Labinot Harbuzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Labinot Harbuzi
Labinot Harbuzi.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Melaka United
Carriera
Giovanili
1992-1993 Håkanstorp BK
1994-1998 Malmö BI
Squadre di club1
1999-2000 Falkenberg ? (?)
2000-2001 Malmö FF ? (?)
2001-2004 Feyenoord 0 (0)
2004-2005 Excelsior 9 (0)
2005-2006 Feyenoord 0 (0)
2006-2009 Malmö FF 50 (7)
2009-2012 Gençlerbirliği 40 (5)
2012 Manisaspor 5 (0)
2012 Syrianska 3 (0)
2013 Prespa Birlik 5 (2)
2016- Melaka United 0 (0)
Nazionale
2001–2003 Svezia Svezia U-17 20 (5)
2004 Svezia Svezia U-19 5 (1)
2006-2009 Svezia Svezia U-21 6 (1)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º gennaio 2016

Labinot Harbuzi (Allhelgona, 4 aprile 1986) è un calciatore svedese di origine kosovare, centrocampista svincolato.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a giocare a calcio nel Malmö FF, poi è stato tesserato dal club olandese Feyenoord Rotterdam. Fu in seguito prestato al club affiliato del Feyenoord, l'Excelsior Rotterdam. Dopo quest'esperienza, nel 2006, ha fatto ritorno al Malmö FF.

Successivamente ha passato quattro stagioni in Turchia dove, dopo una prima stagione al Gençlerbirliği Spor Kulübü, non è riuscito ad imporsi come titolare. Al termine della stagione 2011-2012 rimane svincolato.[2]

Nel luglio 2012 è stato in prova nel pre-ritiro dell'Hellas Verona.[senza fonte]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Harbuzi è sceso in campo 6 volte nella Nazionale di calcio svedese Under-21 segnando un gol e ha fatto parte della spedizione svedese agli europei Under-21 del 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  2. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]