Muscoli intercostali interni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muscoli intercostali interni
Anatomia del Gray (EN) Pagina 403
Sistema Sistema muscolare
Origine margine inferiore delle coste
Inserzione margine superiore delle coste sottostanti
Antagonista muscoli intercostali esterni
Nervo nervi intercostali
Identificatori
TA A04.4.01.013
FMA 74085
Posizione dei muscoli intercostali esterni (in rosso). Scapole semitrasparenti. Animazione 3D.

I muscoli intercostali interni sono un gruppo di muscoli scheletrici estesi fra le coste. Sono 11 per lato. Si estendono anteriormente dallo sterno tra le cartilagini delle coste vere e dalle estremità anteriori delle cartilagini costali delle coste false, e arrivano posteriormente fino all'angolo costale per poi arrivare alla colonna vertebrale attraverso una sottile aponeurosi chiamata membrana intercostale posteriore.

Ogni singolo muscolo ha origine dalla superficie interna della costa o della cartilagine costale e si inserisce sul solco superiore della cartilagine sottostante. Sono innervati dai nervi intercostali.[1] Le fibre si dirigono obliquamente in direzione opposta a quella dei muscoli intercostali esterni.

Sono muscoli espiratori in quanto sono in grado di abbassare e portare indietro le coste, comprimendo la gabbia toracica e favorendo la fuoriuscita d'aria. Come tutti i muscoli espiratori sono usati solo in caso di espirazioni forzate e non nella espirazione normale che è un processo passivo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Seeley's Principles of Anatomy and Physiology by Philip Tate
  2. ^ Anatomy and Physiology: The Unity of Form and Function 5th Edition by Kenneth Saladin

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina