Corri uomo corri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corri uomo corri
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1968
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere avventura, commedia, western
Regia Sergio Sollima
Soggetto Sergio Sollima
Sceneggiatura Pompeo De Angelis, Sergio Sollima
Produttore A. M. Chretien, Alvaro Mancori
Produttore esecutivo Aldo Pomilia
Casa di produzione Chretien, Mancori
Fotografia Guglielmo Mancori
Montaggio Tatiana Casini Morigi
Musiche Bruno Nicolai, Ennio Morricone (non accreditato)
Trucco Raul Ranieri
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Corri uomo corri è un film del 1968 diretto da Sergio Sollima. Il film è il seguito de La resa dei conti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel Messico governato dal regime autoritario di Porfirio Diaz, il peone Manuel Sanchez detto Cuchillo vince una discreta somma scommettendo sulla vittoria in duello di Daniel Cassidy, ex sceriffo ed ex combattente con i rivoluzionari messicani. Quando i soldati gli trovano addosso i soldi della vincita non credono alla sua spiegazione e lo arrestano. In prigione divide la cella con Ramirez, uno scrittore rivoluzionario che, grazie a un'amnistia, dovrebbe tornare in libertà il giorno dopo. L'uomo però, teme una trappola e chiede a Cuchillo di aiutarlo a evadere prima dell'alba in cambio di un compenso di cento dollari. Dopo la fuga i duesi impegnano a recuperare per la causa rivoluzionaria tre milioni di dollari in oro a suo tempo nascosti dallo stesso Ramirez. Ramire viene ucciso da Reza, un ex rivoluzionario divenuto un avido bandito, ma prima di morire affida al peone le informazioni necessarie a recuperare l'oro. Inizia così la lunga corsa di Cuchillo per arrivare al tesoro senza farsi catturare da una schiera di inseguitori tra i quali non è sempre facile distinguere gli alleati dagli avversari. Oltre alla banda di Reza e all'esercito messicano, sulle sue tracce ci sono due spietati killer. Lo inseguono anche la sua fidanzata Dolores e Daniel Cassidy, che non si capisce da che parte stia fino a quando non aiuta Cuchillo a disfarsi degli inseguitori e a mandare Dolores a consegnare il tesoro ai rivoluzionari di Santillana.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo Faccia a faccia e La resa dei conti, con Corri uomo corri Sergio Sollima chiude la sua trilogia western di stampo terzomondista. Nel 1968, un anno dopo il grande successo de La resa dei conti il regista riporta sullo schermo il personaggio di Cuchillo, il peone il cui nome è stato mutuato da un personaggio minore di Per qualche dollaro in più di Sergio Leone.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema