Downton Abbey (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Downton Abbey
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2019
Durata122 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico, storico
RegiaMichael Engler
Soggettoserie televisiva creata da Julian Fellowes
SceneggiaturaJulian Fellowes
ProduttoreJulian Fellowes, Gareth Neame, Liz Trubridge
Produttore esecutivoBrian Percival, Nigel Marchant
Casa di produzioneCarnival Film & Television
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaBen Smithard
MontaggioMark Day
MusicheJohn Lunn
ScenografiaDonal Woods
CostumiAnna Mary Scott Robbins
TruccoLaura Blount, Anne Oldham
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Downton Abbey, distribuito in Italia anche come Downton Abbey - Il film, è un film del 2019 diretto da Michael Engler.

La pellicola è il sequel dell'omonima serie televisiva, iniziata nel 2010 e terminata nel 2015 dopo 52 episodi.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1927. Una lettera con le insegne reali viene recapitata a Downton Abbey. Re Giorgio V, la Regina e il loro seguito reale verranno in visita nello Yorkshire e si tratterranno nella dimora dei Grantham per un giorno e una notte. I preparativi fervono e la servitù della casa è chiamata a fare il meglio. Persino il maggiordomo Carson, felicemente in pensione, viene richiamato in servizio. Rivalità vecchie e nuove, amori e trame politiche: tutti gli abitanti di Downton Abbey si troveranno coinvolti nel vortice causato dalla visita reale, con il suo rigoroso cerimoniale. Solo Lady Violet saprà mantenere la calma e lo spirito indomito che la contraddistinguono.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Highclere Castle, ambientazione principale della serie televisiva e del film.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2016 è stata annunciata l’idea di un film, con Julian Fellowes come sceneggiatore.[2][3] Una sceneggiatura è stata distribuita ai membri del cast originale a inizio 2017.[4][5] Il 13 luglio 2018, i produttori hanno confermato il film e hanno fissato l’inizio della produzione a metà 2018.[6][7]

A fine agosto 2018, è stato riportato che Brian Percival, il regista del film precedentemente annunciato, aveva abbandonato il progetto per diventare soltanto un produttore esecutivo e che Michael Engler lo avrebbe sostituto.[8][9]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

I ritorni di membri del cast originale come Hugh Bonneville, Elizabeth McGovern, Michelle Dockery, Laura Carmichael e Maggie Smith, è stato confermato,[10][11] mentre Joanne Froggatt ha confermato il suo coinvolgimento in un annuncio separato.[12] Lily James e Ed Speleers hanno rivelato che non sarebbero stati coinvolti nel film.[13][14][15]

Nell'agosto 2018 sono stati annunciati i nuovi arrivati nel cast, ossia Imelda Staunton, Geraldine James, Tuppence Middleton, Simon Jones, David Haig, Kate Phillips e Stephen Campbell Moore.[9] Sebbene non sia stato mostrato nel trailer, i produttori hanno affermato che Simon Jones e Geraldine James avrebbero interpretato rispettivamente il Re e la Regina, mentre David Haig sarebbe apparso come il maggiordomo del re.[16]

Nel settembre 2018 è stato confermato che Matthew Goode avrebbe ripreso il suo ruolo ma solo brevemente per altri impegni,[17] mentre sono stati confermati i ritorni di Jim Carter, Brendan Coyle, Kevin Doyle, Harry Hadden-Paton, Robert James-Collier, Allen Leech, Phyllis Logan, Sophie McShera, Lesley Nicol e Penelope Wilton e la nuova entrata Max Brown.[18][19]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate nell'agosto 2018 a Londra.[20] Altre riprese vengono effettuate all'Highclere Castle, ambientazione principale della serie televisiva, e a Lacock.[21] Le riprese sono terminate nel novembre 2018.[22]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer del film viene diffuso il 14 dicembre 2018,[23] mentre il 21 maggio 2019 viene diffuso il primo trailer.[24]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche britanniche a partire dal 13 settembre 2019, in quelle statunitensi dal 20 settembre[25] ed in quelle italiane dal 24 ottobre.[26]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano del film è stato effettuato presso la CDC Sefit Group con la collaborazione de La BiBi.it e curato da Gianni G. Galassi.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo weekend di programmazione nelle sale statunitensi il film si posiziona al primo posto del botteghino, incassando 31 milioni di dollari.[27] A fine corsa il film ha incassato 190,9 milioni di dollari.[28]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve l'85% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 6,89 su 10 basato su 174 critiche;[29] su Metacritic ottiene un punteggio di 64 su 100 basato su 38 critiche,[30] mentre al CinemaScore ottiene una A.[31]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2019 il produttore Gareth Neame ha dichiarato che in caso di successo del film potrebbe arrivare un sequel.[38] Nel gennaio 2020 viene annunciato che Julian Fellowes inizierà a scrivere la sceneggiatura dopo aver finito di lavorare alla serie televisiva The Gilded Age.[39] Nell'aprile 2020, sempre il produttore Neame dichiara che la sceneggiatura sarà completata nel corso dell'anno ma che per iniziarne la produzione bisognerà attendere che tutto il cast sia disponibile nello stesso periodo per le riprese.[40]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Cecilia Rodriguez, Downton Abbey Is Returning, With The Original Cast, To The Movies, Forbes, 15 luglio 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  2. ^ (EN) Elizabeth Grice, Downton creator Julian Fellowes: 'Why the personal attacks hurt so much', in The Telegraph, 10 aprile 2016. URL consultato il 27 luglio 2019.
  3. ^ (EN) Fellowes: I'm plotting Downton film, su BBC News. URL consultato il 27 luglio 2019.
  4. ^ (EN) Downton movie 'could be shot this year', 20 marzo 2017. URL consultato il 27 luglio 2019.
  5. ^ (EN) Downton Abbey's Phyllis Logan reveals production on the movie begins "any minute now", su Radio Times. URL consultato il 27 luglio 2019.
  6. ^ (EN) Downton Abbey film (finally) confirmed, 13 luglio 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  7. ^ (EN) Catherine Shoard, Downton Abbey film confirmed to shoot this summer with series cast returning, in The Guardian, 13 luglio 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  8. ^ (EN) Adam Chitwood, ‘Downton Abbey’ Movie Due to Begin Filming as Cast Grows, Director Replaced, su Collider, 31 agosto 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  9. ^ a b (EN) Dave McNary, Dave McNary, Imelda Staunton, Geraldine James Join ‘Downton Abbey’ Movie, su Variety, 30 agosto 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  10. ^ (EN) Condé Nast, It’s Happening: Downton Abbey’s Original Cast Is Reuniting for a Movie, su Vanity Fair. URL consultato il 27 luglio 2019.
  11. ^ (EN) Maggie Smith, 83, to Return for Downton Abbey Big Screen Movie Alongside TV Show’s Main Cast, su PEOPLE.com. URL consultato il 27 luglio 2019.
  12. ^ (EN) A 'Downton Abbey' Movie Is Coming and Joanne Froggatt and Michelle Dockery Are Beyond Excited About It, su Access. URL consultato il 27 luglio 2019.
  13. ^ (EN) Lily James Reveals Why There's 'No Space' for Her in Downton Abbey Movie, su PEOPLE.com. URL consultato il 27 luglio 2019.
  14. ^ (EN) Corrine Corrodus, Lily James will not be returning for the Downton Abbey movie, in The Telegraph, 16 luglio 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  15. ^ (EN) Megan Davies, Here's another Downton star who won't be in the movie, su Digital Spy, 11 novembre 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  16. ^ 'Downton Abbey' is back with an all-new movie trailer, su Journal Post, 24 maggio 2019. URL consultato il 27 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2019).
  17. ^ (EN) Matthew Goode confirmed for Downton Abbey movie – but he says he will only be "popping in at the end", su Radio Times. URL consultato il 27 luglio 2019.
  18. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, ‘Downton Abbey’ Movie Sets Fall 2019 Opening, su Deadline, 19 settembre 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  19. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, ‘Downton Abbey’ Movie Adds ‘The Royals’ Max Brown, su Deadline, 27 settembre 2018. URL consultato il 27 luglio 2019.
  20. ^ (EN) The Downton Abbey Movie Has Officially Started Filming, cinemablend.com, 1º settembre 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  21. ^ (EN) Downton stars return to Lacock for movie filming, su The Wiltshire Gazette and Herald. URL consultato il 27 luglio 2019.
  22. ^ (EN) Allen Leech on Making ‘Bohemian Rhapsody’ and the ‘Downton Abbey’ Movie, collider.com, 8 novembre 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  23. ^ Filmato audio Focus Features, DOWNTON ABBEY - Official Teaser Trailer [HD] - Only In Theaters 2019, su YouTube, 14 dicembre 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  24. ^ Filmato audio Universal Pictures, Downton Abbey - Trailer Ufficiale (Focus Features) HD, su YouTube, 21 maggio 2019. URL consultato il 21 maggio 2019.
  25. ^ (EN) Kylie Hemmert, The Teaser Trailer for the Downton Abbey Movie Debuts, comingsoon.net, 14 dicembre 2018. URL consultato il 14 dicembre 2018.
  26. ^ Andrea Francesco Berni, Downton Abbey, online quattro poster del film: “Vi stavamo aspettando”, su badtaste.it, 27 marzo 2019. URL consultato il 27 marzo 2019.
  27. ^ Andrea Francesco Berni, Downton Abbey vince il weekend con 31 milioni di dollari - Box-Office USA, su badtaste.it, 23 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019.
  28. ^ (EN) Downton Abbey, su Box Office Mojo. URL consultato il 16 gennaio 2020. Modifica su Wikidata
  29. ^ (EN) Downton Abbey, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 22 settembre 2019. Modifica su Wikidata
  30. ^ (EN) Downton Abbey, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 22 settembre 2019. Modifica su Wikidata
  31. ^ Andrea Francesco Berni, Downton Abbey batte Rambo: Last Blood venerdì, esordio sopra le aspettative - Box-Office USA, su badtaste.it, 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019.
  32. ^ (EN) Patrick Hipes, Hollywood Film Awards 2019 Winners List (So Far): Antonio Banderas, Renée Zellweger, Al Pacino, Laura Dern,’Endgame’, More – Update, su deadline.com, 22 ottobre 2019. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  33. ^ (EN) 2019 San Diego Film Critics Society’s Award Nominations, su sdfcs.org, 6 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  34. ^ (EN) 2019 San Diego Film Critics Society’s Awards, su sdfcs.org, 9 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  35. ^ (EN) 2019 NOMINEES (PDF), su Satellite Awards, 2 dicembre 2019. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  36. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2020: Cena con Delitto, Jojo Rabbit e Maleficent 2 vincono i Costume Designers Guild Awards, su badtaste.it, 29 gennaio 2020. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  37. ^ (EN) Critics' Choice Awards: 'The Irishman' Leads With 14 Nominations, su The Hollywood Reporter, 8 dicembre 2019. URL consultato l'8 dicembre 2019.
  38. ^ Andrea Bedeschi, Downton Abbey: il film che sembrava impossibile da realizzare e che potrebbe anche avere un sequel, su badtaste.it, 18 settembre 2019. URL consultato il 18 settembre 2019.
  39. ^ Andrea Bedeschi, Downton Abbey, Julian Fellowes scriverà il sequel del film appena finiti i lavori per The Gilded Age!, su badtaste.it, 19 gennaio 2020. URL consultato il 19 gennaio 2020.
  40. ^ Andrea Bedeschi, Downton Abbey: il produttore spiega che il sequel verrà scritto quest’anno, ma i fan devono essere pazienti, su badtaste.it, 21 aprile 2020. URL consultato il 21 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema