Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Isola di Žochov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola di Žochov
Остров Жохова
Geografia fisica
LocalizzazioneMare della Siberia orientale (Oceano Artico)
Coordinate75°43′44″N 152°24′23″E / 75.728889°N 152.406389°E75.728889; 152.406389Coordinate: 75°43′44″N 152°24′23″E / 75.728889°N 152.406389°E75.728889; 152.406389
ArcipelagoIsole De Long (Isole della Nuova Siberia)
Superficie58 km²
Altitudine massimamonte Konusnaja 123 m s.l.m.
Geografia politica
StatoRussia Russia
Circondario federaleDistretto Federale dell'Estremo Oriente
Repubblica autonomaSacha-Jacuzia Sacha-Jacuzia
UlusBulunskij
Demografia
Abitantidisabitata
Cartografia
Delong.PNG
Mappa di localizzazione: Distretto Federale dell'Estremo Oriente
Isola di Žochov
Isola di Žochov
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

L'isola di Žochov (in russo Остров Жохова, ostrov Žochova) è una delle isole De Long che fanno parte dell'arcipelago delle isole della Nuova Siberia. Amministrativamente fa parte del Bulunskij ulus del territorio della Repubblica autonoma russa della Sacha-Jacuzia, nel distretto Federale dell'Estremo Oriente, (Siberia orientale).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola di Žochov si trova nel mare della Siberia Orientale. Il mare che la circonda è coperto da ghiacci anche d'estate, l'isola è disabitata. Ha una superficie di 58 km² e un'altitudine massima di 123 m[1] (monte Konusnaja). L'isola si trova 128 km a nord-est di Novaja Sibir'.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Da ritrovamenti di utensili di pietra, osso, corno e avorio, e aste di frecce in legno, l'isola risulta essere stata abitata nel Mesolitico[2].

Žochov è stata scoperta e mappata il 27 agosto 1914, durante la spedizione idrografica della Marina imperiale russa nell'Oceano Artico guidata da Boris Andreevič Vil'kickij a bordo delle navi Tajmyr e Vajgač. In particolare fu Pëtr Alekseevič Novopašennyj, a bordo della Vajgač, che avvistò l'isola. Rimasta in un primo tempo senza nome, venne successivamente chiamata Novopašennyj[3] e poi, nel 1919, quando Novopašennyj venne accusato di tradimento, l'isola venne ribattezzata in onore di Aleksej Nikolaevič Žohov, membro della spedizione[4][5].

Le navi Tajmyr e Vajgač, 1913

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Жохова остров
  2. ^ Pitul'ko, V. V. (1993). "An Early Holocene Site in the Siberian High Arctic". Arctic Anthropology 30 (1): 13–21[1]
  3. ^ Scott Polar Research Institute, University of Cambridge, OSTROVA DE-LONGA ('De Long Islands')
  4. ^ (Riportato nel libro "Il viaggio nel Mar Glaciale Artico" di Leonid Mihajlovič Starokadomskij, medico di bordo del Tajmyr) Леонид Михайлович Старокадомский Экспедиция Северного Ледовитого океана, 1910-1915. — Москва: Изд-во Главсевморпути, 1946.
  5. ^ William Barr, A Tsarist Attempt at Opening the Northern Sea Route: The Arctic Ocean Hydrographic Expedition, 1910-1915 Copia archiviata (PDF), su epic.awi.de. URL consultato il 16 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2010). pag. 61

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mappa russa: T-53,54,55,56 (JPG), su maps.vlasenko.net. URL consultato l'8 novembre 2017.