Isole di Ljachov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isole di Ljachov
Ляховские острова
Geografia fisica
Localizzazionetra il mare di Laptev e il mare della Siberia orientale
Coordinate74°39′36″N 141°59′14″E / 74.66°N 141.987222°E74.66; 141.987222Coordinate: 74°39′36″N 141°59′14″E / 74.66°N 141.987222°E74.66; 141.987222
ArcipelagoIsole della Nuova Siberia
Superficie6.100 km²
Numero isole4
Altitudine massima311 m s.l.m.
Geografia politica
StatoRussia Russia
Repubblica autonomaSacha-Jacuzia
Cartografia
RussiaLyakhovskiyIslands.png
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Isole di Ljachov
Isole di Ljachov
New Siberian Islands map.png
voci di isole presenti su Wikipedia

Le isole di Ljachov (in russo Ляховские острова, Ljachovskie ostrova) sono il gruppo più meridionale delle isole della Nuova Siberia nei mari artici della Russia orientale; fanno parte del territorio della repubblica autonoma della Sacha-Jacuzia. Sono separate dalla terraferma dallo stretto di Dmitrij Laptev (60 km di larghezza), e dal gruppo delle isole Anžu dallo stretto di Sannikov (50 km). Le due isole maggiori sono:

  • Bol'šoj Ljachovskij (Большой Ляховский, "Grande Ljachovskij") 5.185 km²[1] con un'altitudine massima di 311 m (il monte Ėmij-Tas).

Poi ci sono: l'isola Stolbovoj (Столбовой остров) e l'isola di Semënov (Семёновский); e al largo del promontorio sud-occidentale di Bol'šoj Ljachovskij si trova un piccolo isolotto chiamato Chopto-Terer.

Le isole sono state esplorate nel 1712 da Jakov Permjakov e Merkurij Vagin e sono state poi così chiamate in onore del commerciante Ivan Ljachov che esplorò la zona (tra il 1770 e il 1775) alla ricerca di avorio di mammut[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (RU) E. И. Пижанковаб М.С. Добрынина, The Dynamics of the Lyakhovsky Islands Coastline (Results of Aerospace Image Interpretation: [1] , 2010 (p. 71)
  2. ^ D. Gath Whitley: The Ivory Islands in the Arctic Ocean, Journal of the Philosophical Society of Great Britain XII, 1910

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mappa russa S-53,54 (JPG), su maps.vlasenko.net. URL consultato l'8 novembre 2017.