Bandiera della Grecia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bandiera greca)
Σημαία της Ελλάδας
(Simaía tis Elládas)
Σημαία της Ελλάδας (Simaía tis Elládas)
SoprannomeΓαλανόλευκη (Galanòlefki)
Κυανόλευκη (Kianòlefki)
Proporzioni2:3
Simbolo FIAVBandiera nazionale e bandiera navale nazionale
ColoriRGB

     (R:13 G:94 B:175)

     (R:255 G:255 B:255)

UsoBandiera civile e di stato
NazioneGrecia Grecia
Altre bandiere ufficiali
Navalebandiera navale
Bompressobandiera di bompresso
Presidenzialebandiera presidenziale
Governativabandiera governativa
Civilebandiera civile
Fotografia
Flag of GreeceinSantorini.JPG

La bandiera della Grecia è composta da nove strisce orizzontali bianche e ciano di uguali dimensioni e da una croce bianca nel cantone in alto a sinistra.

Descrizione ed uso[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera è composta da nove strisce orizzontali di uguali dimensioni a colori alterni. Nella legge greca N 851 del 1978 si fa riferimento alla bandiera della repubblica come formata dai colori bianco e ciano . La prima striscia partendo dall'alto è color ciano. Nell'angolo superiore sul lato dell'asta è presente un quadrato, color ciano anch'esso, con una croce greca bianca al centro. La croce simboleggia la chiesa greco-ortodossa, rappresentante del Cristianesimo ortodosso (religione ufficiale della Grecia) e in particolare la riconoscenza del popolo greco verso di essa, per l'importante ruolo giocato nel mantenimento dell'identità nazionale durante i secoli della dominazione ottomana, quando la chiesa era, fondamentalmente, l'unico mezzo attraverso il quale imparare a scrivere e a leggere in greco, grazie alle cosiddette "scuole nascoste" (cryfà scholìa), vere e proprie scuole fuorilegge, in cui gli uomini di chiesa mettevano la loro istruzione al servizio della popolazione.

Le nove strisce, invece, rappresentano le nove sillabe della frase "Libertà o morte" (Έλευθερία ή Θάνατος - E-lef-the-rì-a i Thà-na-tos). A questa interpretazione se ne aggiunge un'altra, dove le nove strisce rappresentano le nove lettere della parola Έλευθερία (Libertà). Infine, entrambi i colori sono quelli della Casa Reale, d'origine bavarese, regnante in Grecia fino al 1862[1]. Più probabile un riferimento all'azzurro del mare e del cielo e al bianco della schiuma delle onde, delle nuvole e la purezza dell'anima greca. Non è da escludere un influsso proveniente dalla bandiera degli Stati Uniti d'America.

In lingua greca la bandiera assume la doppia denominazione di Galanolefki (blu-bianca) e Kianolefki (ciano-bianca).

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]