225-2..
  15. ^ http://www.bookrags.com/biography/george-jerome-waldo-goodman-dlb/3.html
  16. ^ Box Office Flashback, December 10, 1984, Pop Dose: Pop Culture News, Reviews and Discussion. URL consultato il 7 luglio 2012.
  17. ^ War Movie Mondays, Missing in Action Movie Review, The Flick Cast. URL consultato il 7 luglio 2012.
  18. ^ Susan King, Chuck Norris: Karate Champ Turned Action-film Actor Turned Series Star?, in The Los Angeles Times, 18 aprile 1993. URL consultato il 30 agosto 2010.
  19. ^ Bill Palmer, The Encyclopedia of Martial Arts Movies, Rowman & Littlefield, 1995, p. 255, ISBN 978-0-8108-3027-1.
  20. ^ Lone Wolf McQuade, Chicago Sun Times. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  21. ^ Lone Wolf McQuade, Variety, 31 dicembre 1982. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  22. ^ Vincent Canby, Villainy dispatched in el paso, The New York Times, 16 aprile 1983. URL consultato il 21 gennaio 2011.
  23. ^ Janet Maslin, Movie Review - Missing in Action - SCREEN: NORRIS IN 'MISSING IN ACTION' - NYTimes.com, Movies.nytimes.com, 17 novembre 1984. URL consultato il 29 settembre 2013.
  24. ^ a b Missing in Action Movie Reviews, Pictures, Rotten Tomatoes. URL consultato il 2 luglio 2010.
  25. ^ Missing in Action on AMC Movie Guide, AMC. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  26. ^ Rambo: Pretenders to the Throne, BBC. URL consultato il 2 luglio 2010.
  27. ^ Chuck Norris Breaks The Stereotype In `Code Of Silence`, in Chicago Tribune, 3 maggio 1985. URL consultato il 27 ottobre 2010.
  28. ^ Code of Silence, Variety, 31 dicembre 1984. URL consultato l'8 dicembre 2010.
  29. ^ Invasion U.S.A., in Variety, 31 dicembre 1984. URL consultato il 10 aprile 2011.
  30. ^ Vincent Canby, SCREEN:DELTA FORCE, The New York Times, 14 febbraio 1986. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  31. ^ Siskel & Ebert review Firewalker on At the Movies at YouTube. Retrieved on 2010-11-07 from http://www.youtube.com/watch?v=9ReXLXpmM0M.
  32. ^ Invasion U.S.A., in Chicago Sun Times. URL consultato il 9 aprile 2011.
  33. ^ Il tempio di fuoco: IMDB
  34. ^ Biografia - Chuck Norris
  35. ^ Janet Maslin, Screen: chuck norris in 'missing in action 2', in The New York Times, 2 marzo 1985. URL consultato l'8 agosto 2010.
  36. ^ Jack Mathews, WEEKEND BOX OFFICE, in The Los Angeles Times, 26 gennaio 1988. URL consultato il 21 marzo 2011.
  37. ^ Biografia - Chuck Norris
  38. ^ Kevin Thomas, Chuck Norris Returns With 'Delta Force 2', The Los Angeles Times, 29 agosto 1990. URL consultato il 23 agosto 2010.
  39. ^ Sidekicks (1993), Box Office Mojo. URL consultato il 28 luglio 2011.
  40. ^ Primi rumor su I mercenari 2: arrivano Travolta, Van Damme e Chuck Norris
  41. ^ Chuck Norris e Van Damme confermati per I mercenari 2
  42. ^ Anche Chuck Norris e Van Damme nel cast di 'I mercenari 2'
  43. ^ Chuck Norris non vuole parolacce e il rating si abbassa
  44. ^ Stallone contraddice Chuck Norris
  45. ^ Lundgren conferma il rating R
  46. ^ I mercenari 2
  47. ^ Chuck Norris dice no a 'I mercenari 3'
  48. ^ La MGM studia un nuovo episodio di Missing in action
  49. ^ Missing in action: Mgm says stop
  50. ^ The Novice - Film 2013 - FILMSTARTS.de
  51. ^ Chuck Norris torna con The Finisher
  52. ^ "The Finisher": Chuck Norris torna sul set
  53. ^ [1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN84036229 · LCCN: (ENn82239657 · ISNI: (EN0000 0001 0920 1210 · GND: (DE119291037 · BNF: (FRcb12050984t (data) · NLA: (EN40862755