DJ Mustard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
DJ Mustard
DJ Mustard 2019 by Glenn Francis.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereElettrorap
West Coast hip hop
Contemporary R&B
Periodo di attività musicale2009 – in attività
StrumentoPropellerhead Reason, Logic Pro, FL Studio, Akai MPC
EtichettaRoc Nation, Republic, Pushaz Inc.
Album pubblicati3
Studio1
Sito ufficiale

DJ Mustard, pseudonimo di Dijon Isaiah McFarlane (Los Angeles, 5 giugno 1990), è un disc jockey e produttore discografico statunitense. È noto al pubblico per essere diventato il DJ del rapper californiano YG e per aver prodotto una serie di singoli di successo di vari artisti statunitensi del calibro di Chris Brown, Rihanna, will.i.am, Fergie, Drake e Trey Songz.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mustard iniziò ad approcciarsi alla musica all'età di 15 anni, quando uno zio gli fece fare da DJ ad una festa di famiglia. Col passare del tempo, Mustard coltivò la sua passione da DJ suonando in vari locali e producendo nuova musica. Il suo nome d'arte è un riferimento alla mostarda, un tipo di senape francese originaria di Digione[1].

L'album di debutto di Mustard, intitolato 10 Summers, è uscito il 25 agosto 2014.

Lo stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile di produzione di Mustard è stato descritto come un uptempo dalle sonorità hip hop melodiche e accattivanti. Questo stile, definito da Mustard "ratchet music", ha iniziato ad avere un particolare successo nella produzione del West Coast rap a partire dai primi anni 2010[1]. Ad inizio 2016 vi è un cambio radicale nella sua musica, passando dalla ratchet music ad uno stile più EDM (cambiamento che può essere notato nel suo singolo 'Whole Lotta Lovin') .

Quasi tutti i brani prodotti da DJ Mustard iniziano con un sample che recita la frase Mustard on the beat, hoe!, usato per la prima volta in I'm Good, singolo del 2011 del rapper YG[2][3].

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 - Ketchup
  • 2014 - 10 Summers: The Mixtape Vol.1

Singoli da artista principale[modifica | modifica wikitesto]

Singoli di altri artisti prodotti da DJ Mustard[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Andrew Noz, Beat Construction: DJ Mustard, su The Fader, 20 agosto 2012. URL consultato il 4 novembre 2015.
  2. ^ (EN) David Drake e Al Shipley, The 20 Best DJ Mustard Tracks, su Complex UK, 6 febbraio 2014. URL consultato il 4 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Mustard on the beat, in Urban Dictionary.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]