Natal'ja Osipova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Natalia Osipova in "Le fiamme di Parigi"

Natalia Petrovna Osipova (in russo: Наталья Петровна Осипова?; Mosca, 18 maggio 1986) è una ballerina russa, attualmente prima ballerina presso il Royal Ballet di Londra e il Teatro Michajlovskij di San Pietroburgo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Natal'ja Osipova è nata a Mosca il 18 maggio 1986 e ha iniziato la sua formazione di ballerina all'età di otto anni presso la scuola di ballo di Mikhail Lavrovsky, completando gli studi nel 2004 presso la scuola del Balletto Bol'šoj, sotto la tutela sia di Marina Kotova che di Marina Leonova.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

A 18 anni viene promossa membro del corpo di ballo del Balletto Bol'šoj. Nel 2005 ha danzato il ruolo di Kitri in Don Chisciotte nella produzione di Alexei Fadeyechev. Riscosse un grande successo di critica, venendo promossa ballerina solista nel 2006. Nel 2007 fu poi nominata una delle "25 ragazze talentuose da tenere d'occhio" dalla rivista, Dance Magazine, mentre nel 2009 le viene consegnato il Prix Benois de la Danse e promossa a solista principale. Nel 2010 è diventata la ballerina principale al Bol'šoj, ma, nel 2011 rassegna le dimissioni dalla compagnia giustificandosi attraverso il concetto di "libertà artistica".[2]

Dopo aver lasciato il Bol'šoj, si è unita come ospite all'American Ballet Theatre per la stagione in corso alla Metropolitan Opera House. Ha ballato Don Chisciotte con José Manuel Carreño, e con David Hallberg, sia La bella Addormentata che il Romeo e Giulietta. Una settimana prima della sua esibizione ne La bella addormentata, ha subito un lieve incidente durante il quale ha subito solo piccole contusioni che non hanno compromesso la sua prestazione. Nel dicembre 2011 è entrata a far parte del Mikhailovsky Ballet.

L'8 aprile 2013, Osipova si è unita al Royal Ballet come ballerina principale, dopo aver ballato come ospite nel Lago dei cigni in un modo strepitoso. Per giustificare la sua adesione, la Osipova ha citato il suo repertorio ampio e diversificato. Ha debuttato il 21 novembre 2013, nella balletto Romeo e Giulietta, in collaborazione con Carlos Acosta. Ha anche ballato in Lo schiaccianoci e Giselle, con Acosta e Federico Bonelli.

Nel 2016, ha interpretato il ruolo di Anastasia / Anna Anderson in un balletto con lo stesso nome.

Nel 2018, Osipova è apparsa con David Hallberg in Pure Dance, un balletto raffinato di The Leaves Are Fading di Antony Tudor del 1975.

Nel 2019, Osipova ha interpretato il ruolo di una madre in The Mother of Arthur Pita e nel giugno dello stesso anno è apparsa nel film documentario di Gerald Fox Force of Nature. Osipova si è esibito anche con David Hallberg, ballando il ruolo del protagonista in Giselle al Lincoln Center di New York.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Fu l'esordio nel ruolo di Kitri nel balletto Don Chisciotte il 7 novembre 2005 che la rese famosa e promossa a ballerina solista.

Ruoli e Ruoli Creati

Eventi pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Richard Sherrington Award per il miglior ballerino femminile
  • UK National Dance Awards
  • Premio Golden Mask come miglior ballerino femminile per Twyla Tharp 's In The Upper Room
  • Positano Dance Award Premio Leonide Massine per il miglior duetto di La Sylphide
  • L'associazione internazionale di ballo Prize Benois de la Danse

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Natalia Osipova — People — Royal Opera House, su www.roh.org.uk. URL consultato il 25 ottobre 2020.
  2. ^ (EN) Daniel J. Wakin, Bolshoi Is Stung by Loss of Two Stars, su ArtsBeat, 14 novembre 2011. URL consultato il 25 ottobre 2020.
  3. ^ Sara Zuccari, Lo spettacolo della settimana,, in [[RCS MediaGroup]], 1º settembre 2011. URL consultato il 7 aprile 2021.
Controllo di autoritàVIAF (EN29354680 · ISNI (EN0000 0000 5109 751X · LCCN (ENno2008129017 · GND (DE1066849560 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008129017