Francesco Monterisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Monterisi
cardinale di Santa Romana Chiesa
Francesco Monterisi in Sarajevo.jpg
Il cardinale Monterisi nella Cattedrale del Sacro Cuore a Sarajevo il 17 giugno 2012
Coat of arms of Francesco Monterisi.svg
Fortitudo mea Dominus
 
TitoloCardinale diacono di San Paolo alla Regola
Incarichi attualiArciprete emerito della Basilica di San Paolo fuori le Mura
Incarichi ricopertiPro-nunzio apostolico in Corea
Delegato per le Rappresentanze Pontificie
Nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina
Segretario della Congregazione per i Vescovi
Segretario del Collegio Cardinalizio
Arciprete della Basilica di San Paolo fuori le Mura
 
Nato28 maggio 1934 (84 anni) a Barletta
Ordinato presbitero16 marzo 1957 dall'arcivescovo Reginaldo Giuseppe Maria Addazi, O.P.
Nominato arcivescovo24 dicembre 1982 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato arcivescovo6 gennaio 1983 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI
 

Francesco Monterisi (Barletta, 28 maggio 1934) è un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È ordinato sacerdote il 16 marzo 1957 e incardinato nella diocesi di Barletta.

Il 24 dicembre 1982 è eletto arcivescovo titolare di Alba Marittima e pro-nunzio apostolico in Corea.

Riceve l'ordinazione episcopale il 6 gennaio 1983 da papa Giovanni Paolo II (conconsacranti il cardinale Eduardo Martínez Somalo e il cardinale Duraisamy Simon Lourdusamy).

L'11 giugno 1993 è nominato nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina.

Nella primavera del 1998 rientra a Roma per essere nominato segretario della Congregazione per i Vescovi. Per la carica che ha ricoperto è stato anche segretario del Sacro Collegio, in qualità del quale ha partecipato senza diritto di voto al conclave del 2005. Nel 2009 è stato sostituito nella carica di segretario della Congregazione per i Vescovi dal vescovo Manuel Monteiro de Castro, fino ad allora nunzio apostolico in Spagna e nel Principato di Andorra.

Nel 2005 conferisce l'ordinazione episcopale a Giovanni Ricchiuti.

Il 3 luglio 2009, per volere di papa Ratzinger, è nominato arciprete della basilica papale di San Paolo fuori le Mura, succedendo al cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo.

Il 21 ottobre 2009 cessa il suo incarico di segretario del Sacro Collegio.

Benedetto XVI lo eleva al rango di cardinale diacono di San Paolo alla Regola nel concistoro del 20 novembre 2010; prende possesso del titolo il 12 febbraio 2011[1].

È il primo porporato nativo di Barletta. La portata storica di questa nomina è celebrata dalla città e dall'arcidiocesi il 30 dicembre 2010 in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di San Ruggero, vescovo e patrono dell'arcidiocesi. L'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie lo accoglie presso la basilica concattedrale di Santa Maria Maggiore in Barletta con un solenne pontificale concelebrato dal cardinale Salvatore De Giorgi, dai vescovi delle diocesi limitrofe e dal clero diocesano.

Il 23 novembre 2012 Benedetto XVI nomina nuovo arciprete della basilica papale di San Paolo fuori le mura l'arcivescovo James Michael Harvey. Partecipa con diritto di voto al conclave del 2013 che elegge al soglio pontificio papa Francesco.

Il 28 maggio 2014 compie 80 anni ed esce dal novero dei cardinali elettori.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presa di possesso della chiesa di San Paolo alla Regola, su basilicasanpaolo.org. URL consultato il 13 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

- (versione epub)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\UBOV\162625