Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Chaim Mordechai Aizik Hodakov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Chaim Mordechai Aizik Hodakov (in ebraico: חיים מרדכי אייזיק חודקוב?; Beshankovichy, 12 gennaio 1902Brooklyn, 23 aprile 1993) è stato un religioso, pedagogo ed educatore russo, ebreo ortodosso naturalizzato statunitense, capo del personale della segreteria del Rebbe Chabad-Lubavitch, Rabbi Menachem Mendel Schneerson, per oltre 40 anni.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella città russa di Beshankovichy il 12 gennaio 1902 dai genitori Sholom Yisroel e Chaya Treina Hodakov, Aizik si spostò con loro a Riga, in Lettonia, nel 1904. Lì crebbe seguendo gli insegnamenti del movimento Mussar di Navahrudak, sotto Rabbi Yoel Barantchik. Eccelse in devozione e studio della Torah, dotato di profonda pietà e carattere raffinato.

Educatore e pedagogo per vocazione, il giovane Chaim Mordechai fu nominato preside della scuola Torah V'Derech Eretz a Riga a soli 18 anni. Ancora giovane, nel 1934, fu incaricato come ispettore delle scuole ebraiche del Ministero dell'Istruzione lettone. I suoi collegamenti col regime dittatoriale di Karlis Ulmanis e la sua stretta ortodossia, insieme ad un antisocialismo radicale, lo rese impopolare in molti circoli ebraici lettoni[1].

Ruolo di segretario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1950, quando Rabbi Menachem Mendel Schneerson diventò il Rebbe del movimento Chabad-Lubavitch, Hodakov divenne Capo del personale e direttore della Segreteria. Fu in seguito nominato presidente della Agudas Chasidei Chabad, l'organizzazione principale che gestisce tutta la rete mondiale delle organizzazioni e istituzioni di Chabad-Lubavitch.

Hodakov rinnovò molte strutture e programmi educativi. I suoi consigli e le sue direttive sono state raccolte in un libro intitolato The Educator's Handbook ("Manuale dell'Educatore"). È stato un modello esemplare per molti giovani chassidim, per le sue maniere e la sua devozione al Rebbe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mendel Mark. Di Yidish-Veltlekhe Shul in Letland, Tel Aviv, (1973) pp.260-261

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN61436520 · ISNI (EN0000 0000 6699 4002