Croce di San Giovanni Battista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Croce di San Giovanni Battista
Croce di San Giovanni Battista
Proporzioni 5:3
Simbolo FIAV Bandiera di stato e civile
Uso Bandiera civile e di stato
Tipologia nazionale (non sovrana)

La croce di San Giovanni Battista è di rosso alla croce d'argento; graficamente è complementare alla Croce di San Giorgio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La croce di San Giovanni è molto antica, generalmente si ritiene discenda dalla blutfahne, l'originaria bandiera del sovrano del Sacro Romano Impero costituita da un drappo di colore rosso a cui venne aggiunta la croce d'argento; di conseguenza era un simbolo di appartenenza alla parte imperiale dei ghibellini al contrario della Croce di San Giorgio che indicava una preferenza per i guelfi.

Nel romanzo storico "Sotto le branche verdi - Gli ultimi ghibellini" di Ivo Ragazzini, un intero capitolo è dedicato dall'autore per spiegare come le due bandiere fossero speculari una all'altra e rappresentassero, una il potere imperiale, e l'altra quello papale.

Nazioni e città di cui è bandiera o parte dello stemma[modifica | modifica wikitesto]

Nazioni[modifica | modifica wikitesto]

Regioni[modifica | modifica wikitesto]

Città[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Goffredo di Crollalanza, Enciclopedia araldico-cavalleresca. Prontuario nobiliare, pag. 240, Pisa, Direzione del Giornale Araldico, 1878

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]