Living Space

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Living Space
ArtistaJohn Coltrane
Tipo albumStudio
Pubblicazione10 marzo 1998
Durata36:53
Dischi1
Tracce5
GenereFree jazz
EtichettaImpulse! Records
Registrazione10 & 16 giugno 1965
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
The Penguin Guide to Jazz 3/4 stelle[1]
Pitchfork Media 9/10 stelle[2]

Living Space è un album discografico registrato nel 1965 dal musicista jazz statunitense John Coltrane. Il disco venne pubblicato postumo il 10 marzo 1998 dalla Impulse! Records.

Disco[modifica | modifica wikitesto]

Il materiale presente in Living Space proviene dalla gran quantità di registrazioni in studio che John Coltrane fece nel 1965. L'album, pubblicato postumo ben 31 anni dopo la morte del sassofonista, è atipico sotto diversi aspetti; si tratta dell'ultimo disco nel quale Trane suonò il sax soprano in studio, anche se non alla maniera nel quale era solito fare (come in My Favorite Things, Afro Blue, Chim Chim Cheree, The Inch Worm, ecc.). Inoltre, Coltrane sovraincise la sua parte strumentale all'inizio e alla fine della title track; creando l'effetto straniante del suono di due sax soprano lievemente fuori sincrono.

Altra traccia notevole è il secondo brano "senza titolo" (la traccia indicata con il numero del nastro "90320"). Sebbene la musica di Coltrane divenne sempre più "free" ed avanguardistica nella prima parte del 1965, la sezione ritmica spesso suonava ritmi swing abbastanza regolari nell'accompagnare le improvvisazioni ardite del suo sassofono. In questa traccia invece Tyner, Garrison e Jones abbandonano il semplice "tenere il tempo" in favore di un'improvvisazione collettiva. Questo brano anticipa la musica che il quartetto inciderà negli album Sun Ship e First Meditations (for quartet), come anche il materiale che Coltrane avrebbe inciso successivamente senza Tyner e Jones, quando i due lasciarono il gruppo.

Dusk Dawn contiene un lungo assolo di contrabbasso ad opera di Jimmy Garrison nella sezione mediana mentre Coltrane suona soltanto all'inizio e alla fine della composizione. Last Blues, con i suoi quattro minuti e mezzo di durata la traccia più breve dell'album, è uno riempitivo senza particolari note d'interesse.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Living Space – 10:20
  2. Untitled Original 90314 – 14:45
  3. Dusk Dawn – 10:48
  4. Untitled Original 90320 – 10:44
  5. Last Blues – 4:22
  • Registrato il 10 e il 16 giugno 1965.

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Cook e Brian Morton, The Penguin Guide to Jazz Recordings, 9th, Penguin, 2008, p. 292, ISBN 978-0-14-103401-0.
  2. ^ Ryan Schreiber, John Coltrane : Living Space, in Pitchfork Review, Pitchfork Media, 13 dicembre 1999. URL consultato il 17 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2004).
Jazz Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz