Linda Hunt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice non protagonista 1984

Linda Hunt, pseudonimo di Lydia Susanna Hunter (Morristown, 2 aprile 1945), è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Caso unico nella storia del cinema, Linda Hunt ha vinto il premio Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 1984 alla sua prima interpretazione, in panni maschili un fotoreporter in Un anno vissuto pericolosamente (The year of living Dangerously) del regista australiano Peter Weir. A partire dal 2009 è diventata protagonista di NCIS: Los Angeles spin off della serie tv NCIS interpretando il ruolo di Henrietta "Hetty" Lange.

Durante le scuole superiori le viene diagnosticata una forma di nanismo ipofisario.[1] Non soffre della sindrome di Turner come vari blog, invece, avevano affermato.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Miranda Bonansea in She-Devil - Lei, il diavolo, Un poliziotto alle elementari, Silverado, Un pezzo da venti, Relic - L'evoluzione del terrore, Il segno della libellula - Dragonfly, Vero come la finzione
  • Paola Giannetti ne I tuoi, i miei e i nostri, NCIS: Los Angeles, Scorpion
  • Rossana Bassani ne La pensione
  • Vittorio Stagni in Un anno vissuto pericolosamente

Come doppiatrice, viene sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Bulletin - Ricerca Archivio di Google News, news.google.com. URL consultato l'8 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Jessica Lange
per Tootsie
1984
per Un anno vissuto pericolosamente
Peggy Ashcroft
per Passaggio in India
Controllo di autorità VIAF: (EN85079025 · LCCN: (ENn88100597 · ISNI: (EN0000 0001 1476 3488 · GND: (DE1061547094 · BNF: (FRcb14014648j (data)