Diarmuid Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diarmuid Martin
arcivescovo della Chiesa cattolica
Diarmuid Martin World Economic Forum 2013 crop.jpg
Template-Metropolitan Archbishop.svg
Titolo Dublino
Incarichi attuali Arcivescovo metropolita di Dublino
Primate d'Irlanda
Vicepresidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici Irlandesi
Incarichi ricoperti Sottosegretario della Pontificia Commissione "Justitia et Pax"
Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace
Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace
Osservatore permanente della Santa Sede presso l'Ufficio delle Nazioni Unite ed Istituzioni Specializzate a Ginevra e l'Organizzazione Mondiale del Commercio
Arcivescovo coadiutore di Dublino
Vicepresidente della Commissione delle Conferenze Episcopali della Comunità Europea
Nato 8 aprile 1945 (73 anni) a Dublino
Ordinato presbitero 25 maggio 1969 dall'arcivescovo John Charles McQuaid, C.S.Sp.
Nominato vescovo 5 dicembre 1998 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 6 gennaio 1999 da papa Giovanni Paolo II
Elevato arcivescovo 17 gennaio 2001 da papa Giovanni Paolo II

Diarmuid Martin (Dublino, 8 aprile 1945) è un arcivescovo cattolico irlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È sacerdote dal 25 maggio 1969, vescovo dal 6 gennaio 1999.

I suoi primi incarichi sono stati all'interno della Curia Romana, dove presta servizio come sottosegretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace dal 1986 al 1994. Successivamente diviene Segretario dello stesso Pontificio Consiglio.

Nel 2001 papa Giovanni Paolo II lo nomina Osservatore Permanente alle Nazioni Unite.

È successivamente inviato alla natia arcidiocesi di Dublino, in veste di arcivescovo coadiutore. Succede al cardinale Desmond Connell come arcivescovo di Dublino e primate d'Irlanda il 26 aprile 2004.

Dal 2006 al 2009 è stato anche vicepresidente della Commissione Episcopale della Comunità Europea.

Tra il 2010 e il 2011 si è occupato, su indicazione della Santa Sede, in particolar modo della Congregazione per la Dottrina della Fede, di indagare all'interno della Chiesa d'Irlanda sui casi di abusi sessuali compiuti da alcuni esponenti del clero locale. La sua linea in merito si è contraddistinta per la tolleranza zero.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Stampa Archiviato il 9 luglio 2011 in Internet Archive., 7 luglio 2011

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN301711791 · GND (DE171833511