Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Drifters (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Drifters
ドリフターズ
(Dorifutāzu)
Drifters 1 copertina.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana
Genere fantasy, azione
Manga
Autore Kōta Hirano
Editore Shonen Gahosha
Rivista Young King OURs
Target seinen
1ª edizione 30 aprile 2009 – in corso
Tankōbon 5 (in corso)
Editore it. Edizioni BD - J-Pop
1ª edizione it. 21 aprile 2012 – in corso
Periodicità it. aperiodico
Volumi it. 5 (in corso)
OAV
Studio Hoods Entertainment
1ª edizione 6 giugno 2016
Episodi unico
Aspect ratio 16:9
Durata 36 min
Distributore it. Dynit
Streaming it. VVVVID (sottotitolato)
Serie TV anime
Regia Kenichi Suzuki
Soggetto Hideyuki Kurata, Yōsuke Kuroda
Char. design Ryoji Nakamori
Musiche Yasushi Ishii, Hayato Matsuo
Studio Hoods Entertainment
Rete Tokyo MX, GYT, KBS, MBC, GBS
1ª TV 7 ottobre – 23 dicembre 2016
Episodi 12 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Distributore it. Dynit
Streaming it. VVVVID (sottotitolata e doppiata)

Drifters (ドリフターズ Dorifutāzu?) è un manga di Kōta Hirano, pubblicato su Young King OURs a partire dal 30 aprile 2009[1]. I capitoli sono raccolti in volumi tankōbon da Shōnen Gahosha e il primo è stato pubblicato il 7 luglio 2010. In Italia è pubblicato da J-Pop a partire dal 21 aprile 2012. Il manga è incentrato sulle battaglie di una serie di figure storiche, trasportate in un mondo parallelo per combattere fra di esse. Il manga è stato successivamente adattato in un OAV e in un anime televisivo nel 2016.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1600 alla battaglia di Sekigahara il samurai Shimazu Toyohisa riesce a ferire mortalmente l'avversario Ii Naomasa, ma finisce anche lui per essere ferito gravemente. Mentre si allontana dal campo di battaglia, Toyohisa si ritrova improvvisamente in un corridoio dalle molte porte, sorvegliato da un uomo dall'aspetto di un impiegato che lo spedisce in una di queste porte. Toyohisa si risveglia in un mondo a lui sconosciuto, simile al Medioevo e popolato da umani ma anche da altre razze, come elfi, gnomi e draghi.

Il mondo è flagellato da continue guerre fra due fazioni: Toyohisa, così come altri celebri guerrieri del nostro mondo, è stato scelto per combattere per una di esse, i "Drifters" e incontra altri due importanti figure storiche giapponesi: Oda Nobunaga e Nasu no Yoichi. I tre iniziano quindi a combattere contro la fazione avversaria, i brutali "Ends", che stanno conquistando l'intero continente. Ma anche la fazione avversaria usa celebri guerrieri del nostro mondo, provenienti da epoche e luoghi diversi.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Drifters[modifica | modifica wikitesto]

Guerrieri provenienti da ogni dove e da varie epoche, accomunati dall'aver compiuto imprese eroiche o aver comunque goduto di una morte gloriosa, portati nel mondo parallelo dal misterioso Murasaki per combattere gli ENDS. Nonostante adorino combattere e vincere anche usando la violenza, non sono mossi da crudeltà.

Shimazu Toyohisa (島津 豊久?)
Doppiato da: Yūichi Nakamura (ed. giapponese), Federico Di Pofi (ed. italiana)
Protagonista del manga e leader dei Drifters. Un samurai del clan Shimazu, storicamente morto nella battaglia di Sekigahara del 1600. Giunto nel mondo parallelo, è stato salvato da alcuni elfi e portato alle rovine di un castello, dove conosce Nobunaga e Yoichi. Convince i due ad aiutare gli elfi contro un gruppo di soldati umani, insegnando agli elfi come combattere. Anche se impulsivo e avventato, Toyohisa possiede uno spirito impavido, determinato, e cavalleresco. Nato e cresciuto in un'epoca dilaniata dalla guerra, Toyohisa ha uno spiccato senso per la battaglia e le tattiche, anche se lui stesso è inconsapevole di avere questi talenti. Abile spadaccino, in battaglia usa principalmente una Nodachi e possiede anche una Wakizashi, mentre dietro la vita è presente un Tanegashima (un archibugio giapponese) che usa quando le sue spade risultano inefficaci.
Oda Nobunaga (織田 信長?)
Doppiato da: Naoya Uchida (ed. giapponese), Sergio Lucchetti (ed. italiana)
Soprannominato "Re Demone del Sesto Cielo": un daimyō che nel periodo Sengoku conquistò gran parte del Giappone, con l'obiettivo di unificare i vari stati di cui era composto. La sua ambizione terminò con la sua morte nel 1582, tradito da uno dei suoi generali. Trasportato nel mondo parallelo sei mesi prima di Toyohisa, la sua strategia per opporsi al Re Nero è di conquistare gli stati non ancora sottomessi da lui, con l'obbiettivo di stabilire una federazione multirazziale con Toyohisa come loro capo. Per combattere usa un archibugio e dimostra un notevole acume tattico.
Nasu no Yoichi (那須 与一?)
Doppiato da: Mitsuki Saiga (ed. giapponese), Gilberta Crispino (ed. italiana)
Eroe della guerra Genpei, morto quasi 400 anni prima di Toyohisa. Un diciannovenne dall'aspetto effeminato nonché un abilissimo arciere. Stando a Nobunaga è molto diverso da come viene descritto nelle cronache storiche. Vuole vendicarsi di Yoshitsune perché durante la guerra Genpei è stato costretto a commettere numerosi atti disonorevoli in suo nome, pur avendo una forte convinzione del Bushido, e fa di tutto per evitare di diventare sadico e sanguinario come lui.
Annibale
Doppiato da: Yutaka Aoyama
Celebre condottiero cartaginese morto nel 183/181 a.C. Un Drifter anziano, lo si vede in compagnia e in continuo litigio con il rivale Scipione, rinfacciandogli che ha copiato la sua strategia della battaglia di Canne nella battaglia di Zama. Afferma che è ancora possibile sconfiggere l'esercito del Re Nero. Dopo essere stato separato da Scipione a seguito di un attacco dei soldati del Re Nero, è diventato improvvisamente senile, ma è ancora in grado di articolare tattiche di combattimento ai suoi compagni tramite mezzi indiretti. Agisce come consigliere militare di Nobunaga.
Scipione l'Africano
Doppiato da: Hiroshi Yanaka
Celebre generale e politico romano, avversario di Annibale nella seconda guerra punica. Rispetta molto il suo avversario, anche se litiga continuamente con lui. Separato da Annibale, si imbatte in Kanno, riuscendo a convincere la tribù di semiumani al seguito dell'aviatore giapponese ad unirsi alla causa di Nobunaga per fermare le armate del Re Nero.
Il mucchio selvaggio
Gruppo di fuorilegge del Wild West, combattono contro le armate del Re Nero. Viaggiano su un carro su cui conservano numerose armi da fuoco tra cui una gatling. I soli due membri sono Butch Cassidy (doppiato da Daisuke Ono), leader del gruppo con una personalità selvaggia e Sundance Kid (doppiato da Wataru Takagi) che invece è calmo e pacato.
Naoshi Kanno (菅野 直?)
Doppiato da: Tatsuhisa Suzuki
Pilota giapponese della seconda guerra mondiale. Durante uno scontro con fra Drifters e le armate del Re Nero, attacca con il suo aereo dei draghi nemici che stavano incendiando la città in quanto gli avevano riportato in mente i bombardamenti di Tokyo. In seguito lo si rivede assieme a un gruppo di uomini lupo che lo venenerano come un dio. Incontra Scipione, che inizialmente tratta come un alleato perché proveniente da Roma (alleata del Giappone e della Germania) ma si ricorda poi del passaggio dell'Italia nel 1943 con gli Alleati e lo tratta come un nemico, mettendosi a litigare con lui. Convinto da quest'ultimo a unirsi contro il Re Nero, userà il suo status per convincere altre tribù di animali antropomorfi ad unirsi alla causa dei Drifters.
Tamon Yamaguchi (山口 多聞?)
Doppiato da: Yutaka Nakano
Ammiraglio della Marina imperiale giapponese nella seconda guerra mondiale. Dopo essere giunto nell'altro mondo assieme alla sua nave, la portaerei Hiryū, si unisce ad una gilda di cavalieri dei grifoni che usano la Hiryū come base operativa da cui lanciare scorribande contro i porti di Orte.

Ends[modifica | modifica wikitesto]

Forza opposta ai Drifters e come essa, composta da guerrieri e figure storiche di cultura ed epoche differenti. A differenza dei Drifters però, i suoi appartenenti hanno rinunciato all'umanità in cambio di poteri sovrannaturali. Un altro tratto distintivo è il fatto che gli Ends siano morti di morte violenta e coperti d'infamia, il che ha provocato in loro un odio insanabile verso ogni forma di vita. Sono portati in questo mondo da una donna di nome Easy, che pare essere avversaria di Murasaki.

Il Re Nero
Doppiato da: Taiten Kusunoki
Capo degli Ends. Non è ancora nota la sua identità in quanto avvolto da un mantello (l'unica parte del corpo che si è vista è un braccio coperto da cicatrici). Afferma che un tempo tentò di "salvare" gli uomini ma questi rifiutarono, per questo ha deciso di aiutare i semiumani creando una nuova civiltà in una perpetua Età oscura. Possiede poteri curativi e la capacità di moltiplicare qualsiasi forma di vita che desidera, ad esempio producendo infinitamente cibo o legno.
Hijikata Toshizō (土方 歳三?)
Doppiato da: Hiroki Yasumoto
Vice-comandante della Shinsengumi, morto durante la guerra Boshin del 1868-1869 per difendere lo Shogunato Tokugawa. Ha l'abilità di creare dal fumo delle copie dei membri della Shinsengumi. Prova odio verso Toyohisa in quanto è un antenato degli Shimazu contro cui ha combattuto.
Jeanne d'Arc
Doppiata da: Junko Minagawa
La "Pulzella d'Orleans", eroina francese della guerra dei cent'anni. Venne ritenuta una strega e per questo condannata al rogo. Fu questo evento a farla impazzire e a provocarle odio verso il mondo. Oltre alla sua abilità con la spada, è in grado di manipolare il fuoco. Viene sconfitta da Toyohisa ma per via del voto personale del samurai di non uccidere donne è riuscita a scappare, portandola poi a meditare vendetta contro il suo avversario.
Gilles de Rais
Doppiato da: Kenji Nomura
Nobile francese e fedele compagno d'armi di Jeanne d'Arc, in seguito arrestato e giustiziato per assassinio, eresia e sodomia così da potersi ricongiungere alla sua compagna all'inferno, scoprendo invece che entrambi sono stati portati nel mondo parallelo. Anche in questo mondo è al fianco di Jeanne. È dotato di un'enorme forza e resistenza fisica e combatte usando una lancia. Sconfitto dal Mucchio Selvaggio e disintegratosi in sale.
Anastasija Nikolaevna Romanova (Анастасия Николаевна Романова)
Doppiata da: Junko Kitanishi
Figlia più giovane dello zar Nicola II di Russia, Anastasia fu giustiziata all'età di diciassette anni con la famiglia durante la rivoluzione russa del 1917 da un plotone di esecuzione dei bolscevichi. Rispetto alla sua vita precedente, descritta come la più vivace delle figlie di Nicola, viene raffigurata come una donna priva di emozioni con poco interesse per la guerra tra End e Drifters. Ha dimostrato un apparentemente attaccamento nei confronti di Jeanne. Ha l'abilità di creare delle tempeste di ghiaccio.
Grigorij Efimovič Rasputin (Григорий Ефимович Распутин)
Doppiato da:Masahiko Tanaka
Monaco russo che acquisì molto potere e influenza sulla dinastia Romanov, per essere stato in grado di guarire l'erede, Aleksej. È il capo del servizio spionaggio dell'esercito del Re Nero, incaricato da questi nel creare un alfabeto semplice e una religione sincretica per permettere alle diverse razze dei semiumani di trovare una terra comune. È visto spesso in compagnia di Anastasia. Come i membri di Octobrist utilizza dei talismani per possedere le persone e per comunicare con l'esercito del Re Nero.
Akechi Mitsuhide (明智 光秀?)
Doppiato da: Shō Hayami
Generale al servizio di Oda Nobunaga, per poi tradirlo. Venuto a sapere che è ancora vivo e dalla parte dei Drifters, si unisce agli End per cercare ancora una volta di uccidere il suo ex leader.

Impero di Orte[modifica | modifica wikitesto]

Impero creato da Hitler cinquant'anni prima dell'inizio del manga. Come il terzo Reich, anche questa nazione è stata modellata sui principi di Hitler, fra cui la persecuzione delle razze semiumane. Nonostante la sua potenza è ormai sull'orlo del collasso. La sua capitale è Verlina.

Adolf Hitler
Führer della Germania, padre del nazismo. È giunto in questo mondo cinquant'anni prima dell'inizio dell'opera, non si sa se come Drifter o End. Creò l'impero di Orte dopo un discorso in una taverna che ispirò e fece insorgere gli umani presenti, fondandolo sugli stessi principi con cui fondò il Reich. Dopo qualche tempo si suicidò misteriosamente. Anche dopo la sua morte i suoi seguaci continuano a chiamarlo il "Padre" dell'impero e a venerarlo.
Count Saint-Germi
Doppiato da: Tomokazu Sugita
Nobile omosessuale a capo di un quarto dell'impero. Si veste come una drag queen e ha una personalità effeminata. Un tempo era l'alleato più fedele di Hitler. Sembra che senza il suo aiuto (descritto come un tradimento) l'impero non sarebbe mai nato. Tuttavia sembra non avere fiducia nell'impero, in quanto ne avverte il decadimento e l'impellente disfatta; per questo è intenzionato a passare dalla parte dei Drifters. Infatti lui stesso è un Drifter
Mills
Ex-esattore delle tasse delle colonie elfiche, ora lavora per gli elfi come servo.
Aram
Cavaliere dell'Impero dal sangue molto freddo. Dopo essere stato brutalmente sconfitto da Toyohisa viene ucciso dagli elfi come punizione per aver massacrato il loro popolo.
Alester
Aiutante del Conte.
Flemi
Aiutante del Conte.
Il Battaglione sacro
ispirato al corpo scelto dell'esercito tebano dell'antica Grecia e formato interamente da coppie di amanti dello stesso sesso. Inizialmente lavorano per l'impero di Orte, sotto il controllo del Conte Saint-Germi per poi allearsi con Nobunaga, armati dei suoi archibugi fabbricati dai nani.

Organizzazione Octobrist[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo di maghi umani, nativi del mondo parallelo, con il compito di trovare e reclutare i Drifters per combattere gli Ends. Differentemente dagli altri umani non schiavizzano le razze semiumane.

Abe no Seimei (安倍 晴明?)
Doppiato da: Takahiro Sakurai (ed. giapponese), Daniele Raffaeli (ed. italiana)
Leggendario onmyōji giapponese, giunto in questo mondo come Drifter. Non appena arrivato si è posto l'obiettivo di annientare gli Ends. È a capo dell'Organizzazione Octobrist.
Olmine
Doppiata da: Shiho Kokido (ed. giapponese), ? (ed. italiana)
Giovane maga agli ordini di Seimei. È stata incaricata di sorvegliare e aiutare il gruppo di Toyohisa, nonostante sia terrorizzata dal trio. Viene spesso rappresentata in modo comico come una donna impotente e paurosa, nonché bersaglio delle molestie sessuali di Nobunaga, ma utile come elemento strategico in quanto può comunicare con i Drifters grazie alle sue sfere di cristallo e di far spuntare dei muri di pietra dove voglia tramite degli ofuda, inizialmente usati per difesa e in seguito come strumenti da battaglia.
Kafet
Doppiato da: Masakazu Nishida (ed. giapponese), Alessandro Campaiola (ed. italiana)
Mago agli ordini diretti di Seimei con il nome in codice di "Ham".

Elfi[modifica | modifica wikitesto]

Gli elfi sono una razza di semiumani con lunghe orecchie a punta. Sono una comunità di cacciatori e agricoltori che vivono in piccoli villaggi attraverso territori limitrofi. Gli elfi vivono cinque o sei volte più a lungo dei normali esseri umani, e il loro tasso di maturazione è più lento, rendendo così gli elfi più giovani di come appaiono. Cinquanta anni prima sono stati sconfitti nella guerra contro l'Impero di Orte e sono stati costretti a vivere come servi. Liberati da Toyohisa per ripagare il suo debito verso Marsha e Mark per averlo aiutato quando è arrivato nel nuovo mondo, sono la prima razza semiumana ad unirsi all'esercito dei Drifters nella guerra contro l'Impero di Orte e agli Ends. Gli elfi sono degli arcieri naturali e per questo sono guidati da Yoichi nei combattimenti.

Marsha
Doppiato da: Sayori Ishizuka
Elfo, fratello di Mark e Shara e terzogenito del capovilaggio. Insieme a Mark soccorre Toyohisa.
Mark
Doppiato da: Tomoko Tsuzuki
Elfo, fratello di Marsha e Shara e secondogenito del capovilaggio. Insieme a Marsha soccorre Toyohisa.
Shara
Doppiato da: Junji Majima
Elfo, fratello maggiore di Marsha e Mark e primogenito del capovillaggio. Dopo la morte del padre, dà inizio ad una ribellione degli elfi contro l'Impero di Orte. È molto fedele a Toyohisa e agli altri Drifters, e spesso agisce come rappresentante tra gli elfi.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Murasaki (?)
Doppiato da: Mitsuru Miyamoto
Misterioso uomo di mezz'età vestito da impiegato. È il responsabile del reclutamento dei Drifters, che invia poi nel mondo magico per correggere il comportamento degli Ends. Lo si vede seduto nel corridoio illuminato dalle molte porte, fumando e leggendo un quotidiano nel quale sono riportate le imprese dei Drifters e gli avvenimenti del mondo.
EASY
Doppiata da: Kanae Itō
Giovane donna dai lunghi capelli neri, responsabile degli Ends. Lei e Murasaki sembrano essere nemici. Quando compare il corridoio si oscura. Come Murasaki si tiene aggiornata sulle vicende di Drifters e Ends tramite un computer portatile. La targa sulla sua stanza fa presumere che Easy sia in realtà un acronimo, di cui si può leggere solo la prima parola (Eternal).
Minamoto no Yoshitsune (源義?)
Doppiato da: Akira Ishida
Uno spietato generale del clan Minamoto ed ex comandante di Yoichi. Durante la guerra Genpei, Yoshitsune ricorse a tattiche disonorevoli per raggiungere la vittoria, cosa che Yoichi disprezzava. Allo stesso modo, Yoshitsune deride Yoichi per aver cercato di seguire il codice del Bushido, una volta che vengono trasportati nel nuovo mondo per combattere. Il suo ruolo come Drifter o End è sconosciuto, e spesso asserisce che sta dalla parte che più lo diverte. Attualmente sembra lavorare con l'esercito del Re Nero.
Drago di bronzo
Doppiato da: Rintarou Nishi
Uno dei sei grandi draghi che governano i draghi alati. Cede al Re Nero i suoi draghi in modo che fungano da "cagnolini" personali del suo esercito, ma quando viene schernito e cerca di uccidere il Re Nero viene da questi torturato con i suoi poteri e trasformato in una miniera di rame vivente.
Doug
Doppiato da: Riki Kagami
Una spia di Octobrist. Viene ucciso da Yoshitsune.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 il titolo è stato nominato al quarto e quinto Manga Taishō[2][3]

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giapponese Italiano
1 Drifters 1
「ドリフターズ 1」
7 luglio 2010
ISBN 978-4-08-877725-2
21 aprile 2012[4]
ISBN 9788866341383
2 Drifters 2
「ドリフターズ 2」
13 ottobre 2011
ISBN 978-4785937140
30 ottobre 2012[5]
ISBN 9788866343516
3 Drifters 3
「ドリフターズ 3」
28 marzo 2013
ISBN 978-4785950439
25 gennaio 2017[6]
4 Drifters 4
「ドリフターズ 4」
27 ottobre 2014
ISBN 978-4785954369
15 marzo 2017[7]
5 Drifters 5
「ドリフターズ 5」
6 giugno 2016
ISBN 978-4785957902
17 maggio 2017[8]

OAV[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione home video dell'ultimo OAV di Hellsing Ultimate conteneva un trailer per il primo OAV di Drifters previsto per il 2013[9], poi uscito allegato con il quinto volume del manga, contenendo i due primi episodi della serie televisiva.[10].

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Un adattamento anime, prodotto da Hoods Entertainment, ha debuttato in Giappone nell'ottobre 2016[11]. [12]. Alla fine della dodicesima puntata dell'anime, una seconda stagione è stata annunciato con il messaggio "See You Again, Tokyo 20XX".

Titolo italiano In onda
Giapponese Italiano
1 Fight song 7 ottobre 2016 5 luglio 2017
2 Rumore di passi
「踵鳴る」 - Kakato Naru
14 ottobre 2016 7 luglio 2017
3 Truppe, attaccate all'alba!
「俺軍暁の出撃」 - Ore-gun Akatsuki no shutsugeki
21 ottobre 2016 11 luglio 2017
4 Active Heart
「アクティブハート」 - Akutibu Hato
28 ottobre 2016 18 luglio 2017
5 Riprenditi il tuo amore
「愛をとりもどせ」 - Ai o Torimodose
4 novembre 2016
6 Men of destiny 11 novembre 2016
7 Chaos Diver
「カオスダイバー」 - Kaosudaibā
18 novembre 2016
8 Fushigi call me
「不思議CALL ME」 - Fushigi CALL ME
25 novembre 2016
9 Honki bomber
「本気ボンバー」 - Honki bonba
2 dicembre 2016
10 Baba Yetu 9 dicembre 2016
11 L'avventura di Pistol Daimyo - La conta delle micce -
「ピストル大名の冒険~火縄丸数え歌~」 - Pisutoru daimyo non Boken ~hinawa maru kazoeuta~
16 dicembre 2016
12 Guardami Shinsengumi - La canzone dell'ardente figlio del Kyushu -
「みつめて新選組~熱血九州男児の唄~」 - Mitsumete Shinsengumi ~ Nekketsu Kyushu Danji no uta ~
23 dicembre 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hellsing Creator Hirano's New Manga Will Be Drifters, Anime News Network, 30 marzo 2009. URL consultato il 21 luglio 2014.
  2. ^ 13 Titles Nominated for 4th Manga Taisho Awards, su Anime News Network, 16 gennaio 2011. URL consultato il 17 gennaio 2011.
  3. ^ 15 Titles Nominated for 5th Manga Taisho Awards, su Anime News Network, 16 gennaio 2012.
  4. ^ Drifters 1, AnimeClick.it. URL consultato il 16 marzo 2017.
  5. ^ Drifters 2, AnimeClick.it. URL consultato il 16 marzo 2017.
  6. ^ Drifters 3, AnimeClick.it. URL consultato il 16 marzo 2017.
  7. ^ Drifters 4, AnimeClick.it. URL consultato il 16 marzo 2017.
  8. ^ Drifters 5, AnimeClick.it. URL consultato il 18 maggio 2017.
  9. ^ (EN) Drifters Anime Short Included in Last Hellsing Ultimate Volume, Anime News Network, 26 dicembre 2012. URL consultato il 21 luglio 2014.
  10. ^ (EN) Drifters Anime is TV Series Premiering This Year, Anime News Network, 25 marzo 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  11. ^ (EN) Drifters Manga by Hellsing's Hirano Has Anime in the Works, Anime News Network, 23 marzo 2015. URL consultato il 2 giugno 2016.
  12. ^ (EN) "Drifters" Anime DVD Released - TV Series Scheduled, Crunchyroll, 6 giugno 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]