Macchi M.6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Macchi M.6
Macchi M.6.jpg
Descrizione
Tipoidrocaccia
Equipaggio1
ProgettistaCarlo Felice Buzio
Luigi Calzavara
CostruttoreItalia Macchi
Data primo volo1917
Esemplari1
Dimensioni e pesi
Lunghezza8,08 m
Apertura alare11,90 m
Altezza2,85 m
Superficie alare29,0
Peso a vuoto760 kg
Peso carico1 030 kg
Propulsione
Motoreun Isotta Fraschini V.4B
Potenza160 CV (119 kW)
Prestazioni
Velocità max189 km/h
Velocità di crociera152 km/h
Velocità di salita200 m/min
Autonomia3 h
Armamento
Mitragliatriciuna Vickers calibro 7,7 mm

i dati sono estratti da Уголок неба[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Macchi M.6 fu un idrocaccia monomotore monoposto e biplano realizzato dall'azienda aeronautica italiana Società Anonima Nieuport-Macchi negli anni 1910 del XX secolo.

Sviluppato parallelamente al Macchi M.5 del quale condivideva la maggior parte dei componenti, ad una prova comparativa gli venne preferito l'altro modello ed il programma di sviluppo venne interrotto.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Durante la produzione dell'idrocaccia Macchi M.3 la direzione tecnica dell'azienda iniziò a progettare dei successivi sviluppi che ne migliorassero ulteriormente le caratteristiche. Vennero progettati quindi l'M.4, ancora molto simile al precedente e gli M.5 ed M.6, che si scostavano maggiormente dal progetto originale. I due modelli erano molto simili e condividevano sia lo scafo, dotato di identico impennaggio, che il gruppo motoelica, montato come tutti i modelli precedenti in configurazione spingente.

Solo l'ala, pur conservando la stessa configurazione biplano-sesquiplana, introduceva delle differenze tra i due modelli. Vennero quindi realizzati i due prototipi che furono oggetto di una serie di prove comparative alla fine delle quali prevalse l'M.5 in quanto le prestazioni sostanzialmente equivalenti non giustificavano la maggiore complessità della velatura realizzata per l'M.6. Il primo venne quindi avviato alla produzione in serie e per il secondo cessò ogni programma di sviluppo.[1]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Macchi M.6 in Уголок неба.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) William Green, Gordon Swanborough, The Complete Book of Fighters, 1st Edition, New York, Smithmark Publishing, settembre 1995, ISBN 0-8317-3939-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]