Naja Marie Aidt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Naja Marie Aidt nel 2008

Naja Marie Aidt (Aasiaat, 24 dicembre 1963) è una scrittrice e poetessa danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata ad Aasiaat, in Groenlandia, nel 1963, vive e lavora a Brooklyn[1].

A partire dal suo esordio nel 1991 con la raccolta di poesie Så længe jeg er ung ha pubblicato altre sette collezioni di liriche, cinque di racconti e un romanzo accomunati da uno stile minimalista e da tematiche intime e spesso autobiografiche (come la morte del figlio trattata in Har døden taget noget fra dig så giv det tilbage del 2017)[2].

Ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari scandinavi, il più importante dei quali è stato il Nordisk råds litteraturpris del 2008 per i racconti contenuti in Bavian[3]. Le sue opere hanno ottenuto il plauso della critica internazionale, valendole candidature e premi in Europa e in America. Tra queste, una candidatura al National Book Award per la miglior opera straniera.

La sua prosa è in corso di traduzione italiana presso l'editore letterario Utopia.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Så længe jeg er ung (1991)
  • Et vanskeligt møde (1992)
  • Det tredje landskab (1994)
  • Huset overfor (1995)
  • Fra digterens hånd (1996)
  • Rejse for en fremmed, digte (1999)
  • Poesibog (2008)
  • Alting Blinker (2009)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Den blomstrende have (1993)
  • Come volano gli angeli (Vandmærket, 1993), Bologna, Pendragon, 2004 traduzione di Leslie Maria Negro ISBN 88-8342-349-6.
  • Tilgang (1995)
  • Omstændigheder (1995)
  • Bavian (2006)

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sten saks papir (2012)

Biografici[modifica | modifica wikitesto]

  • Se la morte ti ha tolto qualcosa, tu restituiscilo (Har døden taget noget fra dig så giv det tilbage, 2017), Milano, Utopia, 2021 traduzione di Ingrid Basso ISBN 1280084324

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Siska (2000)

Scritti con Mette Moestrup[modifica | modifica wikitesto]

  • Frit flet (2014)
  • OMINA (2016)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda dell'autrice, su wordswithoutborders.org. URL consultato il 16 novembre 2018.
  2. ^ (DA) Analisi dell'opera, su litteratursiden.dk. URL consultato il 16 novembre 2018.
  3. ^ (DA) Charlotte Persøe, Naja Marie Aidt får Nordisk Råds Litteraturpris, su dr.dk, 29 febbraio 2008. URL consultato il 16 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2552448 · ISNI (EN0000 0001 1946 0662 · LCCN (ENn96008175 · GND (DE122627407 · BNF (FRcb12379157t (data) · BNE (ESXX5080280 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n96008175