Lorenza Bonaccorsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lorenza Bonaccorsi
Lorenza Bonaccorsi daticamera.jpg

Presidente del I Municipio di Roma
In carica
Inizio mandato 18 ottobre 2021
Predecessore Sabrina Alfonsi

Sottosegretario di Stato al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Durata mandato 16 settembre 2019 –
13 febbraio 2021
Cotitolare Anna Laura Orrico
Capo del governo Giuseppe Conte
Predecessore Lucia Borgonzoni
Gianluca Vacca
Successore Lucia Borgonzoni

Assessore al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio
Durata mandato 23 marzo 2018 –
16 settembre 2019
Presidente Nicola Zingaretti

Deputata della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 marzo 2013 –
22 marzo 2018
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione Lazio 1
Incarichi parlamentari
7ª Commissione Cultura, scienza e istruzione (dal 09/07/2015 al 22/03/2018)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico (dal 2007)
In precedenza:
PCI (1983-1991)
PDS (1991-1998)
DS (1998-2007)
Titolo di studio Laurea in storia dell'economia
Università Università degli Studi di Milano
Professione Politica; Impiegata

Lorenza Bonaccorsi (Roma, 20 luglio 1968) è una politica italiana, dal 18 ottobre 2021 presidente del I Municipio di Roma.

È stata deputata alla Camera nella XVII legislatura della Repubblica, Assessore al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio e dal 13 settembre 2019 al 13 febbraio 2021 sottosegretario di Stato al ministero per i beni e le attività culturali nel secondo governo Conte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureata in Storia Economica alla statale dell’Università degli Studi di Milano,[1] ha conseguito un master in Relazioni Pubbliche Europee e due specializzazioni presso la Scuola Superiore di Amministrazione Pubblica e degli Enti Locali di Roma.

Tra il 1997 e il 2013 ricopre diversi ruoli dirigenziali presso la Regione Lazio, come Responsabile delle Relazioni Istituzionali e dei Rapporti con l’Unione Europea, e per la Fondazione Musica per Roma.[1]

Tra il 2006 e il 2008 coordina la segreteria politica del Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, durante il secondo governo presieduto da Romano Prodi.

Nel dicembre 2012 vince nel Lazio le primarieParlamentarie” indette dal Partito Democratico (PD) per la scelta dei candidati alle successive elezioni politiche del 24 e 25 febbraio[2]. Alle elezioni politiche del 2013 viene candidata, e successivamente eletta, alla Camera dei Deputati tra le liste del PD nella circoscrizione Lazio 1.[3] Nella XVII legislatura della Repubblica italiana ricopre gli incarichi nella 7ª Commissione Cultura, scienza e istruzione, Commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni, nella Commissione di Vigilanza Rai, nella Commissione parlamentare d'inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni e sugli investimenti complessivi riguardanti il settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Alle primarie del Partito Democratico dell'8 dicembre 2013 è stata nominata membro della Direzione nazionale del Partito Democratico.[4]

A settembre 2014 viene scelta come Responsabile nazionale della Cultura e Turismo nella segreteria nazionale del Partito Democratico guidata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, segreteria definita da Gianni Cuperlo plurale e non unitaria come richiesto, ricoprendo l'incarico fino al maggio 2017.[5]

Alle elezioni politiche del 2018 viene candidata nel collegio uninominale di Roma-Castel Giubileo alla Camera dei deputati, per la coalizione di centro-sinistra in quota PD, ma viene sconfitta, giungendo dietro alla candidata del centro-destra Annagrazia Calabria (25,36%) e all'esponente del Movimento 5 Stelle Riccardo De Angelis.[6][7]

Dal marzo 2018 all'agosto 2019 è Assessore al Turismo e alle Pari opportunità della Regione Lazio, durante la Giunta guidata dal Presidente Nicola Zingaretti.

Dal 13 settembre 2019 è Sottosegretario del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo del Governo Conte II, rimanendo in carica per l'intera durata dell'esecutivo, sino al febbraio 2021.

In vista delle elezioni amministrative del 2021, viene candidata come Presidente del Municipio Roma I per la coalizione di centro-sinistra, dove dopo aver ottenuto al primo turno il 40% dei consensi[8], viene eletta al ballottaggio con il 66,38% dei voti, contro il 33,62% del candidato del centro-destra Lorenzo Santonocito.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lorenza Bonaccorsi, su Partito Democratico. URL consultato il 3 novembre 2020.
  2. ^ Alessandro Capponi, Primarie del Pd, exploit delle donne Sorpresa Madia: «Dicevano che ero da listino», su Corriere della Sera Roma. URL consultato il 3 novembre 2020.
  3. ^ Camera Lazio 1: tutti i nomi dei deputati eletti |, su Blitz quotidiano, 26 febbraio 2013. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  4. ^ Direzione nazionale Pd: ecco i nomi di tutti i 120 membri, 20 sindaci, ex premier... |, su Blitz quotidiano, 16 dicembre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2021.
  5. ^ Pd, nomi nuova segreteria di Renzi: 8 donne e 7 uomini FOTO |, su Blitz quotidiano, 17 settembre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  6. ^ Elezioni 2018, tutti i candidati a Roma: l'elenco delle sfide e la mappa dei collegi della Camera e del Senato, su Blitz quotidiano, 4 marzo 2018. URL consultato il 21 ottobre 2021.
  7. ^ Elezioni Camera Uninominale: i risultati del collegio 03 Castel Giubileo, su RomaToday. URL consultato il 21 ottobre 2021.
  8. ^ Risultati elezioni I Municipio di Roma: Bonaccorsi avanti con il 40% al ballottaggio con Santonocito, su Roma Fanpage. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  9. ^ Risultati ballottaggio I Municipio Roma: vince Lorenza Bonaccorsi, è la nuova presidente, su Roma Fanpage. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  10. ^ Anna Grazia Concilio, Elezioni Roma 2021: tutte le sfide per i 15 municipi, su Roma Today. URL consultato il 5 settembre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]