Lil Dicky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lil Dicky
Lil-Dicky-Bumbershoot-2015.jpg
Lil Dicky in esibizione al Bumbershoot 2015
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereComedy hip hop
Pop rap
Hip hop
Pop
Periodo di attività musicale2011 – in attività
EtichettaBMG Rights Management
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Lil Dicky, pseudonimo di David Andrew Burd (Cheltenham, 15 marzo 1988), è un rapper, comico e ambientalista statunitense.

È diventato popolare grazie all'uscita del video musicale della sua canzone "Ex-Boyfriend", il quale è diventato virale con più di un milione di visualizzazioni su YouTube in 24 ore.[1][2] Ha pubblicato il suo album di debutto Professional Rapper il 31 luglio 2015. Nel 2018, la sua canzone "Freaky Friday", con Chris Brown, è diventata un successo mondiale. Ha anche attirato l'attenzione per il suo video musicale "Earth" del 2019, che ha caratterizzato molti cantanti e attori tra cui Ariana Grande, Justin Bieber, Ed Sheeran, Shawn Mendes, Kevin Hart, Wiz Khalifa, Charlie Puth, Halsey, Snoop Doog, Katy Perry e Leonardo DiCaprio. La canzone è stata creata per aumentare la consapevolezza sull'ambiente, l'inquinamento e i cambiamenti climatici. Burd ha dichiarato che una parte del ricavato della canzone viene donata a vari enti di beneficenza ambientali.

Burd e il produttore Jeff Schaffer hanno creato una sitcom basata sulla vita di Burd chiamata Dave, che è stata presentata in anteprima su FXX il 4 marzo 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Burd è cresciuto in una famiglia ebrea benestante di Elkins Park, quartiere della città di Cheltenham Township in Pennsylvania, al confine nord di Filadelfia.[3] Burd si è diplomato presso la Cheltenham High School, prima di iscriversi alla University of Richmond[1], università frequentata nello stesso periodo anche da Dave East, tutti e due futuri XXL Freshman nel 2016.[4] Burd si è laureato summa cum laude nel 2010.[5] Dopo la laurea, si trasferisce a San Francisco in California,[6] dove inizia a lavorare nella gestione contabile dell'agenzia pubblicitaria Goodby, Silverstein & Partners. Dopo aver rivisitato il report mensile sotto forma di video rap, la compagnia lo ha spostato nel dipartimento creativo, svolgendo l'attività di copywriter per pubblicità quali la campagna "BIG" della NBA.[3]

L'interesse di Burd per la musica è nato quando era bambino, ascoltando musica hip hop ed alternative rock, iniziando a fare rap già in quinta elementare, trasformando una relazione riguardante Alexander Pushkin in una canzone.[7] Crescendo, Burd ha ascoltato Nas e Jay-Z, soprattutto dopo la svolta hip hop.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lil Dicky al SXSW il 14 marzo 2014

Burd dice di aver iniziato la sua carriera da musicista "semplicemente per attirare l'attenzione comicamente, così potrei scrivere film, scrivere programmi TV e recitare", ma nonostante ciò Burd finì per "innamorarsi del rap" e disse che "non avrebbe lasciato prima di aver dimostrato la sua capacità".[8]

Burd ha iniziato a lavorare al suo primo mixtape So Hard nel 2011. Burd ci mise più di due anni per ultimarlo[7] a causa del suo lavoro a tempo pieno presso la Goodby, Silverstein & Partners.[9] Burd ha registrato la maggior parte del materiale per So Hard con il suo MacBook Pro ed un microfono da 400$, strumenti grazie ai quali nel 2013 iniziò a rilasciare una canzone alla settimana per cinque mesi di fila.[10] Il 23 aprile 2013, Burd ha pubblicato il video della canzone "Ex-Boyfriend", il singolo principale del suo mixtape. Il video divenne subito virale con più di un milione di visualizzazioni su YouTube in 24 ore.[1][2][11] Dopo la creazione di 32 canzoni e 15 video musicali, Burd lanciò una campagna su Kickstarter, dichiarando "ho finito i soldi... In poche parole, stai finanziando la seconda fase della mia carriera rap". Il mese di crowdfunding ebbe inizio il 20 novembre 2013, con l'obiettivo di raggiungere i 70.000$, così da permettere a Lil Dicky di creare e produrre altra musica, altri video ed andare in tour.[12][13] Il Kickstarter andò a buon fine, raggiungendo e superando l'obiettivo, permettendo così a Burd di raccogliere 113.000$.[14]

Lil Dicky ha tenuto il suo primo concerto dal vivo il 19 febbraio 2014 al Theatre of Living Arts.[15] Il 16 gennaio 2014, Burd firma con la CMSN, che fa da manager anche ad altri artisti come Tyga, Chiddy Bang e molti altri.[13][16] Burd pianifica di "avere due carriere allo stesso tempo, una come rapper ed una come comico/attore/scrittore".[8]

Burd ha rilasciato il suo album di debutto Professional Rapper il 31 luglio 2015, con collaborazioni con artisti quali Snoop Dogg, T-Pain, Rich Homie Quan, Fetty Wap, Brendon Urie (Panic! at the Disco), RetroJace e Hannibal Buress.

Nel 2016 Lil Dicky è apparso nel video dei Funny or Die "Watch Yo Self" insieme a Mystikal e Trinidad James.[17]

Il 13 giugno 2016, XXL Magazine ha pubblicato la lista dei Freshmen del 2016. L'elenco comprende, oltre a Lil Dicky, artisti come Anderson Paak, Kodak Black, Lil Uzi Vert, 21 Savage, Dave East, Denzel Curry, Desiigner, G Herbo, e Lil Yachty.

Il 12 aprile 2017, Lil Dicky pubblica un nuovo video musicale per "Pillow Talking". Con gli effetti speciali utilizzati, lo ha reso il quarantanovesimo video più costoso.[18] In una intervista con XXL, Burd ha confessato che stava creando un nuovo progetto e che stava anche tentando di presentare un programma TV ai network televisivi.[19]

Lil Dicky in Texas nel 2014

A settembre 2017, Lil Dicky ha pubblicato l'EP I'm Brain, utilizzando lo pseudonimo di Brain.[20]

Il 15 marzo 2018, Lil Dicky ha pubblicato il suo nuovo singolo Freaky Friday insieme a Chris Brown, insieme al video musicale. Al 9 aprile 2018, il video ha ricevuto oltre 100 milioni di visite, e sin dalla pubblicazione ottenne il plauso della critica, entrò in forte rotazione nelle radio e scalò rapidamente le classifiche internazionali, diventando uno dei brani più affermati per entrambi gli artisti.[21][22]

Il 2 aprile 2018, Lil Dicky annuncia il suo primo tour australiano; in precedenza Burd ha studiato all'estero per due anni a Melbourne.[23]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Professional Rapper

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Professional Rapper Tour
  • 2015 - Looking for Love Tour
  • 2016 - (Still) Looking For Love Tour
  • 2016 - Dick Or Treat Tour
  • 2018 - Australia and New Zealand Tour

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Meet Kickstarter's Newest Musical Star, Bloomberg News, 6 dicembre 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  2. ^ a b (EN) Rapper Lil Dicky Talks Stereotypes, Expectations, and Battling Hitler in a Music Video, Boston Magazine, 11 febbraio 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  3. ^ a b (EN) Cheltenham Rapper Lil Dicky Kicks Off His First Live Tour at TLA Wednesday, Philadelphia Magazine, 18 febbraio 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  4. ^ a b (EN) It’s Here: The 2016 XXL Freshman Class, su xxlmag.com, 13 giugno 2016. URL consultato il 13 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Before pop stardom, many of today’s young musicians earn college degrees, Washington Post, 2 gennaio 2016. URL consultato il 13 aprile 2018.
  6. ^ (EN) S.F.'s Lil Dicky Wants To Be the Larry David of Rap -- Watch Him Get "Too High", SF Weekly, 16 settembre 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  7. ^ a b (EN) Clay Skipper, Meet Lil Dicky, the Funny Rapper Whose New Album Is No Joke, GQ, 17 settembre 2015. URL consultato il 13 aprile 2018.
  8. ^ a b (EN) Lil Dicky Talks Upgrading His Rap Career Via $100,000 Kickstarter Campaign, HipHopDX, 10 aprile 2014. URL consultato il 13 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2014).
  9. ^ (EN) Lil Dicky Isn't a White Supremacist, He's Just an Asshole, Noisey, 20 ottobre 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  10. ^ (EN) Ally Betker, It's Time to Take Lil Dicky, Hip Hop's Goofball, Seriously, W Magazine, 20 luglio 2016. URL consultato il 13 aprile 2018.
  11. ^ Filmato audio Lil Dicky - Ex-Boyfriend (Official Video), su YouTube. URL consultato il 13 aprile 2018.
  12. ^ (EN) Lil Dicky's Kickstarter - Album, Videos, Touring, Kickstarter. URL consultato il 13 aprile 2018.
  13. ^ a b (EN) Rapper Lil Dicky Reaches Kickstarter Goal, Variety, 27 novembre 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  14. ^ (EN) THANK YOU, Lil Dicky's Kickstarter, 20 dicembre 2013. URL consultato il 13 aprile 2018.
  15. ^ (EN) Cheltenham Rapper Lil Dicky Kicked Off His First Live Tour at TLA, Philadelphia Magazine, 20 febbraio 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  16. ^ (EN) Lil Dicky signs to Pop-Up Music, Jingle Punks, 16 gennaio 2014. URL consultato il 13 aprile 2018.
  17. ^ Filmato audio Watch Yo Self, su YouTube. URL consultato il 13 aprile 2018.
  18. ^ (EN) A Complete Breakdown of Lil Dicky’s Bizarre “Pillow Talking” Short Film, DJ Booth, 13 aprile 2017. URL consultato il 13 aprile 2018.
  19. ^ (EN) Lil Dicky Focuses on Creating His New TV Show - XXL, XXL Mag, 26 aprile 2017. URL consultato il 13 aprile 2018.
  20. ^ (EN) Brain Gets Lil Dicky & The Game On His "I'm Brain" EP, HotNewHipHop, 14 settembre 2017. URL consultato il 13 aprile 2018.
  21. ^ (EN) Lil Dicky & Chris Brown’s “Freaky Friday” Ranks As Most Added Song At Rhythmic & Urban Radio, Headline Planet, 20 marzo 2018. URL consultato il 3 aprile 2018.
  22. ^ (EN) Lil Dicky and Chris Brown's Freaky Friday claims Number 1 on the Official Singles Chart, su officialcharts.com, 6 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.
  23. ^ (EN) Announces debut Australian & New Zealand shows this July, su frontiertouring.com, 2 aprile 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN253145542578996641543 · ISNI (EN0000 0004 5560 2017 · LCCN (ENno2016008991 · GND (DE1139870351 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016008991