Myrmecophilus acervorum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Grillo mirmecofilo di Panzer
Myrmecophila acervorum.jpg
Femmina di Myrmecophilus acervorum
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Polyneoptera
Sezione Orthopteroidea
Ordine Orthoptera
Sottordine Ensifera
Superfamiglia Grylloidea
Famiglia Myrmecophilidae
Tribù Myrmecophilini
Genere Myrmecophilus
Specie M. acervorum
Nomenclatura binomiale
Myrmecophilus acervorum
(Panzer, 1799)
Sinonimi

Blatta acervorum
Panzer, 1799

Il grillo mirmecofilo di Panzer (Myrmecophilus acervorum (Panzer, 1799)) è un ortottero mirmecofilo appartenente alla famiglia Myrmecophilidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono ortotteri di piccole dimensioni (2,5-4 mm), dal corpo ovaliforme, appiattito, privi di ali, di colore bruno-rossastro.[2]
La femmina ha un ovopositore lungo 1,5-1,8 mm.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie compie il suo intero ciclo vitale come ospite cleptoparassita di colonie di diverse specie di Formicidae, nutrendosi del rigurgito delle operaie (trofallassi) o predando larve e uova.[2] Per evitare di essere riconosciuta, assume lo stesso odore della specie parassitata, modificando la composizione degli idrocarburi della sua cuticola[3]. Tra le specie parassitate vi sono Lasius spp. (L. alienus, L. flavus, L. niger), Formica spp., Tetramorium spp., Camponotus spp., Messor spp., Myrmica spp., Polyergus spp., Tapinoma spp.[1][4].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproduce per partenogenesi[2]. Le femmine depongono le loro uova nei formicai di specie di piccole dimensioni. Lo sviluppo delle neanidi dura due anni, durante i quali esse migrano nei formicai di specie via via più grandi. L'aspettativa di vita dell'insetto adulto è di circa due anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie ha un areale che comprende buona parte dell'Europa, il Nordafrica e il Medio Oriente[5].

In Europa è certamente presente in Spagna, Italia, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Bosnia ed Erzegovina, Serbia, Kosovo, Montenegro, Croazia, Polonia, Bulgaria, Romania, Ungheria e Russia centrale. Dubbia la presenza in Francia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) D.C. Eades, D. Otte, M.M. Cigliano e H. Braun, Myrmecophilus acervorum (Panzer, 1799), in Ortoptera Species File Online. Version 5.0/5.0. URL consultato il 7 luglio 2013.
  2. ^ a b c Fontana P., Buzzetti F.M., Cogo A., Odè B., Myrmecophilus acervorum (Panzer, 1799), in Guida al riconoscimento e allo studio di Cavallette, Grilli, Mantidi e insetti affini del Veneto, Vicenza, Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, 2002, p.389, ISBN 88-900184-3-7.
  3. ^ Akino, T., Mochizuki, R., Morimoto M. & R. Yamoka, Chemical camouflage of Myrmecophilous Cricket Myrmecophilus sp. to be Integrated with Several ant species, in Japanese Journal of Applied Entomology and Zoology 1996; 40(1): 39-46.
  4. ^ Stalling T, Myrmecophilus acervorum (Orthoptera: Myrmecophilidae) [collegamento interrotto], in Ameisengrille - Antloving Cricket – Fourmigril, 2010.
  5. ^ (EN) Taxon details: Myrmecophilus acervorum, in Fauna Europaea version 2.6.2, Fauna Europaea Web Service, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]