Don Bosco (film 1988)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Don Bosco
Titolo originaleDon Bosco
Paese di produzioneItalia
Anno1988
Durata96 min
Generebiografico
RegiaLeandro Castellani
SoggettoEnnio De Concini
SceneggiaturaSilvano Buzzo, Ennio De Concini
ProduttoreRAIUNO Tiber Cinematografica
Distribuzione (Italia)Columbia TriStar
FotografiaRenato Tafuri
MontaggioLeandro Castellani
MusicheStelvio Cipriani
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Don Bosco è un film del 1988, diretto dal regista Leandro Castellani.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia con un Don Bosco anziano, stanco, costretto all'immobilità su di una poltrona. Ritorna così coi pensieri alla fanciullezza, quando camminava con lo sguardo rivolto al Signore sopra una fune, per far divertire i suoi amici, oltre alle varie vicissitudini accadutegli nella realizzazione del suo più grande sogno: dedicarsi completamente ai giovani per dare loro speranza, fiducia, ed un futuro dignitoso. Si vede quindi un don Bosco che raccoglie per le strade i giovani, i vagabondi, i ladruncoli, gli sbandati. Li cerca dovunque: nei cantieri, nei bassifondi, nei prati. Il modo di fare di don Bosco conquista subito i giovani e ben presto diventa il loro beniamino. Trovato un posto in campagna da adibire ad oratorio, don Bosco, con l'aiuto di Don Borel e altri giovani sacerdoti, inizia a porre i primi mattoni su quella che poi diventerà la comunità dei salesiani, accogliendo all'oratorio tutti i giovani di Torino. Nonostante le chiare buone e cristiane intenzioni del sacerdote, don Bosco viene ostacolato più volte dai politici del tempo, che lo credono un agitatore. Stesso discorso vale per gli insurrezionisti pro Repubblica, che tentano anzi di ucciderlo più volte, ma don Bosco riesce sempre a cavarsela. Si reca pure prima da papa Pio IX e poi da papa Leone XIII per cercare un supporto alla sua comunità che nel frattempo si è ingrandita tantissimo e che conta molti seguaci. Il film si conclude con la morte di don Bosco, non prima che questi abbia ringraziato con una preghiera la Madonna, ritenuta da lui la fonte della sua opera di carità.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema