Funicolare di Montecatini Terme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Funicolare di Montecatini Terme
Montecatini funiculaire.jpg
Vettura in arrivo alla stazione di valle
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMontecatini Terme
Dati tecnici
Tipofunicolare
Stato attualeIn uso
Apertura1898
Percorso
Stazione a valleMontecatini Terme
Stazione a monteMontecatini Alto
Tempo di percorrenzaminuti
Lunghezza1.056 m
Dislivello206 m
Trasporto a fune

La funicolare di Montecatini Terme è una funicolare inaugurata il 4 giugno 1898 che collega la città di Montecatini Terme con la frazione di Montecatini Alto con un servizio stagionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

la vettura n.1

Il collegamento a fini turistici della città termale col suo centro storico fu prospettato all'inizio degli anni 1890 dall'ingegner Alessandro Ferretti che, ottenuta la concessione nel 1896, iniziò la veloce costruzione dell'opera, durata solo due anni. All'inaugurazione ufficiale presenziò anche Giuseppe Verdi[1].

L'infrastruttura venne danneggiata il 2 settembre 1944 nel corso della Seconda guerra mondiale, a causa dell'operazione di sabotaggio attuata da un gruppo di guastatori che fecero brillare alcune mine provocando seri danni. L'impianto fu riparato e riaperto nel 1949 grazie al contributo economico del Comune di Montecatini Terme e di un imprenditore della zona[2].

Durante gli anni della ripresa economica, Montecatini divenne una frequentata meta termale, con numerosi vacanzieri che la frequentavano durante la stagione estiva facendo aumentare il traffico sulla Funicolare, sempre più utilizzata dai turisti che volevano visitare la città alta.

Una nuova chiusura dell'impianto si ebbe tra 1977 e 1982 per lavori di adeguamento tecnico, al termine dei quali l'impianto venne inaugurato il giorno 8 agosto 1982. Agli originari ingranaggi con denti in legno, lasciati in opera, fu affiancato un nuovo equipaggiamento motore ed un sistema di frenatura fornito dalla Nuova Agudio di Leinì (TO). I lavori vennero finanziati all'80% dalla Regione Toscana.

L'ultima revisione ventennale dell'impianto risale al 2003.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Facciata dell'edificio della stazione Terme

L'impianto originario era mosso da un motore a vapore ubicato presso la stazione a monte, sostituito nel 1921 da un argano a trazione elettrica.

Una vettura in ascesa, immersa nel verde

L'esercizio è svolto in regime di concessione da parte del Comune di Montecatini a cura dell'impresa familiare Funicolare di Montecatini srl, che detiene la proprietà dell'impianto e fa capo agli imprenditori Lido e Simone Cardelli; la funicolare copre un percorso di quasi 1056 metri su un dislivello di 206,47 metri in circa 8 minuti e viaggia ad una velocità massima di 2,5 m/s.

La corsa è effettuata da due vetture con capienza di 40 persone ciascuna, peso 4800 kg, su una sede a binario unico, con scambio a metà percorso[3]. L'inclinazione del percorso varia dal 16% al 38,5%, con una media del 20,5%.

Le corse vengono effettuate ogni 30 minuti dalle 9:30 alle 24, con pausa dalle 13 alle 14:30. Usualmente il servizio è interrotto nei mesi invernali, da novembre a marzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.montecatini.it/funicolare_montecatini.html URL consultata nel marzo 2013
  2. ^ http://www.funicolare1898.it/storia.html URL visitata nel marzo 2013
  3. ^ Marcello Cruciani, riaperta la funicolare, in I Treni Oggi n. 24, novembre 1982, p.9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vanessa Ghilardi, Claudia Massi, Strade ferrate della nostra terra: trenino di San Marcello Pistoiese, funicolare di Montecatini Terme, tranvia Lucca - Pescia - Monsummano, a cura del Rotary Club, Can Bianco, 1997.
  • Giovanni Cornolò, Francesco Ogliari, La funicolare di Montecatini (1898 - in esercizio), in Si viaggia… anche all'insù. Le funicolari d'Italia. Volume primo (1880-1900), ed. Arcipelago Edizioni-Milano, 2004, pp. 370-383. ISBN 88-7695-261-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]