Biophilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biophilia
ArtistaBjörk
Tipo albumStudio
Pubblicazione10 ottobre 2011
Durata49:33
Dischi1
Tracce10
GenereMusica sperimentale[1][2][3]
Musica elettronica[4]
Drum and bass[5]
EtichettaOne Little Independent Records
ProduttoreBjörk, 16bit
Registrazione2008-2011
FormatiCD, vinile, musicassetta, download digitale
Björk - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo
(2012)
Logo
Logo del disco Biophilia
Singoli
  1. Crystalline
    Pubblicato: 28 giugno 2011
  2. Cosmogony
    Pubblicato: 19 luglio 2011
  3. Virus
    Pubblicato: 9 agosto 2011
  4. Moon
    Pubblicato: 6 settembre 2011

Biophilia è il settimo album della cantautrice islandese Björk (l'ottavo, contando anche l'omonimo album solista del 1977), che è stato pubblicato il 10 ottobre 2011[6] a distanza di quattro anni dal precedente lavoro, Volta (2007). L'uscita dell'album è stata anticipata dai singoli Crystalline[7], Cosmogony[8], Virus[9] e Moon[10].

Il 26 aprile 2019 l'album viene rilasciato dalla One Little Independent Records anche in formato di musicassetta.[11]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Screenshot della app di Moon

Pubblicato a più di quattro anni di distanza dall'album Volta e a due dalla raccolta Voltaïc[12], Biophilia può essere acquistato sia come un normale album, sia come il primo app album, vale a dire un pacchetto composto da dieci applicazioni per iPad, tenute insieme da un'applicazione madre: ogni applicazione corrisponde ad una diversa canzone dell'album. L'album contiene dieci tracce nell'edizione standard e tredici nella versione deluxe, tranne in Giappone dove sono quattordici[13]. La pubblicazione dell'album è stata più volte rimandata[14] poiché la stessa cantante ha dichiarato di avere aggiunto tracce live registrate durante il Manchester International Festival e che per tale ragione il lavoro ha tardato ad essere completato[15]. È stata pubblicata anche un'edizione live, registrata proprio durante i concerti a Manchester.

Biophilia è quasi interamente prodotto dalla sola Björk: un'eccezione è la traccia Crystalline, prodotta in collaborazione col duo musicale 16Bit.[16]

Dal punto di vista musicale, Biophilia si propone come un album d'avanguardia, cercando di costruire un sound futuribile,[17] tramite l'utilizzo di strumenti musicali creati apposta per l'album,[17] come il "gameleste", un ibrido tra una celesta e un gamelan,[18] utilizzato nelle tracce Crystalline e Virus,[19][20] o abbandonando il metro 4/4, tipico della musica pop, usando ad esempio il metro 7/4 in Solstice[21] o alternando 2/4 e 5/4 in Mutual Core.[22]

I testi e le musiche dell'album traggono ispirazione da fenomeni naturali e scoperte scientifiche: Thunderbolt consta di arpeggi ispirati al tempo che intercorre tra quando un fulmine si vede e quando si ode il tuono e vanta l'utilizzo della Bobina di Tesla come strumento musicale;[23] in Moon si ripetono, alla stregua di cicli lunari, quattro diverse sequenze suonate da quattro diverse arpiste;[24] in Solstice, il contrappunto fa riferimento al movimento dei pianeti e alla rotazione della Terra, e vengono usati dei particolari "pendoli-arpa" che rendono omaggio al pendolo di Foucault;[21] Virus parla delle "relazioni pericolose", rappresentandole come un legame di parassitismo, simile a quello tra una cellula e un virus[20]; il testo di Hollow è dedicato all'eredità lasciataci dai nostri antenati tramite il DNA;[25] Dark Matter è un brano dalle influenze ambient[17] che parla dell'"inspiegabile" e, per questa ragione, non possiede un testo vero e proprio, ma presenta un largo utilizzo di gibberish.[26]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione standard[27]
  1. Moon[28] – 5:45 (Björk, Damian Taylor)
  2. Thunderbolt[28] – 5:15 (Björk, Oddný Eir Ævarsdóttir)
  3. Crystalline[29] – 5:08 (Björk)
  4. Cosmogony[28] – 5:00 (Björk, Sjón)
  5. Dark Matter[28] – 3:22 (Björk, Mark Bell)
  6. Hollow[28] – 5:49 (Björk)
  7. Virus[28] – 5:26 (Björk, Sjón)
  8. Sacrifice[28] – 4:02 (Björk)
  9. Mutual Core[28] – 5:06 (Björk)
  10. Solstice[28] – 4:41 (Björk, Sjón)
Bonus tracks per Digipak, iTunes, Giappone, Europa (tranne Italia) e America Latina[30]
  1. Hollow[28] (Original 7-minutes Version) – 7:07 (Björk)
  2. Dark Matter[28] (with Choir & Organ) – 3:25 (Björk, Mark Bell)
  3. Náttúra[28] – 3:50 (Björk)
Bonus track solo per il Giappone[31]
  1. The Comet Song[32] – 2:23 (Björk, Sjón)
Biophilia – Live at Manchester International Festival, July 2011
  1. Thunderbolt – 5:28 (Björk, Oddný Eir Ævarsdóttir)
  2. Moon – 6:22 (Björk, Damian Taylor)
  3. Crystalline – 5:26 (Björk)
  4. Hollow – 6:06 (Björk)
  5. Dark Matter – 3:21 (Björk, Mark Bell)
  6. Hidden Place – 5:52 (Björk)
  7. Mouth's Cradle – 4:31 (Björk)
  8. Virus – 5:47 (Björk, Sjón)
  9. Sonnets/Unrealities XI – 2:29 (Björk, Edward Estlin Cummings)
  10. Where Is the Line – 4:58 (Björk)
  11. Mutual Core – 5:19 (Björk)
  12. Cosmogony – 5:24 (Björk, Sjón)
  13. Solstice – 4:41 (Björk, Sjón)
  14. One Day – 5:27 (Björk)
  15. Náttúra – 2:54 (Björk)

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 ottobre 2011, Biophilia ha debuttato nella classifica dei Paesi Bassi, della Vallonia e delle Fiandre, rispettivamente al diciassettesimo[33], quarantanovesimo[34] e sessantaduesimo posto[35]. In Giappone, l'album ha debuttato al diciottesimo posto vendendo 6.525 copie[36], e la settimana successiva, è sceso al ventiduesimo posto, vendendone altre 4.412[37].L'album è stato certificato disco d'oro in Russia.[38]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
Islanda[66] 21

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andy Gill, Bjork, Vulnicura - album review: A return of sorts to standard song form, su The Independent. URL consultato il 5 marzo 2017.
  2. ^ (EN) Steven Goldstein, Björk's Biophilia to Be Used in European Primary Schools, su The Fader. URL consultato il 5 marzo 2017.
  3. ^ Fabio Zuffanti, Tutti gli album di Björk, dal peggiore al migliore, su rollingstone.it, Rolling Stone, 21 novembre 2020. URL consultato il 12 maggio 2021.
  4. ^ (EN) David Fricke, Bjork: Biophilia, su rollingstone.com, Rolling Stone, 11 ottobre 2011. URL consultato il 5 marzo 2017.
  5. ^ (EN) Kyle Anderson, Biophilia review - Björk, su ew.com, Entertainment Weekly, 13 ottobre 2011. URL consultato il 28 aprile 2021.
  6. ^ Biophilia disponibile dal 10 ottobre 2011, su america24.com.
  7. ^ Crystalline disponibile dal 30 giugno 2011 [collegamento interrotto], su elle.it.
  8. ^ Cosmogony secondo singolo estratto dall'album, su outune.net. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2015).
  9. ^ Virus terzo singolo estratto dall'album, su outune.net. URL consultato il 29 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2015).
  10. ^ Moon quarto singolo estratto dall'album, su pausacaffe.net.
  11. ^ Rockol com s.r.l, √ Bjork, gli album tornano nei negozi come musicassette per un'edizione imperdibile: guarda, su Rockol. URL consultato il 25 aprile 2019.
  12. ^ Biophilia esce a più di quattro anni dal precedente album, su laprovinciadicomo.it.
  13. ^ Informazioni sull'album Biophilia, su hitparade.ch.
  14. ^ Biophilia più volte rimandato, su soundsblog.it.
  15. ^ Giorgio Bonomi, Björk si scusa per il ritardo del suo nuovo album Biophilia, su musica.bloglive.it, 14 settembre 2011. URL consultato il 3 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2012).
  16. ^ (EN) {{subst:#if:|[[|Biophilia]]|Biophilia}}. Note di copertina di {{{titolo}}}, [[Björk]] [liner notes], [[One Little Independent Records]], B005FSIKRW, .
  17. ^ a b c Claudio Fabretti, Bjork - La chanteuse dei ghiacci, su ondarock.it, Ondarock. URL consultato il 3 marzo 2017.
  18. ^ (EN) björk: gameleste, su youtube.com, YouTube, 13 giugno 2011. URL consultato il 3 marzo 2017.
  19. ^ (FR) Crystalline, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  20. ^ a b (FR) Virus, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  21. ^ a b (FR) Solstice, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  22. ^ (FR) Mutual Core, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  23. ^ (FR) Thunderbolt, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  24. ^ (FR) Moon, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  25. ^ (FR) Hollow, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  26. ^ (FR) Dark Matter, su bjork.fr. URL consultato il 3 marzo 2017.
  27. ^ Tracce presenti in Biophilia, su testimusica.myblog.it.
  28. ^ a b c d e f g h i j k l Produzione: Björk
  29. ^ Produzione: Björk, 16bit
  30. ^ Bjork announces tracklisting for 'Biophilia', su nme.com.
  31. ^ Universal Music Japan, su universal-music.co.jp.
  32. ^ Produzione: Björk, Matthew Herbert, Mark Bell
  33. ^ Debutto di Biophilia nella classifica dei Paesi Bassi, su dutchcharts.nl.
  34. ^ Debutto di Biophilia nella classifica delle Fiandre, su ultratop.be.
  35. ^ Debutto di Biophilia nella classifica della Vallonia, su ultratop.be.
  36. ^ Biophilia vende più di sei mila copie in Giappone (nella prima settimana), su oricon.co.jp.
  37. ^ Biophilia vende più di quattromila copie in Giappone (nella seconda settimana), su oricon.co.jp.
  38. ^ https://www.docdroid.net/MOL6zWN/240618izvestiamusic.pdf%7Ctitolo=Обновления сертификаций в России и СНГ|editore=Afina Pallada|lingua=ru|accesso=24 giugno 2018
  39. ^ Andamento Biophilia nella classifica dell'Australia, su australian-charts.com.
  40. ^ Andamento Biophilia nella classifica dell'Austria, su austriancharts.at.
  41. ^ Andamento Biophilia nella classifica delle Fiandre, su ultratop.be.
  42. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Vallonia, su ultratop.be.
  43. ^ Biophilia ventissettesimo in Canada, su jam.canoe.ca (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2011).
  44. ^ Biophilia ottavo in Croazia, su hdu-toplista.com.
  45. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Danimarca, su danishcharts.com.
  46. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Finlandia, su finnishcharts.com.
  47. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Francia, su lescharts.com.
  48. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Germania, su officialcharts.de.
  49. ^ Biophilia diciottesimo in Giappone, su oricon.co.jp.
  50. ^ Biophilia sesto in Grecia, su cyta.gr (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2011).
  51. ^ Andamento Biophilia nella classifica dell'Irlanda, su chart-track.co.uk. URL consultato il 16 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2013).
  52. ^ Biophilia tredicesimo in Italia, su italiancharts.com.
  53. ^ Andamento Biophilia nella classifica del Messico, su mexicancharts.com. URL consultato il 23 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).
  54. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Normandia, su norwegiancharts.com.
  55. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Nuova Zelanda, su charts.org.nz. URL consultato il 18 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2012).
  56. ^ Andamento Biophilia nella classifica dei Paesi Bassi, su dutchcharts.nl.
  57. ^ Biophilia ventiduesimo in Polonia, su olis.onyx.pl.
  58. ^ Andamento Biophilia nella classifica del Portogallo, su portuguesecharts.com.
  59. ^ Biophilia ventunesimo nel Regno Unito, su bbc.co.uk. URL consultato il 29 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2012).
  60. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Repubblica Ceca, su ifpicr.cz.
  61. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Russia, su lenta.ru.
  62. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Spagna, su spanishcharts.com.
  63. ^ Biophilia ventisettesimo negli Stati Uniti, su acharts.us.
  64. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Svezia, su swedishcharts.com.
  65. ^ Andamento Biophilia nella classifica della Svizzera, su hitparade.ch.
  66. ^ (IS) Upplagseftirlit 2011 (PDF), su fhf.is, Félag Hljómplötuframleiðenda. URL consultato il 22 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2021).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica