NuSTAR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nuclear Spectroscopic Telescope Array
Immagine del veicolo
NuSTAR illustration (transparent background).png
Dati della missione
Operatore NASA
NSSDC ID 2012-031A
SCN 38358
Esito in orbita
Vettore Pegasus
Lancio 13 giugno 2012 da Atollo di Kwajalein
Proprietà veicolo spaziale
Massa 350 kg
Strumentazione telescopio Wolter
Programma Explorer
Missione precedente Missione successiva
WISE IRIS

Il Nustar (Nuclear Spectroscopic Telescope Array) è un telescopio spaziale della NASA per l'osservazione dei raggi X che utilizza il telescopio Wolter per rilevare i raggi X da sorgenti presenti nello spazio. Il telescopio è stato lanciato con successo il 13 giugno 2012 con un razzo Pegasus a partire dall'atollo di Kwajalein.

Lo scopo principale del telescopio è quello di individuare e studiare i buchi neri supermassicci (che hanno masse miliardi di volte maggiori di quelle del Sole).

A marzo 2017 è stata pubblicata[1] una ricerca concernente lo studio delle variazioni di temperatura dei gas caldi provenienti da un buco nero. Il buco nero studiato si trova nella galassia attiva IRAS 13224-3809, nella costellazione del Centauro. I venti di materia, creati dai gas caldi espulsi dal buco nero, in base alle misurazioni ottenute possono variare significativamente le loro temperature nel giro di poche ore.[2]

Grazie a NuSTAR è stato possibile proporre una valida ipotesi per la radiosorgente ad alta energia Swift J0042.6 + 4112 nella galassia Andromeda, individuata dall'osservatorio Einstein nel 1970 ed osservata da Swift nel 2013, da Chandra e dalla missione XMM-Newton dell'ESA. Lo studio[3] ha consentito di concludere che tale radiosorgente consista in una pulsar facente parte di un sistema binario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica