Muscolo obliquo superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Muscolo obliquo superiore
Eyemuscles.png
La figura mostra il muscolo obliquo superiore (indicata con il numero 6)
Anatomia del Gray (EN) Pagina 1022
Sistema Sistema muscolare
Inserzione sclera
Azioni rotazione laterale dell'occhio
Nervo nervo trocleare
Identificatori
TA A15.2.07.016
FMA 49039

Il muscolo obliquo superiore (o trocleare, perché impegna la struttura fibrosa detta troclea) è uno dei sei muscoli striati che consente il movimento del bulbo oculare[1].

Origine ed inserzione[modifica | modifica wikitesto]

Origina dal contorno mediale del foro ottico e si dirige avanti sul tetto dell'orbita con un tendine che passa per la troclea, un piccolo anello fibrocartilagineo posto nell'angolo supero-mediale del tetto dell'orbita. Superata la troclea cambia direzione e si dirige lateralmente, inserendosi sul quadrante supero-esterno dell'emisfero posteriore del bulbo oculare per inserirsi sulla sclera, obliquamente e dietro l'equatore.[2]

Innervazione[modifica | modifica wikitesto]

È innervato dal nervo trocleare.

Azione[modifica | modifica wikitesto]

L'azione di questo muscolo consiste nello spostare il polo posteriore del bulbo oculare in alto e medialmente, permettendo così all'occhio di ruotare in basso e tempialmente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]