Partito Unionista Democratico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Democratic Unionist Party)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo partito sudanese, vedi Partito Unionista Democratico (Sudan).
Partito Unionista Democratico
(EN) Democratic Unionist Party (DUP)
LeaderArlene Foster
StatoIrlanda del Nord Irlanda del Nord
Sede91 Dundela Avenue
Belfast
Fondazione30 settembre 1971
IdeologiaUnionismo,[1]
Conservatorismo nazionale[1]
CollocazioneDestra
Gruppo parl. europeoNon Iscritti
Seggi Camera dei Comuni
10 / 650
Seggi Camera dei Lord
3 / 800
Seggi Europarlamento
1 / 73
Seggi Assemblea dell'Irlanda del Nord
28 / 90
Sito webdup.org.uk

Il Partito Unionista Democratico (in inglese Democratic Unionist Party, DUP) è un partito politico protestante di destra dell'Irlanda del Nord. Alle elezioni anticipate britanniche dell'8 giugno 2017, il partito diventa per la prima volta decisivo per la formazione del Governo, assicurando il proprio sostegno - da valutare caso per caso - al Partito Conservatore nella formazione di un governo guidato da Theresa May.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito fu fondato il 30 settembre 1971 da Ian Paisley e Desmond Boal e altri membri del Partito Unionista Protestante. Al ritiro di Paisley, nel 2008, fu nominato leader Peter Robinson, rimasto in carica fino al dicembre 2015, al quale è succeduta Arlene Foster, in carica.

Rappresenta la corrente unionista, che vuole fermamente restare unita nel Regno Unito); è il più grande dei due principali partiti politici unionisti in Irlanda del Nord (l'altro è il Partito Unionista dell'Ulster). Sui temi sociali, il DUP assume posizioni contrarie a riforme e tagli alle pensioni.

Si oppose all'Accordo del Venerdì Santo del 1998.

È il principale partito dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord. Alle elezioni per l'Assemblea del 2011, il DUP conquistò il 30,8% dei consensi e 38 seggi[1]. Alle elezioni del 5 maggio 2016, vinse 38 seggi su 108; in seguito a uno scandalo e al conseguente abbandono della coalizione di governo dei nazionalisti del Sinn Fein, si procedette allo scioglimento anticipato della legislatura: il 2 marzo 2017 il DUP è rimasto il primo partito nordirlandese, vincendo 28 seggi (su 90).

Leaders[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezioni britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti Seggi
2017 292 316
10 / 650
2015 184 260
8 / 650
2010 168 216
8 / 650
2005 241 856
9 / 650
2001 181 999
14 / 650

Elezioni nordirlandesi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti Seggi
2017 225 413
28 / 90
2016 202 567
38 / 108
2011 198 436
37 / 108

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Parties and elections - Northern Ireland, su parties-and-elections.eu. URL consultato il 28 giugno 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN141192169 · LCCN: (ENnr2005023478 · GND: (DE1054369119 · BNF: (FRcb121100197 (data)