Coincidenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per coincidenza (con, lat.; incidere, lat. : cadere insieme) si intende un fatto accidentale e casuale. Una coincidenza non è solo a congiunzione di un evento ad altri, ma deve avvenire in modo accidentale e inaspettato. Quando non avvengono le condizioni sovracitate l'evento è solo una singola entità.

In scienza è utilizzato in una maniera più letterale, per esempio quando due raggi di luce colpiscono una superficie nello stesso punto allo stesso tempo. In questo uso la nozione di coincidenza non implica che l'allineamento dei due eventi sia casuale o sorprendente.

Una coincidenza non prova una relazione causale o ne richiede una. In alcuni campi della matematica l'indice di coincidenza può essere usato per analizzare se due eventi sono collegati. Tale indice non definisce una relazione, ma descrive solo tale possibilità.

Da un punto di vista statistico le coincidenze sono inevitabili e spesso meno casuali di quanto possano apparire intuitivamente. Un esempio è il paradosso del compleanno in cui la probabilità che due individui abbiano la stessa data di nascita raggiunge il 50% in un gruppo di sole 23 persone.

In ambito ferroviario, la coincidenza è una corrispondenza fra treni a comporto non nullo.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1984 di G.Orwell si replicò nell'anno indicato[1]
  • Mercoledì 7 settembre 2005, l'Irlanda del Nord sconfigge l'Inghilterra.[2] Il 6 settembre 2006 i verdi conquistano un altro successo contro un avversario più accreditato, la Spagna.[3]
  • Ad oggi, l'ultima partita di Mazzarri in panchina è Inter-Verona del 9 novembre 2014 (2-2): a segnare l'ultimo gol subìto (ad ora) dal livornese, è Nico Lopez (nato il suo stesso giorno, il primo ottobre, di 32 anni più tardi).[4]
  • La stagione prima del Campionato Europeo, l'Italia perde 3-1 con il Belgio in un'amichevole giocata il 13 novembre.[5] Le due squadre si ritrovano nel girone della fase finale.
  • Ultima domenica di settembre (2014 e 2015): l'Inter perde 4-1 in casa, con tripletta di un avversario europeo.[6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S' è avverata la profezia? Tullio Kezich, la Repubblica, 23 novembre 1984.
  2. ^ Eriksson sempre più nella bufera la sua Inghilterra sconfitta a Belfast, la Repubblica, 8 settembre 2005.
  3. ^ "Così ho travolto la Spagna", Jacopo Gerna, gazzetta.it, 7 settembre 2006.
  4. ^ Un gol di Nico Lopez a San Siro esonerò Mazzarri. Ora tocca a Inzaghi?, Stefano Cantalupi, gazzetta.it, 7 marzo 2015.
  5. ^ Sabato a Lecce amichevole Italia-Belgio, la Repubblica, 8 novembre 1999.
  6. ^ Inter fatta a pezzi da un bel Cagliari Mazzarri affonda San Siro contesta, La Gazzetta dello Sport, lunedì 29 settembre 2014.
  7. ^ La mezz?ora che distrusse l?Inter C?è la Fiorentina in vetta alla A San Siro viola to, La Gazzetta dello Sport, lunedì 28 settembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]