Giuseppe Leanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Leanza
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
 
TitoloLilibeo
(titolo personale di arcivescovo)
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato2 gennaio 1943 (78 anni) a Cesarò
Ordinato presbitero17 luglio 1966 dal vescovo Giuseppe Pullano
Nominato arcivescovo3 luglio 1990 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato arcivescovo22 settembre 1990 dal cardinale Agostino Casaroli
 

Giuseppe Leanza (Cesarò, 2 gennaio 1943) è un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Cesarò (Messina) il 2 gennaio 1943.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi seminaristici presso il Seminario Vescovile di Patti, riceve l'ordinazione presbiterale il 17 luglio 1966 dal vescovo Giuseppe Pullano.

Frequenta la Pontificia Accademia Ecclesiastica ed entra nel servizio diplomatico della Santa Sede.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 1990 è nominato da Giovanni Paolo II nunzio apostolico in Haiti ed elevato ad arcivescovo titolare di Lilibeo.

Riceve la consacrazione episcopale il 22 settembre 1990 dal cardinale Agostino Casaroli, co-consacranti Pio Laghi e Ignazio Zambito presso il santuario di Maria Santissima di Tindari.

Il 4 giugno 1991 è trasferito come nunzio apostolico in Malawi e Zambia, in Africa.

Diviene poi nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina il 29 aprile 1999, in Slovenia il 15 maggio 2002, in Macedonia il 18 maggio 2002 e in Bulgaria il 22 febbraio 2003.

Il 22 febbraio 2008 papa Benedetto XVI lo nomina nunzio apostolico in Irlanda e il 15 settembre 2011 lo ha trasferito nunzio apostolico in Repubblica Ceca.

Nel 2018 è stato insignito dell'Ordine di Tomáš Garrigue Masaryk di I classe per meriti eccezionali nello sviluppo della democrazia, dell'umanesimo e dei diritti umani.[1]

Il 21 settembre 2018 si è dimesso dall'incarico di nunzio apostolico nella Repubblica Ceca, per sopraggiunti limiti d'età.[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze ceche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Tomáš Garrigue Masaryk - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Tomáš Garrigue Masaryk
— 2018

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (CS) Papežský nuncius Giuseppe Leanza dostal od Zemana Řád T. G. Masaryka, Česká televize, 21 marzo 2018
  2. ^ Andrea Gagliarducci, Diplomazia Pontificia: per il "Vangelo della famiglia", per il disarmo nucleare, su acistampa.com, 22 settembre 2018. URL consultato il 31 luglio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Lilibeo
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Jesús Gervasio Pérez Rodríguez, O.F.M. dal 3 luglio 1990 in carica
Predecessore Nunzio apostolico ad Haiti Successore Emblem Holy See.svg
Paolo Romeo 3 luglio 1990 - 4 giugno 1991 Lorenzo Baldisseri
Predecessore Nunzio apostolico in Zambia Successore Emblem Holy See.svg
Eugenio Sbarbaro
(pro-nunzio apostolico)
4 giugno 1991 - 29 aprile 1999 Orlando Antonini
Predecessore Pro-nunzio apostolico in Malawi Successore Emblem Holy See.svg
Eugenio Sbarbaro 4 giugno 1991 - 29 aprile 1999 Orlando Antonini
(nunzio apostolico)
Predecessore Nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina Successore Emblem Holy See.svg
Francesco Monterisi 29 aprile 1999 - 22 febbraio 2003 Santos Abril y Castelló
Predecessore Nunzio apostolico in Slovenia e Macedonia Successore Emblem Holy See.svg
Marian Oles 15 maggio 2002 - 22 febbraio 2003 Santos Abril y Castelló
Predecessore Nunzio apostolico in Bulgaria Successore Emblem Holy See.svg
Antonio Mennini 22 febbraio 2003 - 22 febbraio 2008 Janusz Bolonek
Predecessore Nunzio apostolico in Irlanda Successore Emblem Holy See.svg
Giuseppe Lazzarotto 22 febbraio 2008 - 15 settembre 2011 Charles John Brown
Predecessore Nunzio apostolico in Repubblica Ceca Successore Emblem Holy See.svg
Diego Causero 15 settembre 2011 - 2018 Charles Daniel Balvo
Controllo di autoritàVIAF (EN6629063 · ISNI (EN0000 0000 4527 5746 · LCCN (ENn94088275 · WorldCat Identities (ENlccn-n94088275