Kid Dracula (videogioco 1990)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kid Dracula
videogioco
Titolo originaleAkumajō Special: Boku Dracula-kun
PiattaformaNintendo Entertainment System, Telefono cellulare
Data di pubblicazioneNintendo Famicom
Giappone19 ottobre 1990
Cellulari
Giappone30 giugno 2006
GenerePiattaforme
TemaUmoristico, Horror
OrigineGiappone
SviluppoKonami
PubblicazioneKonami
Modalità di giocoGiocatore singolo
Supportocartuccia
SerieCastlevania
Seguito daKid Dracula

Akumajō Special: Boku Dracula-kun (悪魔城すぺしゃる ぼくドラキュラくん?) è un videogioco a piattaforme, spin-off della serie Castlevania, sviluppato da Konami per Nintendo Famicom; è stato successivamente portato su telefoni cellulari. Entrambe le versioni sono state pubblicate solo in Giappone.

Il gioco è incluso nella Castlevania Anniversary Collection, distribuita il 16 maggio 2019 per Nintendo Switch, PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows con una localizzazione ufficiale in inglese intitolata Kid Dracula.[1] Nel 1993 è stato pubblicato un sequel, Kid Dracula, per Game Boy.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'auto-proclamato Re dei Demoni, Kid Dracula, si è risvegliato da un lungo sonno, solo per scoprire che il suo regno è passato sotto il controllo del malvagio demone Galamoth. Indossando il mantello di suo padre, Kid Dracula intraprende un'avventura per distruggere il suo nemico e riprendesi il trono. Dopo aver combattuto attraverso numerosi pericoli, Kid Dracula sconfigge Galamoth. Questo lo porta a diventare famoso in tutto il paese, con tutti i mostri in Transilvania che si presentano nel suo castello sperando di diventare suoi amici.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua uscita, la rivista Famitsū lo recensì con voto 25/40[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Castlevania Anniversary Collection è disponibile ora negli store digitali, su SpazioGames, 16 maggio 2019. URL consultato il 3 settembre 2020.
  2. ^ お買い物に便利 : 新作ゲームクロスレビュー - 悪魔城スペシャル ぼくドラキュラくん. Famicom Tsushin. No.22. Pg.19. 26 October 1990.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi