Goro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Goro (disambigua).
Goro
comune
Goro – Stemma
Goro – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Ferrara-Stemma.png Ferrara
Amministrazione
Sindaco Diego Viviani (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 44°51′06.48″N 12°17′45.24″E / 44.8518°N 12.2959°E44.8518; 12.2959 (Goro)Coordinate: 44°51′06.48″N 12°17′45.24″E / 44.8518°N 12.2959°E44.8518; 12.2959 (Goro)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 33,18 km²
Abitanti 3 828[1] (31-12-2014)
Densità 115,37 ab./km²
Frazioni Gorino
Comuni confinanti Ariano nel Polesine (RO), Codigoro, Mesola.
Altre informazioni
Cod. postale 44020
Prefisso 0533
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 038025
Cod. catastale E107
Targa FE
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti goresi
Patrono Santa Maria delle Grazie
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Goro
Goro
Goro – Mappa
Posizione del comune di Goro nella provincia di Ferrara
Sito istituzionale

Goro (Gòr in dialetto ferrarese; Goro in dialetto gorese[2]) è un comune italiano di 3.828 abitanti della provincia di Ferrara in Emilia-Romagna. Fa parte dell'Unione Delta del Po.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La stazione meteorologica più vicina è quella di Codigoro.

In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +2,1 °C; quella del mese più caldo, luglio, è di +23,5 °C.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'alluvione di Goro del novembre 1958

Il toponimo di Goro deriva da "Gaurus", un vecchio ramo del Po di derivazione del Volano. L'abitato si formò nella prima metà del XVIII secolo sull'argine destro del Po, tra il fiume e il mare, in un territorio paludoso dove si ergevano dossi. Qui furono costruite le prime abitazioni, i casoni di canna, una tipologia abitativa praticamente invariata dagli albori del popolamento umano nel delta padano, poi sostituiti da case in muratura. Allora erano molto sviluppate le attività di scambio con le navi mercantili e parte degli introiti derivavano dai dazi e dal diritto d'ancoraggio. Dall'inizio del '600 il porto si spostò progressivamente verso sud-est per il rapido avanzamento della costa che arrivò, un secolo dopo, all'altezza dell'attuale abitato di Goro, iniziando la formazione dell'attuale nota "Sacca di Goro"[3].

La storia di Goro è caratterizzata dalla continua lotta dell'uomo contro le acque del mare e del fiume. Ne sono testimonianza gli antichi manufatti di regimazione idraulica, come Torre Palù, Torre Abate, Balanzetta e la chiavica dell'Agrifoglio, e i fari, che dimostrano l'incessante modificarsi del territorio.

Nella notte tra il 12 e 13 novembre del 1958 l'argine ad est del porto di Goro non resistette alla mareggiata provocata dal forte vento di Scirocco che soffiava da giorni, e l'acqua subito invase la Valle Bonello appena bonificata, poche ore dopo fu travolto dalle onde anche l'argine della marina davanti a Ca' Romanina allagando Valle Pioppa e la Scola' e quindi venne allagato il paese

Nel 1962 Goro, fino ad allora frazione di Mesola, divenne comune autonomo.

Oggi Goro è un porto moderno che conserva tratti del borgo peschereccio di un tempo. La pesca e mitilicoltura sono al primo posto nell'economia locale e la locale flottiglia supera le 2.500 imbarcazioni.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Lanterna Vecchia, è l'antico faro che un tempo illuminava la via dei marinai. La lanterna fu costruita nel 1864, in prossimità della foce, ma i progressivi depositi fluviali lo allontanarono sempre più dal mare (dista 4 km), rendendolo inutile. Oggi la lanterna è stata recuperata ed è utilizzata come osservatorio naturalistico sulla sacca di Goro; è raggiungibile a piedi e in bicicletta attraverso un percorso naturalistico o via mare con partenza dal Porto di Gorino.
  • Faro di Goro (1951), realizzato sull'Isola dell'Amore, per sostituire l'ottocentesca Lanterna Vecchia. Di base cilindrica, è alto circa 22 metri ed è sormontato da una lanterna che ha un fascio luminoso di 10 miglia.
  • Casa del Popolo (XIX secolo).
  • Porto di Goro, che costituisce la parte più interna dell'omonima Sacca.
  • Il mercato ittico, nel quale ogni giorno viene battuta l'asta del pescato "ad orecchio": per ogni partita di pesce i commercianti interessati annunciano sommessamente il prezzo d'acquisto all'astatore il quale, al termine delle contrattazioni, cede la merce al miglior offerente.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Immigrazione straniera[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2007 a Goro risultano residenti 48 cittadini stranieri.

Persone legate a Goro[modifica | modifica wikitesto]

  • Milva, nome d'arte di Maria Ilva Biolcati (Goro, 17 luglio 1939), cantante e attrice teatrale italiana di importanza artistica internazionale. Soprannominata "La pantera di Goro".
  • Mario Scarpa (Goro, 28 ottobre 1949), ex calciatore italiano che ha militato in Serie A nelle fila del Perugia negli anni settanta nel ruolo di ala destra.
  • Piergiorgio Farina, all'anagrafe Farinelli (Goro, 25 aprile 1933 – Bologna, 28 luglio 2008), cantante e compositore italiano.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lo statuto comunale riconosce come unica frazione Gorino[5].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'idrovora de La Romanina

L'economia di Goro è principalmente basata sulla pesca ed in particolar modo su quella delle vongole[6]. Goro infatti è fra i primi paesi in Europa per l'esportazione della vongola e a tal proposito è stata creata la "sagra della vongola" che ha luogo ogni anno nel terzo fine settimana di luglio.

A Goro c'è anche il turismo che, soprattutto nel periodo primaverile, attrae molte persone desiderose di visitare il delta del Po e di osservare da vicino le numerose specie di animali che lo popolano.

Feste e sagre[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo maggio – giugno è possibile gustare i numerosi piatti del luogo alla "sagra del pesce" che si tiene nella vicina frazione di Gorino.

Nel secondo e terzo fine settimana di luglio si svolge la "Sagra della Vongola Verace" organizzata dall'Associazione Turistica Pro Loco Goro.

Ulteriore festività è la "fiera di S.Antonio", Santo Patrono dei pescatori, che si tiene a Goro la domenica successiva al 13 giugno.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Marina di Goro

Principali arterie stradali[modifica | modifica wikitesto]

  • Strada Provinciale 27 Italia.svg Strada Provinciale 27 Bosco Mesola-Goro

Porti[modifica | modifica wikitesto]

Nave

  • Porto commerciale e turistico di Goro;
  • Porto commerciale e turistico di Gorino.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 giugno 1988 2 ottobre 1992 Rolando Ricci Partito Comunista Italiano, Partito Democratico della Sinistra Sindaco [7]
2 ottobre 1992 16 giugno 1993 Adelmo Bellotti Partito Democratico della Sinistra Sindaco [7]
16 giugno 1993 16 dicembre 1996 Adelmo Bellotti Partito Democratico della Sinistra Sindaco [7]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Rino Conventi Lista civica Sindaco [7]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Rino Conventi Lista civica Sindaco [7]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Vincenzino Soncini Lista civica Sindaco [7]
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Diego Viviani Lista civica: Goro e Gorino nel cuore Sindaco [7]
6 giugno 2016 in carica Diego Viviani Lista civica: Goro e Gorino nel cuore Sindaco [7]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

A.S.D. F. Ricci è la squadra principale di calcio di Goro che nella stagione 2015/2016 ha vinto il campionato di 2ª Categoria del campionato di calcio italiano, l'attuale presidente è Giacomo Pandini. La maggior categoria in cui ha militato la squadra di casa è il campionato di promozione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 312.
  3. ^ L'attuale Sacca di Goro è l'antica Sacca dell'Abate. L'antica Sacca di Goro era un grande porto naturale che è stato interrato dalla modifica del corso del fiume Po fatta dalla realizzazione del Taglio di Porto Viro.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Documento
  6. ^ Il Consorzio Pescatori di Goro e il Consorzio di cooperative dei pescatori del Polesine rappresentano la metà della produzione italiana di vongole, un terzo della quale destinata peraltro all’esportazione: Massimo Buriani, L’economia del mare in provincia di Ferrara: la filiera ittica può diventare distretto?, Annuario Socio-Economico Ferrarese, ed. CDS 2015, pag.51.
  7. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]