John Adams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi omonimi, vedi John Adams (disambigua).
John Adams
US Navy 031029-N-6236G-001 A painting of President John Adams (1735-1826), 2nd president of the United States, by Asher B. Durand (1767-1845)-crop.jpg

presidente degli Stati Uniti
Durata mandato 4 marzo 1797 - 4 marzo 1801
Predecessore George Washington
Successore Thomas Jefferson

Vicepresidente degli Stati Uniti
Durata mandato 21 aprile 1789 - 4 marzo 1797
Predecessore nuovo titolo
Successore Thomas Jefferson

Dati generali
Partito politico Federalista
Tendenza politica Conservatorismo
Firma Firma di John Adams

John Adams (Braintree, 30 ottobre 1735Quincy, 4 luglio 1826) è stato un politico statunitense, fu il primo presidente che visse nella Casa Bianca, secondo presidente degli Stati Uniti d'America, dal 1797 al 1801.


Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la laurea in legge, ottenuta ad Harvard nel 1755, Adams intraprese la carriera forense e si mise in luce come ottimo oratore ed abile avvocato.

Negli anni che precedettero la guerra d'indipendenza americana si avvicinò alla politica e pubblicò alcuni saggi sui tipi di organizzazione sociale e politica delle comunità di coloni nel Nuovo Mondo. Nel 1774 e nel 1775 fu il delegato del Massachusetts al primo e al secondo Congresso continentale e fece parte del comitato di redazione che preparò la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d'America.

Nel 1778 Adams raggiunse Benjamin Franklin in Europa, in qualità di rappresentante diplomatico, e tra il 1782 e il 1783 insieme negoziarono il trattato di Parigi, che mise fine alla guerra con la Gran Bretagna. Nel 1785 Adams fu nominato ambasciatore in Gran Bretagna e nel 1789, rientrato negli Stati Uniti, venne eletto come primo vicepresidente del paese, a fianco del presidente George Washington.

Nel 1796 successe a Washington nella carica di presidente e in quella di uomo politico federalista più in vista. La minaccia di un'imminente guerra con la Francia e la polemica che accompagnò l'approvazione degli Alien and Sedition Acts dominarono gli anni della sua amministrazione: Adams riuscì a risolvere i contrasti con la Francia per via diplomatica (ottenne tra l'altro da Napoleone il dominio sulla Florida), ma accettò di ratificare un pacchetto di quattro leggi largamente impopolari che limitavano i diritti degli stranieri e che determinarono la sua sconfitta e quella del Partito federalista americano che lo sosteneva nelle elezioni del 1800.

John Adams viene inoltre ricordato per la nota vicenda dei "midnight judges" sfociata nel 1803 nella celebre sentenza del caso "Marbury vs Madison", emessa dallo Chief Justice John Marshall (all'epoca Presidente della Corte Suprema Federale ed ex Segretario di Stato dello stesso Adams).

Negli ultimi anni della sua vita si dedicò all'educazione del figlio John Quincy Adams, che divenne nel 1825 il sesto presidente degli Stati Uniti d'America.

John Adams venne sepolto presso la United First Parish Church di Quincy, nel Massachusetts.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Adams, C.F. The Works of John Adams, with Life (10 vols., Boston, 1850–1856)
  • (EN) David McCullough, John Adams, Simon & Schuster, 2001

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore: Presidente degli Stati Uniti Successore: Sigillo del Presidente degli Stati Uniti d'America
George Washington 1797-1801 Thomas Jefferson
Predecessore: Vicepresidente degli Stati Uniti Successore: Sigillo del Vicepresidente degli Stati Uniti d'America
primo 1789-1797 Thomas Jefferson

Controllo di autorità VIAF: 95296943 LCCN: n79105675