Biberon (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biberon
Biberon - Rai 1.png
PaeseItalia
Anno1987-1990
Generecommedia, satirico
Edizioni3
Durata60 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttorePippo Franco, Oreste Lionello, Leo Gullotta
RegiaPier Francesco Pingitore
MusicheGribanovski e Piero Pintucci
Casa di produzioneIl Bagaglino
Rete televisivaRai 1

Biberon è stato un programma televisivo italiano di genere commedia e satirico, realizzato dalla compagnia di varietà Il Bagaglino per Rai 1 e trasmesso per tre stagioni il mercoledì, e poi il martedì, alle 21.30, dal 25 novembre 1987 al 1990.[1] La conduzione era affidata a Pippo Franco, Oreste Lionello e Leo Gullotta con la partecipazione di Gabriella Ferri, Pamela Prati, Martufello, Maria Luisa Piselli, Manlio Dovì, Rita Capobianco, Maria Pia Monicelli, Nadia Montemagro, Gabriella Labate e Pierluigi Zerbinati.[1]

Gli autori della trasmissione, realizzata al salone Margherita, erano Pier Francesco Pingitore, anche regista, e Mario Castellacci.[2] Scenografie e costumi erano di Maurizio Tognalini e Graziella Pera.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

La trasmissione segnò, insieme a Per chi suona la campanella realizzato nello stesso anno per Rai 2, il ritorno televisivo del Bagaglino a nove anni di distanza dal precedente show Il ribaltone.

Realizzata in tre edizioni trasmesse tra il 1987 e il 1990, ha segnato l'avvio del ciclo di programmi del Bagaglino legate alla satira politica, proseguita poi con successo per tutti gli anni novanta e duemila, inizialmente sempre in Rai e poi, dal 1995, sulle reti Mediaset.

La compagnia teatrale interpretava quindi la famiglia Sgorbiolini, che rappresentava una famiglia sopra le righe con tutti i vizi e le virtù tipiche degli italiani, che gestisce un locale chiamato Boss Club, frequentato dai più noti rappresentanti della vita politica italiana come Giulio Andreotti (interpretato da Oreste Lionello), Ciriaco De Mita o Bettino Craxi (imitati da altri attori).[1]

Primadonna dello spettacolo era Pamela Prati, ballerina e cantante che lavora nel Boss Club e osteggiata dalla signora Leonida Sgorbiolini, interpretata da Leo Gullotta. Frequenti erano, inoltre, le incursioni di personaggi del mondo dello spettacolo ed esponenti del mondo politico durante gli spettacoli.[1] Gabriella Ferri interpretava la sigla d'apertura e di coda della trasmissione.[1]

Sono state anche realizzate delle puntate speciali del programma, come l'ultima della seconda edizione trasmessa il 7 febbraio 1989, martedì grasso, trasmessa in diretta dal Carnevale di Venezia.[3]

Critiche e successo[modifica | modifica wikitesto]

Il programma ha ottenuto un ottimo successo di pubblico, ottenendo anche punte di 7 milioni di telespettatori nella seconda edizione,[3] e discrete critiche da parte della stampa, che lo definì una versione più adulta del contemporaneo Indietro tutta!.[4]

Nel 1989 ha ottenuto un Telegatto come "programma dell'anno".[5]

Dopo tre fortunate edizioni lo spettacolo ha cambiato formula, diventando Crème Caramel e ottenendo la prima serata del sabato.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Grasso, p. 81
  2. ^ Beniamino Placido, Biberon e politici al pubblico bambino, in la Repubblica, 20 ottobre 1988. URL consultato il 21 settembre 2016.
  3. ^ a b Marinella Venegoni, Biberon in maschera, in La Stampa, 7 febbraio 1989, p. 19. URL consultato il 21 settembre 2016.
  4. ^ "Biberon", ovvero la satira benedetta dal ministro, in La Stampa, 27 novembre 1987, p. 27. URL consultato il 21 settembre 2016.
  5. ^ Baroni, p. 478
  6. ^ Riecco il "Caramel" per i suoi golosi fans, in La Stampa, 16 novembre 1991, p. 29. URL consultato il 21 settembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]