Il cigno nero (film 1942)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il cigno nero
The Black Swan 2.jpg
Il Cigno Nero
Titolo originale The Black Swan
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1942
Durata 87 minuti
Rapporto 1,37:1
Genere avventura
Regia Henry King
Soggetto dal libro di Rafael Sabatini
Sceneggiatura Seton I. Miller, Ben Hecht
Produttore Robert Bassler
Produttore esecutivo Darryl F. Zanuck (non accreditato)
Casa di produzione 20th Century Fox
Distribuzione (Italia) 20 Century Fox (1948)
Fotografia Leon Shamroy
Montaggio Barbara McLean
Effetti speciali Fred Sersen Roger Heman e George Leverett
Musiche Alfred Newman
Scenografia James Basevi, Richard Day arredi: Thomas Little
Costumi Earl Luick
Trucco Guy Pearce
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Doppiaggio originale:

Ridoppiaggio:

Premi
Leon Shamroy - Oscar alla migliore fotografia a colori 1943
Il film fu candidato anche all'Oscar per i Migliori effetti speciali e all'Oscar per la Migliore colonna sonora per un film drammatico o commedia (musiche di Alfred Newman).

Il cigno nero (The Black Swan) è un film del 1942 diretto da Henry King: una storia di pirati, tratta dal libro omonimo (1932) di Rafael Sabatini e interpretata da Tyrone Power e Maureen O'Hara. Il film ebbe tre nomination agli Oscar, vincendo l'Oscar alla migliore fotografia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ex pirata Henry Morgan, nominato Sir dal governo britannico, fa ritorno nei Caraibi con il titolo di nuovo governatore al posto di Lord Denby: il suo compito è quello di eliminare la pirateria dalle acque caraibiche che lui conosce così bene. La sua prima mossa è quella di prendere contatto con i suoi vecchi compari per metterli davanti a una scelta: o proseguire nell'attività di filibustiere e venire cacciati dall'antico compagno di avventure, o entrare al suo servizio. Jamie Waring decide di seguire Morgan, mentre Billy Leech rifiuta sdegnosamente.

Sul Cigno nero

A Giamaica, Jamie conosce e si innamora di Margaret, figlia del vecchio governatore. Ma la ragazza, oltre a essere già fidanzata, gli mostra il suo disprezzo. Jamie non desiste e disobbedisce agli ordini di Morgan, rifiutando di partire in missione con la sua nave, e procrastinando la partenza per poter rapire la ragazza ed evitare che lei si sposi durante la sua assenza. La nave di Jamie viene catturata da Leech e dai pirati rimasti con lui. Per salvarsi, Jamie dice di aver lasciato Morgan, fingendo altresì di essere sposato a Margaret, ma il trucco non funziona e i pirati non gli credono. Morgan viene sollevato dal suo incarico dai notabili della colonia, mentre Jamie è accusato di tradimento. Sarà Margaret a salvarlo, con la sua testimonianza, negando di essere stata rapita contro la sua volontà. I due partiranno insieme a bordo del Cigno nero.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Tyrone Power e Maureen O'Hara

Prodotto dalla Twentieth Century Fox Film Corporation, il film venne girato a Cuba, in Florida, in Messico, in Honduras, in Giamaica a Port Royal e in California, a Griffith Park - 4730 Crystal Springs Drive di Los Angeles e allo Stage 6, 20th Century Fox Studios - 10201 Pico Blvd., Century City di Los Angeles.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale il 4 dicembre 1942, distribuito dalla Twentieth Century Fox Film Corporation.

Date di uscita[1][modifica | modifica wikitesto]

  • USA 4 dicembre 1942 (The Black Swan)
  • Svezia 18 ottobre 1943 (Den svarta svanen)
  • Portogallo 20 dicembre 1943 (O Pirata Negro)
  • Australia 23 marzo 1944 (The Black Swan)
  • Finlandia 13 dicembre 1946 (Musta joutsen)
  • Francia 11 giugno 1947 (Le Cygne noir)
  • Francia 25 luglio 1947 (Parigi)
  • Austria 24 gennaio 1949 (Der schwarze Schwan)
  • Italia 1948 (Il cigno nero)
  • Danimarca 2 agosto 1950 (Den sorte svane)
  • Germania Ovest 13 ottobre 1950 (Der Seeräuber)
  • Portogallo 26 dicembre 1950 (riedizione)
  • USA 1996 VHS00
  • USA 2006 DVD

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema