Francesco Bonaini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Bonaini

Francesco Bonaini (Livorno, 20 luglio 1806Collegigliato, 28 agosto 1874) è stato un filologo, paleografo e archivista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in una famiglia ebrea convertita al cattolicesimo da tempo. Fu professore di diritto canonico dal 1826, poi, dal 1840, di Storia del diritto italiano a Pisa.

Nell'autunno del 1849 il Bonaini fece la conoscenza di Johann Friedrich Böhmer, importante membro della Direzione centrale dei Monumenta Germaniae Historica (MGH) e celebre editore dei Regesta Imperii, il quale, recatosi a Firenze per svolgere ricerche d'archivio sui documenti regi e imperiali, lo esortò ad accettare la richiesta del Governo toscano per un suo intervento in favore del riordino degli archivi fiorentini.

Dal 1856 ottenne ufficialmente il ruolo di Sovrintendente degli Archivi Toscani e poté così legare il proprio nome sia al riordinamento sia degli archivi fiorentini (1852-55) e che a quelli toscani, grazie anche al contributo di notevoli collaboratori quali Cesare Guasti, Salvatore Bongi, Giovanni Sforza.

Riuscì nel riordino ad applicare alcune nuove idee e a realizzare quel metodo storico che, ancora oggi, costituisce l'elemento base del lavoro di tutti gli archivisti. Dopo l'unità d'Italia iniziò anche il riordinamento di quelli dell'Emilia, delle Marche e dell'Umbria.

Notevole fu anche la sua opera di accademico e segretario della Accademia della Crusca.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Bonaini, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 6 marzo 2013.
Controllo di autorità VIAF: (EN59157195 · LCCN: (ENn87135343 · SBN: IT\ICCU\TO0V\092701 · ISNI: (EN0000 0000 8343 957X · GND: (DE116237570 · BNF: (FRcb123423274 (data) · CERL: cnp01076992