Emiliano Palmieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emiliano Palmieri

Emiliano Palmieri (Roma, 13 gennaio 1975) è un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nel panorama italiano nel 2005 con il tormentone portato al successo da Striscia la notizia, M'ama o m'amerà, poi nel 2006 con Odiami senza rancore, cantati entrambi da Mariangela.

Nell'estate 2007 mette temporaneamente da parte la discografia per dedicarsi al teatro. Compone le musiche dello lo spettacolo "Il mare in catene", in collaborazione con i ballerini del Teatro alla Scala di Milano e con esso partecipa alla 52ª Biennale di Venezia di danza contemporanea facendo puntare l'attenzione sul tema dei disabili.

Nel 2008 partecipa al festival di Trento spettacolo aperto con un nuovo spettacolo intitolato "Normale anche la follia vuole i suoi applausi" andato in scena in un vero e proprio manicomio di Pergine Valsugana. Questa volta in collaborazione con gli allievi neodiplomati del Teatro alla Scala di Milano[1].

La sua musica innovativa attrae i vertici della danza internazionale, così nel 2009 porta in scena al Teatro Bol'šoj di Mosca uno spettacolo scritto interamente per la prima ballerina Svetlana Zakharova, diventando così il primo compositore italiano dopo più di 100 anni con una prima messa in scena nel teatro russo[2].

Nel 2008 scrive un passo a tre per l'evento Milanese "A step for Africa" di Emergency interpretato dalla grande ballerina Luciana Savignano. Riceve dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la medaglia per l'impegno sociale per essere coautore della musica dell'inno del progetto "Angels Onlus", che difende i bambini in tutto il mondo vittime della guerra[3].

Nel 2009 è l'autore della nuova sigla della fiction Un medico in famiglia 6 intitolata Je t'aime e cantata da Giulia Luzi. Nella settima serie 2011 della fiction è parte integrante della colonna sonora con i brani "Parole su Parole", "Tempo" e "io e Lei"[4] "Parole su parole" ha un grande successo tra il pubblico e raggiunge 100.000 visualizzazioni sul web in una settimana.[5]

Per la 74ª edizione Maggio Musicale Fiorentino scrive le musiche dello spettacolo Pinocchio una produzione in collaborazione con il teatro Goldoni (Firenze) di Firenze e MaggioDanza.[6] Grazie al successo dell'edizione precedente rinnova la collaborazione col Festival del Maggio Musicale Fiorentino nel 2012 con lo spettacolo originale basato sull'opera di Roald Dahl La fabbrica di cioccolato con coreografie di Francesco Ventriglia e i testi di Anna Muscionico.[7] Nel 2013 chiude il trittico portando sulle scende della 76ª edizione del Maggio Musicale Fiorentino la favola di Peter Pan.[8]

Nel 2014 scrive il concerto/spettacolo "Buon compleanno Charlot" per il festival MITO settembre in musica con debutto al Teatro Grassi di Milano.[9]

Nel 2016 vince il premio Machiavelli come miglior colonna sonora per La Moglie del custode.[10]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 - The Voice of Italy (con la canzone Déjà vu)
  • 2006 - Hit Mania Club Dance Vol. 2 (con la canzone M'ama o M'amerà')
  • 2006 - Hit Mania Champions 2006 (con la canzone M'ama o M'amerà')
  • 2006 - Hot Parade (con la canzone M'ama o M'amerà')

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie