Moirago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moirago
frazione
Moirago – Veduta
La chiesa parrocchiale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitana Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Comune Zibido San Giacomo-Stemma.png Zibido San Giacomo
Territorio
Coordinate 45°22′09″N 9°08′11″E / 45.369167°N 9.136389°E45.369167; 9.136389 (Moirago)Coordinate: 45°22′09″N 9°08′11″E / 45.369167°N 9.136389°E45.369167; 9.136389 (Moirago)
Altitudine 100 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Targa MI
Nome abitanti moiraghesi
Patrono San Vincenzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Moirago
Moirago

Moirago è una frazione del comune italiano di Zibido San Giacomo posta a nordest del centro abitato, nelle immediate vicinanze di Rozzano. Ha costituito un comune autonomo fino al 1841.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Moirago era un piccolo centro abitato del milanese di antica origine, e confinava con Gudo Gambaredo e Bazzanella a nord, Rozzano e Torriggio ad est, Basiglio e Badile a sud, e Zibido San Giacomo ad ovest. Al censimento del 1751 la località fece registrare 300 residenti, scesi a 293 nel 1771, e risultava sede di parrocchia.

In età napoleonica, nel 1805, la popolazione era scesa a 230 unità, e nel 1809 il municipio si allargò annettendo il territorio di Badile per un totale di 386 residenti[2], ma nel 1811 fu a sua volta soppresso ed incorporato a San Pietro Cusico[3]; tutti i centri recuperarono comunque l'autonomia nel 1816, in seguito all'istituzione del Regno Lombardo-Veneto, seppur venendo spostati in Provincia di Pavia.[4]

Furono in seguito gli stessi governanti tedeschi a riconoscere la necessità di una razionalizzazione della rete amministrativa della zona, e quindi il municipio fu definitivamente soppresso dagli austriaci il 23 gennaio 1841, venendo annesso alla vicina Vigonzino[5], a sua volta successivamente confluita nel territorio comunale di Zibido San Giacomo.[6].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1880 e il 1936 la località ospitò una fermata della Tranvia Milano-Pavia[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dispaccio governativo 23 gennaio 1841
  2. ^ Decreto 4 novembre 1809 a
  3. ^ Decreto 8 novembre 1811
  4. ^ Notificazione 12 febbraio 1816
  5. ^ Prospetto aggregazioni di comuni 1842
  6. ^ Comune di Moirago
  7. ^ Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le Tranvie extraurbane milanesi 1876-1980, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1980.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]