Museo dell'industria e del lavoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo dell'industria e del lavoro
MUSIL logo.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàBrescia
Caratteristiche
Tipoarcheologia industriale
Apertura2005
DirettorePier Paolo Poggio
Sito web

Il museo dell'Industria e del lavoro di Brescia (MusIL) è dedicato a Eugenio Battisti quale riconoscimento alla sua attività di studioso della modernità in generale e come iniziatore, in Italia, degli studi di archeologia industriale in particolare.

Il museo si estende in uno spazio di 15 000 m² ricavato dal riutilizzo di una fabbrica di inizio Novecento e possiede diverse sezioni, anche distaccate in altri luoghi del bresciano:

  • Il museo dell'Energia Idroelettrica a Cedegolo, in Val Camonica (in un'ex centrale Enel);
  • Il museo del Ferro, costituito in un'antica fucina del Borgo di San Bartolomeo;
  • La Fondazione MusIL a Rodengo Saiano dove sono annoverati grossi macchinari risalenti al decollo industriale fra '800 e '900;
  • La Fabbrica del Cinema.

Dal 2009 è aperta una sezione dedicata al Cinema. A Rodengo Saiano sono conservati macchinari, videoteca e archivi della Gamma Film, uno studio grafico italiano fondato dai fratelli Gino e Roberto Gavioli nel 1953 a Milano, particolarmente attivo negli anni sessanta nel mondo della pubblicità televisiva (Carosello) e dell'animazione per l'infanzia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENno2006068686 · WorldCat Identities (ENno2006-068686