Daniele Vocaturo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniele Vocaturo

Daniele Vocaturo (Roma, 16 dicembre 1989) è uno scacchista italiano, Grande maestro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il terzo giocatore nato e cresciuto in Italia ad aver conseguito il titolo più alto della classificazione agonistica internazionale, quello di Grande maestro. Prima di lui c'erano riusciti solo Sergio Mariotti nel 1974 e Michele Godena nel 1996.[1]

Vocaturo comincia a giocare a scacchi all'età di nove anni, grazie a un corso organizzato dal Circolo Scacchi Vitinia nella sua scuola elementare. Ben presto comincia a frequentare il locale circolo scacchistico e a imporsi come una delle più importanti promesse dello scacchismo italiano. Grazie al costante sostegno della sua famiglia, e in particolare del padre Renato, compie rapidi progressi.

Sotto la guida del Grande Maestro italo-cubano Lexy Ortega, che lo seguirà fino alle soglie dei 16 anni, raggiunge il titolo di Maestro e poi, a soli quindici anni, il titolo di Maestro FIDE. L'anno successivo conquista il titolo di Maestro Internazionale.

Dopo un periodo di pausa, nel quale il giovane Vocaturo si dedica agli impegni scolastici, nel 2008 decide di seguire le orme di Michele Godena e abbraccia il professionismo scacchistico. Grazie al sodalizio con Mihail Marin, suo nuovo allenatore, inizia la scalata verso il titolo di Grande Maestro. Ottiene la prima norma di Grande Maestro a fine ottobre 2008 con la perentoria affermazione all'Open Rohde di Sautron (Francia), dove giunge primo per distacco. A questo risultato farà seguito un'altra prestazione importante ottenuta all'Open di Reykjavik (marzo 2009), dove ottiene la seconda norma e gioca alcune tra le partite più belle della sua carriera. A maggio 2009 un'altra prestazione maiuscola al torneo di Capo d'Orso in Sardegna gli consegna la terza e definitiva norma di Grande Maestro[2]. Con questo risultato, Vocaturo è il più giovane giocatore nato sul suolo italiano ad aver conquistato il titolo di Grande Maestro. A gennaio 2011 vince il gruppo C del prestigioso Torneo di scacchi di Wijk aan Zee .
Nel 2013 a Fano ha vinto il Campionato Italiano Rapid.

Ha raggiunto il proprio record di punti elo nell' ottobre 2017 con 2607 punti, giocatore numero 1 in Italia .[3]

Nella lista FIDE di ottobre 2017 ha un punteggio Elo di 2607 punti[4], che lo inserisce al primo posto tra gli italiani davanti a Francesco Rambaldi e Alberto David.

Principali risultati[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 – vice campione italiano Under-16; insignito della borsa di studio "Herbert Garrett 2005".
  • 2006 – medaglia d'oro di fascia alle Olimpiadi scacchistiche di Torino con la seconda squadra Italiana.
  • 2007 – 7º classificato al campionato del mondo Under-18, dopo aver lottato per il podio fino all'ultimo turno.
  • 2008
    • 1º classificato all'Open Rohde di Sautron (Francia), dove conquista la sua prima norma di Grande Maestro
    • 1º classificato al torneo open "ScaccoMatto" di Torino
  • 2009
  • 2010
    • 3º classificato al torneo Corus C di Wijk aan Zee (Olanda), dove vince tutte le 7 partite coi bianchi e vince due premi di bellezza
    • 1º-4º classificato al torneo open di Salonicco (Grecia)
    • 3º classificato al campionato Italiano a squadre, in terza scacchiera con la squadra del Chieti, con una performance di 2685 punti Elo
    • in maggio, a Chur, in Svizzera, gioca in terza scacchiera nella squadra italiana che vince la "Mitropa Cup" per la prima volta nella storia, realizzando una performance superiore a 2700 punti Elo
    • in luglio vince la XV edizione del torneo internazionale di Balaguer in Spagna, con 7,5/9 e una performance di 2721 punti Elo
    • in settembre partecipa alle Olimpiadi di Khanty Mansiysk, difendendo nuovamente la terza scacchiera della nazionale italiana
    • in ottobre si classifica 1º-4º al forte torneo di Hoogeveen nei Paesi Bassi (ottenendo così la terza vittoria individuale dell'anno)
  • 2011
  • 2012
    • Campione di Belgio con la squadra di Charleroi.
    • 2º classificato al Campionato Italiano a squadre nuovamente con la Scavolini-Datagest Pesaro.
  • 2013
  • 2014

Partite notevoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da questo dato sono esclusi Mario Monticelli ed Enrico Paoli, che hanno ottenuto il titolo Honoris causa, e Fabiano Caruana, italoamericano di nascita e formazione.
  2. ^ Report di Giorgio Gozzi: 3º Festival Internazionale "Capo d'Orso"
  3. ^ Rating Progress Chart
  4. ^ Federations Ranking Italy
  5. ^ Vedi la partita commentata nella sezione "Partite notevoli".
  6. ^ Noto anche come "torneo di Porto Mannu" perché giocato nel Residence Porto Mannu
  7. ^ Vedi la partita Vocaturo - Nyzhnyk online
  8. ^ Partita Vocaturo-Nyzhnyk commentata dal GM Elshan Moradiabadi
  9. ^ III IRT BLITZ ZICOSUR 2017 in Chess-Results

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]