Nordisk råds litteraturpris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Nordisk råds litteraturpris (Premio letterario del Consiglio nordico) è un prestigioso premio letterario scandinavo assegnato a scrittori di provenienza scandinava di alto livello artistico e letterario[1]. Istituito nel 1962 in Danimarca, il premio consiste in 350.000 corone danesi[1]: possono vincere romanzi, raccolte poetiche, saggi, opere teatrali in tutte le lingue scandinave, se principali - ovvero Danese, Svedese e Norvegese - pubblicate anche a due anni di distanza, se secondarie - come ad esempio le lingue sami (tuttavia, per queste ultime è previsto un riconoscimento secondario). L'intento del premio è far sì che si conoscano, l'un l'altra, le principali Letterature nordiche[1].

Ad assegnare il premio sono i rappresentanti del Consiglio nordico, provenienti da ciascuno dei cinque paesi membri principali - Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca e Islanda - ed esperti della Letteratura locale e limitrofa[1]. Altri possono essere consultati, provenienti dalle Isole Åland, dalle Fær Øer, dalla Groenlandia o dalle zone di lingua sami.

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Notabili per Paese[modifica | modifica wikitesto]

Danimarca[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene il premio sia assegnato in Danimarca, il primo vincitore danese, Klaus Rifbjerg, si è avuto solo nel 1970 - a otto anni dal primo. Tuttavia, già l'anno dopo ci fu il secondo, Thorkild Hansen: è l'unico caso di due vincitori connazionali che si sono succeduti nell'arco di un anno.

Nel 1999 Pia Tafdrup è stata la prima vincitrice danese.

Finlandia[modifica | modifica wikitesto]

Väinö Linna è stato il secondo vincitore cronologico, nel 1963, e il primo vincitore finlandese. Il secondo, Veijo Meri, avrebbe poi vinto solo dieci anni dopo, nel 1973, seguito però quasi subito - solo due anni dopo (1975) - dal terzo, Hannu Salama e - ancora due anni dopo (1977) - dal quarto, Bo Carpelan. Carpelan è stato il primo poeta finlandese ad essere premiato.

Nel 1985 Antti Tuuri è stato il quinto vincitore, ma il sesto, Tua Forsström - la prima donna finlandese e la prima vincitrice donna in assoluto -, si è avuto solo nel 1998. La seconda donna finlandese a vincere è stata Sofi Oksanen, nel 2010.

Groenlandia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2021 Niviaq Korneliussen è diventata la prima scrittrice groenlandese a ricevere l'ambito riconoscimento per il romanzo Naasuliardarpi.[2]

Islanda[modifica | modifica wikitesto]

Il primo vincitore islandese si è avuto 14 anni dopo l'istituzione del premio, nel 1976: è stato lo scrittore Ólafur Jóhann Sigurðsson. Cinque anni dopo, nel 1981, si è avuto il secondo, Snorri Hjartarson. Thor Vilhjálmsson, il terzo, vinse nel 1988. Altri vincitori notevoli sono stati Einar Már Guðmundsson nel 1995 e, nel 2005, Sjón - che è forse oggi il più noto di questi.

Isole Fær Øer[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1965 il grande William Heinesen fu insignito del premio in ex aequo con lo svedese Olof Lagercrantz: è stato il primo vincitore delle Isole Fær Øer. Il secondo - e, ad oggi (2013), ultimo vincitore è stato il meno noto Rói Patursson.

Norvegia[modifica | modifica wikitesto]

Petterson riceve il Nordisk råds litteraturpris a Stoccolma nel 2009

Il terzo vincitore cronologico è stato il primo vincitore norvegese, Tarjei Vesaas, seguito, a distanza di tre anni, dal secondo, Johan Borgen. Dopo 12 anni, si è avuto il terzo, Kjartan Fløgstad e, dopo altri nove, il quarto Herbjørg Wassmo, seguito però, a soli due anni, dal quinto Dag Solstad.

Per Petterson, vincitore nel 2009, ha poi raggiunto, grazie al premio, il successo internazionale.

Merethe Lindstrøm, vincitrice nel 2012, è stata la prima scrittrice norvegese a vincere.

Sami[modifica | modifica wikitesto]

Nils-Aslak Valkeapää, vincitore nel 1991, è ad oggi (2016) l'unico vincitore di provenienza sami.

Svezia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo vincitore assoluto è stato, nel 1962, lo svedese Eyvind Johnson - poi vincitore del premio Nobel nel 1974. Nei primi dieci anni di vita del premio (1962-72) sono stati premiati ben sei autori svedesi: il già citato Johnson, Olof Lagercrantz, Gunnar Ekelöf, Per Olof Sundman, Per Olov Enquist - che, di questi, è quello che avrebbe poi vinto di più, anche a livello internazionale - e Karl Vennberg. Nella seconda decade (1972-82), però, i vincitori svedesi sono stati soltanto due: Ivar Lo-Johansson e Sven Delblanc.

Il grande poeta Tomas Tranströmer - che, con Johnson, è l'unico vincitore poi insignito anche del premio Nobel - ha vinto nel 1990, anche lui ben prima di ricevere il Nobel.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornate al 2021

Numero di vincitori per Paese
Paese Numero di vincitori
Svezia Svezia 15
Finlandia Finlandia 11
Norvegia Norvegia 11
Danimarca Danimarca 9
Islanda Islanda 8
Fær Øer Fær Øer 2
Groenlandia Groenlandia 1

È capitato che venissero premiati degli autori per un'opera scritta nella lingua nazionale di un altro Paese. Ciò è successo quattro volte con la Finlandia (1977, 1998, 2014 e 2020) e in un'occasione con le isole Fær Øer (1965). Caso particolare è stato quello del finlandese Nils-Aslak Valkeapää, che nel 1991 ha vinto con una raccolta di poesia nella lingua del suo popolo, il sami.

Numero di vincitori per lingua
Lingua Numero di vincitori
Svezia svedese 20
Danimarca danese 13
Norvegia norvegese 11
Islanda islandese 8
Finlandia finlandese 6
Fær Øer faroese 1
Groenlandia groenlandese 1
Lapponia sami 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d About the Nordic Council Literature Prize, su norden.org, 23 luglio 2020. URL consultato il 23 luglio 2020.
  2. ^ (EN) Kevin McGwin, Niviaq Korneliussen becomes the first Greenlandic author to win a top Nordic book prize, su arctictoday.com, 3 novembre 2021. URL consultato il 6 novembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]