Explorer 10

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Explorer 10 (P14)
Immagine del veicolo
Explorer x.jpg
Dati della missione
Operatore NASA
NSSDC ID 1961-010A
SCN 00098
Destinazione orbita terrestre
Satellite di Terra
Esito missione terminata
Vettore Thor-Delta
Lancio 25 marzo 1961 10:17:00, con un vettore Thor-Delta
Luogo lancio Cape Canaveral
Proprietà veicolo spaziale
Massa 79 kg
Strumentazione magnetometri, sonda plasma
Inclinazione 31°
Programma Explorer
Missione precedente Missione successiva
Explorer 9 Explorer 11
Lancio dell'Explorer 10.

L'Explorer 10 fu un satellite statunitense appartenente al Programma Explorer, il suo compito fu studiare i campi magnetici attorno alla Terra.

La missione[modifica | modifica wikitesto]

Explorer 10 fu lanciato il 25 marzo del 1961 tramite il vettore Thor-Delta da Cape Canaveral. Fu immesso in un'orbita alta ellittica e fu stabilizzato con una rotazione sul proprio asse di 0,548 secondi. La missione era lo studio dei campi magnetici e di plasma mentre la sonda navigava nella magnetosfera terrestre e nello spazio circumlunare. Trasmise i dati in tempo reale per 52 ore consecutive. Attualmente è disperso nello spazio.

Il satellite[modifica | modifica wikitesto]

Satellite Explorer 10

Explorer 10 era di forma pressoché cilindrica e non possedeva pannelli solari, ma era alimentato da normali batterie, pertanto la sua vita operativa fu breve. A bordo ospitava tre magnetometri di cui uno ai vapori di rubidio e una sonda al plasma a Coppa di Faraday. Prima di esaurire le batterie trasmise dati per 52 ore e raggiunse la distanza dalla terra di 42,3 raggi terrestri.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica