Museo dei trasporti Ogliari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo dei trasporti Ogliari
Museo Trasporti Ogliari 1.JPG
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàRanco
Caratteristiche
TipoMezzi di trasporto
FondatoriFrancesco Ogliari
Apertura1954
Chiusura2014

Coordinate: 45°47′48.78″N 8°35′00.98″E / 45.796883°N 8.583606°E45.796883; 8.583606

Esempio di reperto falso conservato al museo: una vettura tranviaria proveniente dalla tranvia della Certosa di Pavia, malamente truccata e presentata come tram della linea Milano-Monza

Il Museo dei trasporti Ogliari era un museo dei trasporti situato a Ranco.

Esso raccoglieva un gran numero di mezzi di trasporto soprattutto ferroviario e stradale, di un periodo compreso dal XVIII secolo alla seconda metà del XX secolo.

Una sua particolarità, sin dalla fondazione nel 1954, era l'ingresso gratuito in quanto secondo lo spirito del suo fondatore Francesco Ogliari, il patrimonio della cultura doveva essere un bene assolutamente alla portata di tutti.

L'esposizione si articolava con la presentazione di carrozze a traino animale, per passare il testimone al tempo delle locomotive a vapore sino a giungere ai primi locomotori elettrici, nonché ai tram ai filobus e alle metropolitane.

Tra le altre cose che si potevano incontrare lungo il percorso espositivo vi erano molti manufatti relativi a funivie, funicolari e ferrovie a cremagliera; senza dimenticare alcuni esempi di automobili, autobus e motociclette d'epoca.

Abbondante poi la presenza di falsi storici presentati come autentici e di targhe e motti riconducibili all'epoca fascista.

Il 1º ottobre 2014 il Museo venne chiuso al pubblico. Parte dei reperti raccolti furono trasferiti al museo di Volandia, nel comune di Somma Lombardo: in tale museo parte della collezione è esposta dal 4 settembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Pietrangeli Il Museo Europeo dei Trasporti Ogliari, edizioni Arzaghetto, Montichiari (bs), 2017

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]