Harry Hadden-Paton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Harry Hadden-Paton (Londra, 10 aprile 1981) è un attore britannico, attivo in campo teatrale, televisivo e cinematografico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlioccio di Sarah Ferguson, Hadden-Paton ha studiato all'Eton College, all'Università di Durham e alla London Academy of Music and Dramatic Art.[1] Nel 2007 vinse l'Ian Charleson Award per le sue interpretazioni in Romeo e Giulietta e L'importanza di chiamarsi Ernesto, mentre nel 2010 recita nell'acclamata pièce Posh al Royal Court Theatre e nel 2011 nel revival di The Pride ai Trafalgar Studios. Nel 2018 debutta a Broadway nella produzione del Lincoln Center del musical My Fair Lady diretto da Bartlett Sher e per la sua interpretazione viene candidato al Tony Award al miglior attore protagonista in un musical.

In campo televisivo è noto soprattutto per aver interpretato Martin Charteris, barone Charteris di Amisfield in The Crown.[2]

È sposato con l'attrice Rebecca Night, sua collega nell'Ernesto, e la coppia ha una figlia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]